Apri il menu principale

Assi Dayan

attore, sceneggiatore e regista israeliano
Assi Dayan nel 2007

Asaf Dayan, noto come Assi Dayan (Nahalal, 23 novembre 1945Tel Aviv, 1º maggio 2014), è stato un attore, sceneggiatore, regista e produttore israeliano.

Nel corso della sua carriera Dayan ha vinto sette Israeli Academy Award e ha ottenuto altre cinque candidature per lo stesso premio. Nel 1971 è stato candidato ad un Golden Globe per il miglior attore debuttante per la sua interpretazione di Romain Kacew nel film Promessa all'alba di Jules Dassin.

BiografiaModifica

Assi Dayan è nato a Nahalal, figlio del generale israeliano Moshe Dayan e di sua moglie Ruth. Nel febbraio del 1970, Dayal prese un volo per Londra della compagnia aerea El Al che venne dirottato da dei terroristi arabi a Monaco di Baviera.[1] Nel marzo del 2009, Dayan è stato incriminato con l'accusa di uso di droghe e di violenze sulla propria fidanzata. Sulla scia di una precedente condanna per possesso di droghe, ha ricevuto una sospensione condizionale della pena e, in seguito al patteggiamento, è stato condannato a 200 ore di lavori socialmente utili. Dayan ammise di essere in possesso di cocaina per uso personale.[2] Nel novembre del 2009, Dayan è stato colpito da un forte attacco cardiaco e sottoposto ad un'angioplastica presso l'Ichilov Hospital a Tel Aviv.[3]

La sorella di Dayan è la scrittrice e politica Yael Dayan.[4] Assi Dayan si è sposato tre volte e ha avuto quattro figli: Amalia, Avner, Lior Dayan e Assia Neumann. La sua figlia Amalia, nata da Dayan e Aharona Melkind, è un'importante collezionista d'arte.[5] Lior Dayan, nato da Dayan e dall'attrice britannica Caroline Langford, è uno scrittore e giornalista.[6] Nel 1999, la moglie di Dayan, Vered Tandler-Dayan, ha realizzato un documentario su Assi Dayan, intitolato Living, Period.[7]

CarrieraModifica

Nel 1967 Dayan si è affermato come attore cinematografico e come icona israeliana nel film Hu Halach B'Sadot, un adattamento di Yosef Millo di un romanzo di Moshe Shamir. Nello stesso anno è apparso nel film Sayarim di Micha Shagrir, su un gruppo di combattenti d'élite in missione per catturare il comandante di una squadra fedayyin.[1] Nel 1969, Dayan ha recitato nel film statunitense Di pari passo con l'amore e la morte, diretto da John Huston, insieme alla figlia di quest'ultimo.[8] Ha interpretato Giora Geter, proprietario di un pub di Tel Aviv, nel film Ad Sof Halaylah di Eitan Green.[1] Nel 1984, Dayan ha un ruolo secondario come prigioniero nel film Oltre le sbarre di Uri Barbash, descritto come un'importante pietra miliare del cinema israeliano sulla politica.[1] Altri ruoli comprendono quello di Shuki nel film La notte dei falchi, su un raid israeliano ad Entebbe, candidato ad un Oscar al miglior film straniero.[1]

Nel 1976 Assi Dayan ha diretto il film Giv'at Halfon Eina Ona, una commedia su un gruppo di uomini che lavora come riserva militare nella penisola del Sinai. Nel 1992 Dayan ha sceneggiato e diretto Ha-Chayim Al-Pi Agfa, un film che mostra la vita in un pub di Tel Aviv e che è una critica molto dura della società israeliana del tempo. La pellicola è stata candidata ad un Orso d'oro al Festival internazionale del cinema di Berlino del 1993 e ha vinto la "Menzione d'onore".[9]

Tra il 2005 e il 2008, Dayan ha interpretato il ruolo protagonista nella serie televisiva israeliana BeTipul, quello dello psicologo Reuven Dagan, per un totale di 80 episodi. Il suo personaggio è stato interpretato da Gabriel Byrne nell'adattamento statunitense In Treatment, trasmesso da HBO.[3]

FilmografiaModifica

AttoreModifica

Sceneggiatore e registaModifica

SceneggiatoreModifica

RegistaModifica

NoteModifica

  1. ^ a b c d e (EN) Uri Klein, Long night's journey into day, Haaretz, 17 settembre 2009. URL consultato il 15 luglio 2011.
  2. ^ (EN) TA court charges Assi Dayan with assault, The Jerusalem Post, 29 marzo 2009. URL consultato il 15 luglio 2011.
  3. ^ a b (EN) Israeli actor director Assi Dayan suffers severe heart attack, Haaretz, 17 novembre 2009. URL consultato il 15 luglio 2011.
  4. ^ Ruta Kupfer, That you will remember your love for him, Haaretz, 16 marzo 2006. URL consultato il 15 luglio 2011.
  5. ^ (EN) Grapevine: The Wedding Show, The Jerusalem Post, 29 giugno 2006. URL consultato il 15 luglio 2011.
  6. ^ (EN) Yuval Goren, Remand of actor Assi Dayan for domestic violence extended, Haaretz, 28 marzo 2009. URL consultato il 15 luglio 2011.
  7. ^ Living, Period, IMDb. URL consultato il 15 luglio 2011.
  8. ^ (EN) Assi Dayan, Film Movement. URL consultato il 15 luglio 2011 (archiviato dall'url originale l'11 luglio 2011).
  9. ^ (EN) Berlinale: 1993 Prize Winners, berlinale.de. URL consultato il 30 maggio 2011.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN55739773 · ISNI (EN0000 0001 1444 6802 · LCCN (ENn89121226 · GND (DE141979240 · BNF (FRcb12461559n (data) · WorldCat Identities (ENn89-121226