Apri il menu principale

Associazione Calcio Milan 2006-2007

1leftarrow blue.svgVoce principale: Associazione Calcio Milan.

Associazione Calcio Milan
AC Milan team celebrate.jpg
I giocatori del Milan festeggiano la vittoria della Champions League
Stagione 2006-2007
AllenatoreItalia Carlo Ancelotti
All. in secondaItalia Mauro Tassotti
PresidenteItalia Silvio Berlusconi
Serie A4º posto[1]
Coppa ItaliaSemifinale
Champions LeagueVincitore (in Champions League)[1]
Maggiori presenzeCampionato: Pirlo (34)
Totale: Pirlo (52)
Miglior marcatoreCampionato: Gilardino (12)
Totale: Kaká (18)
StadioGiuseppe Meazza
Abbonati37 297[2]
Maggior numero di spettatori78 921 vs Inter
(28 ottobre 2006)
Minor numero di spettatori1 833 vs Brescia
(8 novembre 2006)
Media spettatori47 117[3]

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti l'Associazione Calcio Milan nelle competizioni ufficiali della stagione 2006-2007.

StagioneModifica

 
Il brasiliano Ricardo Oliveira, acquistato per sostituire Andriy Shevchenko, non sarà in grado di ripagare le aspettative della società.

Alla fine di maggio 2006 il Milan cede Rui Costa, il quale rescinde consensualmente il contratto per trasferirsi al Benfica, Jaap Stam, che torna nei Paesi Bassi, e Andriy Shevchenko, passato al Chelsea. La clamorosa partenza dell'attaccante ucraino genera grande disappunto tra i tifosi e nella stessa dirigenza, che prende atto della volontà del calciatore di lasciare il Milan. Per la sua sostituzione la società ingaggia il brasiliano Ricardo Oliveira dal Betis Siviglia. Altri acquisti estivi sono Daniele Bonera, Yoann Gourcuff, mentre viene ingaggiato lo svincolato Giuseppe Favalli.[4]

Pochi giorni più tardi, il 15 giugno, l'assemblea dei soci elegge per acclamazione Silvio Berlusconi presidente del Milan dopo un'assenza che durava dal 28 dicembre 2004, a seguito delle dimissioni per il divieto posto dalla legge Frattini.

A Berlino, il 9 luglio, cinque giocatori del Milan (Inzaghi, Nesta, Pirlo, Gattuso e Gilardino) si laureano Campioni del mondo con la Nazionale italiana, vincendo in finale contro la Francia i Mondiali di calcio in Germania.[5]

Alla metà di agosto del 2006 il Milan, nell'ambito del processo per lo scandalo del calcio italiano, viene nuovamente deferito dal procuratore Palazzi per responsabilità oggettiva. L'addetto agli arbitri Leonardo Meani è deferito per omessa denuncia riguardo a una presunta combine nella partita Arezzo-Salernitana della Serie B 2004-2005. Il 2 agosto la UEFA decide di ammettere con riserva il Milan al terzo turno preliminare della Champions League 2006-2007 contro la Stella Rossa. Superato abbastanza agevolmente il terzo turno preliminare (1-0 a San Siro e 2-1 a Belgrado), il Milan accede alla fase a gironi della competizione per l'ottava volta negli ultimi dieci anni.[6]

 
Formazione iniziale del Milan laureatosi campione d'Europa 2007 nella finale di Champions League di Atene.

Dopo un inizio in campionato favorevole, che consente alla squadra di azzerare rapidamente la penalizzazione di 8 punti, i rossoneri perdono alcuni match e si trovano lontani dalla vetta della classifica già a novembre.[7] La crisi di gioco e di risultati è addebitabile, secondo pareri diffusi, alla mancata preparazione fisica estiva per via dell'improvviso obbligo di disputare il terzo turno preliminare di Champions League.

Nella principale competizione europea, il club si impone nel suo girone eliminatorio composto da AEK Atene (battuto 3-1), Anderlecht (sconfitto 4-1 e 1-0) e Lille conquistando con due turni d'anticipo il primo posto (raggiunto per il quinto anno consecutivo) e conseguentemente, l'accesso agli ottavi di finale.[8]

Nel nuovo anno il rendimento della squadra migliora. La dirigenza, criticata per non avere adeguatamente sostituito Shevchenko durante il calciomercato estivo, lasciando la squadra priva di un vero bomber, a gennaio porta in rossonero il fuoriclasse brasiliano Ronaldo, proveniente dal Real Madrid ed ex calciatore dell'Inter, ma che non può giocare nelle competizioni europee,[9] ma che aiuterà la squadra in campionato siglando 7 reti in 14 presenze. Viene inoltre acquistato il campione del mondo Massimo Oddo dalla Lazio[4].

 
Clarence Seedorf risulta fondamentale nella vittoria della Champions League con alcuni gol decisivi.

Per il prosieguo in Champions League, vista la scarsa propensione realizzativa di Oliveira (che chiuderà la stagione con 5 reti in 37 presenze), il tecnico Ancelotti torna al 4-3-2-1 già caratterizzante le prime due fasi della massima competizione europea nel 2002-2003 e parte del campionato 2003-2004: sacrifica una punta per inserire un centrocampista in più (Ambrosini) e sposta Seedorf sulla linea della trequarti accanto a Kakà.[10] Intanto Kaká si rivela sempre più l'uomo chiave della squadra, apportando fra l'altro un fondamentale contributo in termini realizzativi come mai aveva fatto fino a ora. Mentre in Coppa Italia il club di via Turati è eliminato in semifinale dalla Roma, poi vincitrice della competizione, dopo aver avuto la meglio agli ottavi sul Brescia e ai quarti sull'Arezzo, in ambito europeo il Milan prosegue il proprio cammino superando (0-0 e 1-0 a San Siro) il Celtic negli ottavi di finale. Eliminato il Bayern Monaco (2-2 a San Siro firmato Pirlo e Kaká e 2-0 all'Allianz Arena con reti di Seedorf e Inzaghi), il Diavolo approda alle semifinali di Champions per la terza stagione consecutiva (quarta semifinale nelle ultime cinque stagioni). Qui supera il Manchester United che, dopo avere avuto la meglio nella gara d'andata all'Old Trafford (3-2), viene nettamente sconfitto per 3-0 a San Siro nel ritorno subendo i gol di Kaká (già autore di una doppietta all'andata), Seedorf e Gilardino.

Il club rossonero conquista così l'accesso all'undicesima finale della propria storia in Coppa Campioni/Champions League, la terza negli ultimi cinque anni, confermandosi protagonista assoluto della competizione, secondo club europeo nella classifica delle finali disputate alle spalle del Real Madrid (dodici). Nella finale dello Stadio Olimpico di Atene, il 23 maggio, i rossoneri si ritrovano opposti al Liverpool, come nel 2005. È la seconda volta nella storia della Coppa dei Campioni/Champions League che due squadre si affrontano in finale a pochi anni di distanza.[11] A differenza della finale di Istanbul di due anni prima, questa volta a vincere è il Milan, che batte per 2-1 gli inglesi al termine di una partita equilibrata, in cui i rossoneri sanno sfruttare al meglio le occasioni da gol create. Alla doppietta di Filippo Inzaghi segue, nel finale, il gol del Liverpool con Dirk Kuijt, che non impedisce al capitano Paolo Maldini di sollevare nuovamente, a quattro anni di distanza, la sua quinta Coppa dei Campioni, la settima per il club di via Turati, la quinta in vent'anni per il club rossonero. Kaká si laurea inoltre capocannoniere del torneo con 10 gol.[8]

In campionato, dove perde entrambi i derby a venticinque anni di distanza dall'ultima volta, il primo per 3-4 e il secondo per 2-1, il club raggiunge l'obiettivo minimo stagionale, il piazzamento tra le prime quattro, con due turni di anticipo. I rossoneri non riusciranno, sia per la penalizzazione per lo scandalo del calcio sia per propri demeriti, a tenere il passo record dell'Inter campione d'Italia, che distanzierà il Milan di 36 punti (compresi gli otto di penalizzazione).[12]

Alla fine della stagione, all'età di 41 anni, si ritira dall'attività agonistica il vice-capitano Alessandro Costacurta, uno dei simboli storici della squadra degli ultimi venti anni. Il 13 maggio, nella gara contro il Catania, Paolo Maldini raggiunge le 600 presenze in Serie A, primo calciatore a toccare questa quota[13][14] e con l'ottava finale di Coppa dei Campioni/Champions League, uguaglia il record di finali disputate, stabilito precedentemente dallo spagnolo Francisco Gento con il Real Madrid.[15]

Maglie e sponsorModifica

Lo sponsor tecnico per la stagione 2006-2007 è Adidas, mentre lo sponsor ufficiale è Bwin. La divisa è una maglia a strisce verticali della stessa dimensione, rosse e nere, con pantaloncini bianchi a risvolti rosso neri e calzettoni neri con risvolti rossi. La divisa di riserva è completamente bianca, mentre la terza divisa è a maglia e pantaloncini neri con calzettoni neri, tutto con risvolti rossi.

Casa
Trasferta
Terza divisa

Organigramma societarioModifica

Dal sito internet ufficiale della società.[16]

Area direttiva

Area organizzativa

  • Team manager: Vittorio Mentana

Area comunicazione

  • Direttore comunicazione: Vittorio Mentana
  • Vicedirettore comunicazione: Giuseppe Sapienza

Area marketing

  • Ufficio marketing: Laura Masi

Area tecnica

Area sanitaria

  • Responsabile sanitario: Armando Gozzini
  • Medici sociali: Jean Pierre Meersseman (coordinatore), Massimo Manara
  • Fisioterapisti: Giorgio Puricelli, Tomislav Vrbnjak
  • Massofisioterapisti: Marco Paesanti, Cristiano Parolini, Roberto Morosi
  • Massaggiatori: Roberto Boerci, Endo Tomonori

RosaModifica

CalciomercatoModifica

Sessione estiva (dall'1/7 all'1/9)Modifica

Acquisti
R. Nome da Modalità
P Christian Abbiati Juventus fine prestito
P Ferdinando Coppola svincolato
D Ignazio Abate Piacenza fine prestito
D Luca Antonini Sampdoria riscatto comproprietà[19]
D Daniele Bonera Parma definitivo[20]
D Giuseppe Favalli svincolato
D Romano Perticone Pizzighettone fine prestito
C Catilina Aubameyang Chiasso fine prestito
C Cristian Brocchi Fiorentina fine prestito[21]
C Samuele Dalla Bona Sampdoria fine prestito
C Massimo Donati Messina fine prestito
C Pasquale Foggia Ascoli fine prestito
C Yoann Gourcuff Rennes definitivo (3 milioni €)[22]
A Marco Borriello Treviso fine prestito
A Alessandro Matri Lumezzane fine prestito
A Ricardo Oliveira Real Betis definitivo (17 milioni €)[23]
Cessioni
R. Nome a Modalità
P Christian Abbiati Torino prestito[24]
P Ferdinando Coppola Piacenza prestito
D Ignazio Abate Modena prestito
D Luca Antonini Siena prestito
D Davide Astori Pizzighettone prestito
D Lino Marzorati Empoli prestito
D Romano Perticone Verona prestito
D Jaap Stam Ajax definitivo
C Catilina Aubameyang FC 105 Libreville definitivo
C Samuele Dalla Bona Napoli definitivo
C Massimo Donati Atalanta prestito
C Pasquale Foggia Lazio prestito
C Rui Costa svincolato
C Johann Vogel Real Betis definitivo
A Márcio Amoroso Corinthians definitivo
A Matteo Ardemagni Perugia prestito
A Vitali Kutuzov Sampdoria riscatto comproprietà
A Alessandro Matri Rimini prestito
A Andriy Shevchenko Chelsea definitivo (42 milioni €)[25][26][27]

Sessione invernale (dal 7/1 al 2/2)Modifica

Acquisti
R. Nome da Modalità
P Marco Storari Messina definitivo
D Leandro Grimi Racing Club definitivo (2 milioni €)[28]
D Massimo Oddo Lazio definitivo (7,7 milioni €)[29]
A Matteo Ardemagni Perugia fine prestito
A Ronaldo Real Madrid definitivo (7,5 milioni €)[30]
Cessioni
R. Nome a Modalità
C Pasquale Foggia Lazio definitivo
A Matteo Ardemagni Pizzighettone prestito

RisultatiModifica

Serie AModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Serie A 2006-2007.

Girone di andataModifica

Milano
10 settembre 2006, ore 15:00 CEST
1ª giornata
Milan2 – 1
referto
LazioStadio Giuseppe Meazza (44.770 spett.)
Arbitro:  Bertini (Arezzo)

Parma
17 settembre 2006, ore 20:30 CEST
2ª giornata
Parma0 – 2
referto
MilanStadio Ennio Tardini (19.746 spett.)
Arbitro:  Trefoloni (Siena)

Milano
20 settembre 2006, ore 20:30 CEST
3ª giornata
Milan1 – 0
referto
AscoliStadio Giuseppe Meazza (43.085 spett.)
Arbitro:  Dondarini (Finale Emilia)

Livorno
23 settembre 2006, ore 18:00 CEST
4ª giornata
Livorno0 – 0
referto
MilanStadio Armando Picchi (12.456 spett.)
Arbitro:  Ayroldi (Molfetta)

Milano
1º ottobre 2006, ore 15:00 CEST
5ª giornata
Milan0 – 0
referto
SienaStadio Giuseppe Meazza (44.658 spett.)
Arbitro:  Stefanini (Prato)

Genova
15 ottobre 2006, ore 18:00 CEST
6ª giornata
Sampdoria1 – 1
referto
MilanStadio Luigi Ferraris (25.334 spett.)
Arbitro:  Rosetti (Torino)

Milano
22 ottobre 2006, ore 20:30 CEST
7ª giornata
Milan0 – 2
referto
PalermoStadio Giuseppe Meazza (50.028 spett.)
Arbitro:  Rocchi (Firenze)

Verona
25 ottobre 2006, ore 20:30 CEST
8ª giornata
Chievo0 – 1
referto
MilanStadio Marcantonio Bentegodi (12.343 spett.)
Arbitro:  Rizzoli (Bologna)

Milano
28 ottobre 2006, ore 20:30 CEST
9ª giornata
Milan3 – 4
referto
InterStadio Giuseppe Meazza (78.921 spett.)
Arbitro:  Farina (Novi Ligure)

Bergamo
5 novembre 2006, ore 15:00 CET
10ª giornata
Atalanta2 – 0
referto
MilanStadio Atleti Azzurri d'Italia (23.799 spett.)
Arbitro:  Pieri (Lucca)

Milano
11 novembre 2006, ore 20:30 CET
11ª giornata
Milan1 – 2
referto
RomaStadio Giuseppe Meazza (55.322 spett.)
Arbitro:  Messina (Bergamo)

Empoli
18 novembre 2006, ore 18:00 CET
12ª giornata
Empoli0 – 0
referto
MilanStadio Carlo Castellani (7.337 spett.)
Arbitro:  Tagliavento (Terni)

Milano
25 novembre 2006, ore 20:30 CET
13ª giornata
Milan1 – 0
referto
MessinaStadio Giuseppe Meazza (42.515 spett.)
Arbitro:  Gava (Conegliano)

Cagliari
3 dicembre 2006, ore 15:00 CET
14ª giornata
Cagliari2 – 2
referto
MilanStadio Sant'Elia (20.200[31] spett.)
Arbitro:  Brighi (Cesena)

Milano
10 dicembre 2006, ore 15:00 CET
15ª giornata
Milan0 – 0
referto
TorinoStadio Giuseppe Meazza (50.422 spett.)
Arbitro:  Girardi (San Donà di Piave)

Firenze
16 dicembre 2006, ore 18:00 CET
16ª giornata
Fiorentina2 – 2
referto
MilanStadio Artemio Franchi (41.578 spett.)
Arbitro:  Saccani (Mantova)

Milano
20 dicembre 2006, ore 20:30 CET
17ª giornata
Milan3 – 0
referto
CataniaStadio Giuseppe Meazza (41.232 spett.)
Arbitro:  Dondarini (Finale Emilia)

Udine
23 dicembre 2006, ore 15:00 CET
18ª giornata
Udinese0 – 3
referto
MilanStadio Friuli (18.369 spett.)
Arbitro:  Rizzoli (Bologna)

Milano
14 gennaio 2007, ore 15:00 CET
19ª giornata
Milan3 – 1
referto
RegginaStadio Giuseppe Meazza (43.996 spett.)
Arbitro:  Ayroldi (Molfetta)

Girone di ritornoModifica

Roma
21 gennaio 2007, ore 20:30 CET
20ª giornata
Lazio0 – 0
referto
MilanStadio Olimpico (28.948 spett.)
Arbitro:  Saccani (Mantova)

Milano
28 gennaio 2007, ore 15:00 CET
21ª giornata
Milan1 – 0
referto
ParmaStadio Giuseppe Meazza (41.752 spett.)
Arbitro:  Gava (Conegliano)

Ascoli Piceno
18 aprile 2007, ore 17:00 CEST
22ª giornata[32]
Ascoli2 – 5
referto
MilanStadio Cino e Lillo Del Duca (15.004 spett.)
Arbitro:  Ayroldi (Molfetta)

Milano
11 febbraio 2007, ore 15:00 CET
23ª giornata
Milan2 – 1
referto
LivornoStadio Giuseppe Meazza (37.297 spett.)
Arbitro:  Rosetti (Torino)

Siena
16 febbraio 2007, ore 16:00 CET
24ª giornata
Siena3 – 4
referto
MilanStadio Artemio Franchi - Montepaschi Arena (11.261 spett.)
Arbitro:  Messina (Bergamo)

Milano
25 febbraio 2007, ore 20:30 CET
25ª giornata
Milan1 – 0
referto
SampdoriaStadio Giuseppe Meazza (39.168 spett.)
Arbitro:  Ayroldi (Molfetta)

Palermo
28 febbraio 2007, ore 15:00 CET
26ª giornata
Palermo0 – 0
referto
MilanStadio Renzo Barbera (25.361 spett.)
Arbitro:  Trefoloni (Siena)

Milano
4 marzo 2007, ore 20:30 CET
27ª giornata
Milan3 – 1
referto
ChievoStadio Giuseppe Meazza (41.072 spett.)
Arbitro:  Tagliavento (Terni)

Milano
11 marzo 2007, ore 15:00 CET
28ª giornata
Inter2 – 1
referto
MilanStadio Giuseppe Meazza (63.681 spett.)
Arbitro:  Rizzoli (Bologna)

Milano
18 marzo 2007, ore 15:00 CET
29ª giornata
Milan1 – 0
referto
AtalantaStadio Giuseppe Meazza (45.491 spett.)
Arbitro:  Saccani (Mantova)

Roma
31 marzo 2007, ore 20:30 CEST
30ª giornata
Roma1 – 1
referto
MilanStadio Olimpico (43.830 spett.)
Arbitro:  Messina (Bergamo)

Milano
7 aprile 2007, ore 20:30 CEST
31ª giornata
Milan3 – 1
referto
EmpoliStadio Giuseppe Meazza (45.566 spett.)
Arbitro:  Trefoloni (Siena)

Messina
15 aprile 2007, ore 15:00 CEST
32ª giornata
Messina1 – 3
referto
MilanStadio San Filippo (17.521 spett.)
Arbitro:  Rosetti (Torino)

Milano
21 aprile 2007, ore 20:30 CEST
33ª giornata
Milan3 – 1
referto
CagliariStadio Giuseppe Meazza (43.728 spett.)
Arbitro:  Bergonzi (Genova)

Torino
28 aprile 2007, ore 18:00 CEST
34ª giornata
Torino0 – 1
referto
MilanStadio Olimpico (22.539 spett.)
Arbitro:  Messina (Bergamo)

Milano
6 maggio 2007, ore 15:00 CEST
35ª giornata
Milan0 – 0
referto
FiorentinaStadio Giuseppe Meazza (55.078 spett.)
Arbitro:  Rosetti (Torino)

Bologna
13 maggio 2007, ore 15:00 CEST
36ª giornata
Catania1 – 1
referto
MilanStadio Renato Dall'Ara[33] (5.000 spett.)
Arbitro:  Saccani (Mantova)

Milano
19 maggio 2007, ore 18:00 CEST
37ª giornata
Milan2 – 3
referto
UdineseStadio Giuseppe Meazza (51.124 spett.)
Arbitro:  Gervasoni (Mantova)

Reggio Calabria
27 maggio 2007, ore 15:00 CEST
38ª giornata
Reggina2 – 0
referto
MilanStadio Oreste Granillo (20.835 spett.)
Arbitro:  Rocchi (Firenze)

Coppa ItaliaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 2006-2007.

Ottavi di finaleModifica

Milano
8 novembre 2006, ore 20:30 CET
Andata
Milan4 – 2
referto
BresciaStadio Giuseppe Meazza (1.833 spett.)
Arbitro:  Mazzoleni (Bergamo)

Brescia
28 novembre 2006, ore 21:00 CET
Ritorno
Brescia1 – 2
referto
MilanStadio Mario Rigamonti (3.000 spett.)
Arbitro:  Bergonzi (Genova)

Quarti di finaleModifica

Milano
11 gennaio 2007, ore 21:00 CET
Andata
Milan2 – 0
referto
ArezzoStadio Giuseppe Meazza (3.822 spett.)
Arbitro:  De Marco (Chiavari)

Arezzo
18 gennaio 2007, ore 21:00 CET
Ritorno
Arezzo1 – 0
referto
MilanStadio Città di Arezzo (8.882 spett.)
Arbitro:  Pantana (Macerata)

SemifinaliModifica

Milano
25 gennaio 2007, ore 21:15 CET
Andata
Milan2 – 2
referto
RomaStadio Giuseppe Meazza (6.045 spett.)
Arbitro:  Bertini (Arezzo)

Roma
31 gennaio 2007, ore 21:15 CET
Ritorno
Roma3 – 1
referto
MilanStadio Olimpico (39.249 spett.)
Arbitro:  Rizzoli (Bologna)

Champions LeagueModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: UEFA Champions League 2006-2007.

Terzo turno preliminareModifica

Milano
9 agosto 2006, ore 20:45 CEST
Andata
Milan1 – 0
referto
Stella RossaStadio Giuseppe Meazza (70.510[34] spett.)
Arbitro:   Wegereef

Belgrado
22 agosto 2006, ore 21:00 CEST
Ritorno
Stella Rossa1 – 2
referto
MilanStadio Stella Rossa (50.000[35] spett.)
Arbitro:   Bo Larsen

Fase a gironiModifica

Girone di andataModifica
Milano
13 settembre 2006, ore 20:45 CEST
1ª giornata – Gruppo H
Milan3 – 0
referto
AEK AteneStadio Giuseppe Meazza (31.836[36] spett.)
Arbitro:   Riley

Lens
26 settembre 2006, ore 20:45 CEST
2ª giornata – Gruppo H
Lilla0 – 0
referto
MilanStadio Félix-Bollaert (40.000[37] spett.)
Arbitro:   Mejuto

Anderlecht
17 ottobre 2006, ore 20:45 CEST
3ª giornata – Gruppo H
Anderlecht0 – 1
referto
MilanStadio Constant Vanden Stock (26.000[38] spett.)
Arbitro:   Medina

Girone di ritornoModifica
Milano
1º novembre 2006, ore 20:45 CET
4ª giornata – Gruppo H
Milan4 – 1
referto
AnderlechtStadio Giuseppe Meazza (37.768[39] spett.)
Arbitro:   Fandel

Atene
21 novembre 2006, ore 20:45 CET
5ª giornata – Gruppo H
AEK Atene1 – 0
referto
MilanStadio Olimpico (60.000[40] spett.)
Arbitro:   Braamhaar

Milano
6 dicembre 2006, ore 20:45 CET
6ª giornata – Gruppo H
Milan0 – 2
referto
LillaStadio Giuseppe Meazza (27.067[41] spett.)
Arbitro:   Poll

Ottavi di finaleModifica

Glasgow
20 febbraio 2007, ore 20:45 CET
Andata
Celtic0 – 0
referto
MilanCeltic Park (58.785[42] spett.)
Arbitro:   Hauge

Milano
7 marzo 2007, ore 20:45 CET
Ritorno
Milan1 – 0
(d.t.s.)
referto
CelticStadio Giuseppe Meazza (52.914[43] spett.)
Arbitro:   Plautz

Quarti di finaleModifica

Milano
3 aprile 2007, ore 20:45 CEST
Andata
Milan2 – 2
referto
Bayern MonacoStadio Giuseppe Meazza (67.500[44] spett.)
Arbitro:   Baskakov

Monaco di Baviera
11 aprile 2007, ore 20:45 CEST
Ritorno
Bayern Monaco0 – 2
referto
MilanAllianz Arena (66.000[45] spett.)
Arbitro:   Mejuto

SemifinaliModifica

Manchester
24 aprile 2007, ore 20:45 CEST
Andata
Manchester Utd3 – 2
referto
MilanOld Trafford (73.820[46] spett.)
Arbitro:   Vassaras

Milano
2 maggio 2007, ore 20:45 CEST
Ritorno
Milan3 – 0
referto
Manchester UtdStadio Giuseppe Meazza (67.500[47] spett.)
Arbitro:   De Bleeckere

FinaleModifica

Atene
23 maggio 2007, ore 20:45 CEST
Gara unica
Milan2 – 1
referto
LiverpoolStadio Olimpico (63.000[48] spett.)
Arbitro:   Fandel

StatisticheModifica

Statistiche di squadraModifica

Competizione Punti In casa In trasferta Totale DR
G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs
  Serie A 61[49] 19 12 3 4 30 17 19 7 9 3 27 19 38 19 12 7 57 36 +21
  Coppa Italia semifinale 3 2 1 0 8 4 3 1 0 2 3 5 6 3 1 2 11 9 +2
  Champions League vincitore 7 5 1 1 14 5 7 3 2 2 7 5 15[50] 9 3 3 23 11 +12
Totale - 29 19 5 5 52 26 29 11 11 7 37 29 59 31 16 12 91 56 +35

Andamento in campionatoModifica

Giornata 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38
Luogo C T C T C T C T C T C T C T C T C T C T C T C T C T C T C T C T C T C T C T
Risultato V V V N N N P V P P P N V N N N V V V N V V V V V N V P V N V V V V N N P P
Posizione 18 17 12 13 13 14 15 13 14 16 17 15 15 15 15 14 13 12 9 9 9 7 5 5 4 6 6 6 5 6 4 4 4 3 4 4 4 4

Fonte: Serie A – Classifiche, su legaseriea.it.
Legenda:
Luogo: C = Casa; T = Trasferta. Risultato: V = Vittoria; N = Pareggio; P = Sconfitta.

Statistiche dei giocatori[51]Modifica

Giocatore Serie A Coppa Italia Champions League Totale
                               
Ambrosini, M. M. Ambrosini 1923030101202034260
Antonelli, L. L. Antonelli 1000200000003000
Bonera, D. D. Bonera 2509050006011360101
Borriello, M. M. Borriello 91002210300014310
Bottini, G. G. Bottini 0000100000001000
Brocchi, C. C. Brocchi 291315110800042241
Cafu, Cafu 240303010800035040
Costacurta, A. A. Costacurta 31105010300011120
Darmian, M. M. Darmian 1000100000002000
Di Gennaro, D. D. Di Gennaro 1000000000001000
Dida, Dida 25-19003-50013-90041-3300
Favalli, G. G. Favalli 152203000400022220
Fiori, V. V. Fiori 0-0000-0000-0000-000
Gattuso, G. G. Gattuso 30190400013030471120
Gilardino, A. A. Gilardino 301240420011230451670
Gourcuff, Y. Y. Gourcuff 211404000710032240
Grimi, L. L. Grimi 3000100000004000
Guerci, A. A. Guerci 1000000000001000
Inzaghi, F. F. Inzaghi 20230530012620371150
Jankulovski, M. M. Jankulovski 3333041001320050630
Kaká, Kaká 318102000151020481830
Kalac, Ž. Ž. Kalac 10-10003-3003-20016-1500
Kaladze, K. K. Kaladze 181011000701026111
Lunati, M. M. Lunati 0000100000001000
Maldini, P. P. Maldini 181100000902027130
Nesta, A. A. Nesta 140100000800022010
Oddo, M. M. Oddo 101011000700018101
Oliveira, R. R. Oliveira 263405200601037550
Pirlo, A. A. Pirlo 3425140101411052371
Ronaldo, Ronaldo 147100000000014710
Seedorf, C. C. Seedorf 32720500014310511030
Serginho, Serginho 6010000030009010
Simic, D. D. Šimić 220306000600034030
Storari, M. M. Storari 3-7000-0000-0003-700

NoteModifica

  1. ^ a b La vittoria della Champions League ha permesso alla squadra di essere ammessa direttamente al tabellone principale senza passare dal terzo turno preliminare dovuto alla quarta posizione in campionato.
  2. ^ Statistiche Spettatori Serie A 2006-2007, su stadiapostcards.com.
  3. ^ Dati che riguardano il solo campionato. Spettatori Serie A 2006-2007, stadiapostcards.com. URL consultato il 26 settembre 2010.
  4. ^ a b Rosa squadra - Milan Serie A anno 2013-2014[collegamento interrotto], calciatori.com.
  5. ^ Favola azzurra, Italia Campione del Mondo, in Corriere della Sera, 7 settembre 2006.
  6. ^ UEFA Champions League 2006/07, UEFA.com.
  7. ^ Stagione 2006 - 2007, acmilan.com (archiviato dall'url originale il 5 giugno 2007).
  8. ^ a b UEFA Champions League 2006/07, UEFA.com.
  9. ^ A causa della regola UEFA che impedisce a un giocatore già sceso in campo in una competizione europea con una squadra, di giocare con un altro club nella stessa competizione.
  10. ^ Forza Milan, speciale giugno 2007, Panini
  11. ^ La stessa cosa accadde tra Real Madrid e Stade Reims, avversarie nel 1956 e nel 1959
  12. ^ Classifica, in legaseriea.it.
  13. ^ Nel computo non è incluso lo spareggio per l'accesso in Coppa UEFA del 1987 contro la Sampdoria.
  14. ^ Squadre, in legaseriea.it.
  15. ^ Speciale Goal.com - Maldini, come te non c'è NESSUNO! Ecco i suoi RECORD!, in Goal.com.
  16. ^ Staff tecnico sul sito ufficiale, acmilan.com. URL consultato il 20 giugno 2011 (archiviato dall'url originale il 30 ottobre 2006).
  17. ^ a b c d Acquistato durante la sessione invernale di calciomercato.
  18. ^ a b c d e f Aggregato alla prima squadra dalla formazione Primavera.
  19. ^ Roma, c'è Pizarro. E ora l'affare Chivu. Per Quagliarella si va alle buste, la Repubblica, 20 giugno 2007. URL consultato il 28 aprile 2010 (archiviato dall'url originale il 27 giugno 2007).
  20. ^ Bonera: "Milan, il massimo", La Gazzetta dello Sport, 29 luglio 2006. URL consultato il 23 ottobre 2010.
  21. ^ Filippo Di Chiara, Brocchi, riecco il Milan, La Gazzetta dello Sport, 18 giugno 2006. URL consultato il 14 maggio 2009.
  22. ^ Il Milan riscopre Gourcuff, tuttomercatoweb.com, 14 ottobre 2008. URL consultato il 27 novembre 2008.
  23. ^ Ufficiale: Oliveira è del Milan, Tgcom, 31 agosto 2006. URL consultato il 23 ottobre 2010 (archiviato dall'url originale il 29 aprile 2011).
  24. ^ Francesco Tanilli, Il Torino soffia Abbiati alla Juventus, la Repubblica, 18 luglio 2006. URL consultato il 23 febbraio 2010.
  25. ^ Relazioni e bilancio al 31 dicembre 2006 - Gruppo Milan (PDF)[collegamento interrotto], dropbox.com, 27 aprile 2007, p. 14. URL consultato il 21 aprile 2012.
  26. ^ Marco Guidi, Inter prima anche nei debiti. Passivo 2006 di 181 milioni, il Giornale, 25 giugno 2007. URL consultato il 21 aprile 2012.
  27. ^ Stefano Cantalupi, Shevchenko e i suoi fratelli. Il mercato degli scontenti, La Gazzetta dello Sport, 15 ottobre 2007. URL consultato il 21 aprile 2012.
  28. ^ Grimi: "Sarò il nuovo Maldini", La Gazzetta dello Sport, 28 dicembre 2006. URL consultato l'11 luglio 2010.
  29. ^ Accordo nella notte: Oddo è del Milan, La Gazzetta dello Sport, 22 gennaio 2007. URL consultato l'11 luglio 2010.
  30. ^ Carlo Laudisa, Antonino Morici, Ronaldo a Milano: "Il Milan è un sogno", La Gazzetta dello Sport, 30 gennaio 2007. URL consultato l'11 luglio 2010.
  31. ^ Cagliari-Milan 2-2, La Gazzetta dello Sport, 3 dicembre 2006. URL consultato il 24 dicembre 2010.
  32. ^ Originariamente fissata per il 4 febbraio 2007 e poi rinviata in seguito agli scontri di Catania.
  33. ^ Partita disputata sul campo neutro di Bologna per la squalifica dello Stadio Angelo Massimino in seguito agli scontri di Catania.
  34. ^ Milan-Stella Rossa Belgrado 1-0, La Gazzetta dello Sport, 9 agosto 2006. URL consultato il 24 dicembre 2010.
  35. ^ Stella Rossa Belgrado-Milan 1-2, La Gazzetta dello Sport, 22 agosto 2006. URL consultato il 24 dicembre 2010.
  36. ^ Milan-Aek Atene 3-0, La Gazzetta dello Sport, 13 settembre 2006. URL consultato il 24 dicembre 2010.
  37. ^ Lille-Milan 0-0, La Gazzetta dello Sport, 26 settembre 2006. URL consultato il 24 dicembre 2010.
  38. ^ Anderlecht-Milan 0-1, La Gazzetta dello Sport, 17 ottobre 2006. URL consultato il 24 dicembre 2010.
  39. ^ Milan-Anderlecht 4-1, La Gazzetta dello Sport, 1º novembre 2006. URL consultato il 24 dicembre 2010.
  40. ^ Aek Atene-Milan 1-0, La Gazzetta dello Sport, 1º novembre 2006. URL consultato il 24 dicembre 2010.
  41. ^ Milan-Lille 0-2, La Gazzetta dello Sport, 6 dicembre 2006. URL consultato il 24 dicembre 2010.
  42. ^ Celtic Galsgow-Milan 0-0, La Gazzetta dello Sport, 20 febbraio 2007. URL consultato il 24 dicembre 2010.
  43. ^ Milan-Celtic Glasgow 1-0 dts, La Gazzetta dello Sport, 7 marzo 2007. URL consultato il 24 dicembre 2010.
  44. ^ Milan-Bayern Monaco 2-2, La Gazzetta dello Sport, 3 aprile 2007. URL consultato il 24 dicembre 2010.
  45. ^ Bayern Monaco-Milan 0-2, La Gazzetta dello Sport, 11 aprile 2007. URL consultato il 24 dicembre 2010.
  46. ^ Manchester United-Milan 3-2, La Gazzetta dello Sport, 24 aprile 2007. URL consultato il 24 dicembre 2010.
  47. ^ Milan-Manchester United 3-0, La Gazzetta dello Sport, 2 maggio 2007. URL consultato il 24 dicembre 2010.
  48. ^ Milan-Liverpool 2-1, La Gazzetta dello Sport, 23 maggio 2007. URL consultato il 24 dicembre 2010.
  49. ^ 8 punti di penalizzazione.
  50. ^ Compresa la finale, disputata in campo neutro ad Atene.
  51. ^ Il Milan minuto per Minuto 2006 - 2007, acmilan.com. URL consultato il 20 giugno 2011 (archiviato dall'url originale l'8 giugno 2007).

Collegamenti esterniModifica