Assalto al tesoro di stato

film del 1967 diretto da Piero Pierotti
Assalto al tesoro di stato
Paese di produzioneItalia
Anno1967
Durata83 min
Genereavventura, azione
RegiaPeter E. Stanley
SoggettoGianfranco Clerici, Piero Pierotti
SceneggiaturaGianfranco Clerici, Piero Pierotti
ProduttoreFortunato Misiano
Casa di produzioneRomana Film
Distribuzione in italianoRomana Film
FotografiaAugusto Tiezzi
MontaggioJolanda Benvenuti
MusicheAngelo Francesco Lavagnino
ScenografiaPier Vittorio Marchi
CostumiElio Micheli
TruccoAmedeo Alessi
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Assalto al tesoro di stato è un film del 1967 diretto da Piero Pierotti.

TramaModifica

Lo stato arabo del Goggiam sul Mar Rosso vuole riprendersi la concessione petrolifera dalla società americana Record Oil Company; vuole infatti nazionalizzarla pagando il riscatto di 20 milioni di dollari.

Il primo ministro Ben Aiscia informa il direttore della società petrolifera Kauffman che una nazione confinante invierà al suo paese il denaro occorrente all'operazione utilizzando un furgoncino blindato. Kauffman è deciso a sabotare l'operazione: non vuole perdere la concessione e ingaggia quattro malviventi internazionali per rubare i dollari, promettendo loro tutto il bottino. I quattro agiscono in settori diversi della malavita: Elias è specialista in droga; Linneman è esperto nella tratta delle bianche; Shanda compie truffe; Johnny Quick brilla nel furto con scasso. Il quartetto accetta e va sul posto, attuando un piano che fa deviare il percorso del furgone. I quattro si impadroniscono così dei dollari e li consegnano a Kauffman. Ma quest'ultimo viene ucciso e il bottino scompare.

Attraverso un falso annuncio radiofonico, Johnny riesce a convocare i collaboratori e il misterioso assassino in una camera del Grand Hotel di Ginevra. In questo modo Johnny Quick, che in effetti è il capo di una organizzazione di controspionaggio americano, riesce ad uccidere il reale organizzatore di tutta la vicenda; riesce inoltre ad assicurare alla giustizia Elias e Linneman, mentre si innamora della pentita Shanda.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema