Asse (fiume)

fiume francese
Asse
L'Asse - Bras d'Asse (04).JPG
L'Asse a Bras-d'Asse
StatoFrancia Francia
RegioniProvenza-Alpi-Costa Azzurra
Lunghezza75 km
Portata media5 m³/s
Bacino idrografico500 km²
NasceTartonne
Sfocianella Durance a Valensole

L'Asse è un fiume della Francia che scorre interamente nella regione Provence-Alpes-Côte d'Azur, nel dipartimento delle Alpi dell'Alta Provenza. Sfocia nella Durance, dopo un percorso di 75 km circa.

EtimologiaModifica

Il nome è formato sull'idronomo preceltico * As, citato nel 1241 (Assa)[1][2].

GeografiaModifica

Esso si congiunge alla Durance a valle di Oraison. Il fiume è formato dalla confluenza di "tre Asse": l'Asse di Clumanc (a nord), l'Asse di Moriez (a nord-est) e l'Asse di Blieux (est e sud-est).

Il suo corso è di 75.3 km[3].

Passa dinnanzi ai comuni di Moriez, Barrême, i villaggi di Norante e Chabrières, Mézel, Estoublon, Bras-d'Asse, Saint-Julien-d'Asse. Altri villaggi, come Blieux o Brunet, sono disposti sull'altura della valle per evitare le piene dell'Asse.

La strada ferrata chemins de fer de Provence (linea Nizza-Digne) lo costeggia per 28 chilometri, da Moriez fino alla stazione di Mézel-Châteauredon, e la strada nazionale RN85 ("strada di Napoleone") per 26 chilometri, dalla Tuilière (hameau di Senez, sull'Asse di Blieux) a Châteauredon.

Comuni e cantoni attraversatiModifica

L'Asse attraversa sedici comuni[3]

AffluentiModifica

 
Valle dell'Asse (tra Châteauredon e Mézel).

L'Asse ha 23 affluenti[3].

IdrologiaModifica

Gli Asse hanno un regime idrogeologico tipico delle Alpi meridionali e tributario delle precipitazioni nevose sulla parte alta del bacino idrografico. I periodi di magra possono essere duri e portare alla secca del fiume, in particolare l'Asse di Moriez.

StoriaModifica

L'Asse ha conosciuito delle piene eccezionali nel gennaio e nell'autunno del 1994, provocando l'entrata in funzione del "piano Orsec".[4].

AttraversamentiModifica

NoteModifica

  1. ^ Ernest Nègre, Toponymie générale de la France: étymologie de 35 000 noms de lieux, vol. 1 : Formations préceltiques, celtiques, romanes, Genève, Librairie Droz, coll. « Publications romanes et françaises » (no 193), 1990, 1869 p. ISBN 978-2-600-02884-4 . § 1024, p 30
  2. ^ (FR) Bénédicte Fénié, Jean-Jacques Fénié, Toponymie provençale, Éditions Sud-Ouest, 2002 (réédition), ISBN 978-2-87901-442-5, p. 34
  3. ^ a b c SANDRE Archiviato l'11 giugno 2012 in Internet Archive.
  4. ^ (FR) Préfecture des Alpes-de-Haute-Provence, Dossier départemental sur les risques majeurs dans les Alpes-de-Haute-Provence Archiviato il 16 febbraio 2008 in Internet Archive. (DDRM), 2008, p. 25

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN158912244 · BNF (FRcb12333870p (data)