Assemblea nazionale (Polonia)

parlamento della Polonia

L'Assemblea nazionale (in polacco: Zgromadzenie Narodowe) è il Parlamento polacco; ha struttura bicamerale, articolandosi in Sejm (camera bassa) e Senato (camera alta).

Assemblea nazionale
Zgromadzenie Narodowe
Herb Polski.svg
Sejm RP.jpg
Edificio del Sejm a Varsavia
StatoPolonia Polonia
TipoBicamerale
Camere
Istituito1989
Maresciallo del SejmElżbieta Witek (PiS) (dal 12 novembre 2019)
Maresciallo del SenatoTomasz Grodzki (PO)
Eletto daCittadini polacchi
Ultima elezione13 ottobre 2019
Numero di membri
Durata mandato4 anni
9th Term Sejm of Poland.svg
10th term Senate of Poland.svg
SedeVarsavia

Quando le camere si riuniscono in seduta comune, l'assemblea è presieduta dal maresciallo del Sejm o, se questi è assente, dal maresciallo del Senato.

StoriaModifica

Negli anni 1922-1935 e 1989-1990, l'Assemblea nazionale eleggeva il presidente della Polonia con maggioranza assoluta dei voti. Nel 1935 questa modalità di elezione fu sostituita con un'Assemblea degli elettori, che consisteva del primo ministro, il capo della Giustizia, l'ispettore generale delle forze armate, 2/3 dei deputati del Camera dei deputati della Polonia e ⅓ dei senatori. Il Senato fu abolito nel 1946, così nel 1947 Bolesław Bierut fu eletto presidente dalla sola Camera dei deputati della Polonia. Non esistettero presidenti dal 1952 al 1989, quando il Senato fu reistituito e l'Assemblea nazionale elesse Wojciech Jaruzelski presidente.

FunzioniModifica

Dal 1990, il presidente è eletto dal popolo, ma deve ancora giurare davanti all'Assemblea nazionale, che è anche l'unico organo che può dichiarare l'incapacità permanente del presidente di proseguire nei suoi doveri, o condurre una procedura di accusa verso il presidente.

Dal 1992 al 1997 l'Assemblea nazionale approvò una nuova Costituzione, ratificata da un referendum il 25 maggio 1997.