Apri il menu principale

L'Assistenza domiciliare epatologica è destinata ai malati di cirrosi epatica, scompensati e limitati nell'autosufficienza, possono essere assistiti a domicilio facendo riferimento ai Servizi distrettuali dell'ASL che deve essere la sede organizzativa di tutte le cure territoriali e, in particolare, dell'assistenza domiciliare integrata.

Tra gli elementi indispensabili per erogare cure domiciliari ricordiamo il Servizio infermieristico distrettuale e la disponibilità dei medici di medicina generale.

Gli ambulatori, il day-hospital e il reparto di degenza delle Unità Operative ospedaliere competenti (Gastroenterologia, Medicina interna, Malattie infettive) possono essere a disposizione di questi pazienti durante tutte le fasi della malattia e per garantire la necessaria continuità assistenziale.

A domicilio i pazienti possono essere trattati per l'ascite (con diuretici, paracentesi, infusione di albumina), l'encefalopatia (con la dieta, enteroclismi, fleboclisi), le infezioni (con antibiotici). Il coma epatico, le gravi infezioni come la peritonite batterica spontanea, la sindrome epato-renale e le emorragie non possono essere trattate a domicilio.