Apri il menu principale

Associazione Calcio Tuttocuoio 1957

squadra di calcio italiana
(Reindirizzamento da Associazione Calcio Tuttocuoio 1957 San Miniato)
AC Tuttocuoio 1957
Calcio Football pictogram.svg
Stemma AC Tuttocuoio 1957.png
Leprotti, Neroverdi
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Terza divisa
Colori sociali 600px vertical Black Green HEX-008736.svg Nero, verde
Simboli Lepre
Dati societari
Città San Miniato (Ponte a Egola)
Nazione Italia Italia
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Italy.svg FIGC
Campionato Serie D
Fondazione 1957
Presidente Italia Paola Coia
Allenatore Italia Nico Scardigli
Stadio Leporaia
(750 posti)
Sito web www.tuttocuoiocalcio.com/
Palmarès
Trofei nazionali 1 Coppa Italia Dilettanti
Si invita a seguire il modello di voce

L'Associazione Calcio Tuttocuoio 1957 S.S.D.a.r.l., meglio nota come A.C. Tuttocuoio o Tuttocuoio è un società calcistica italiana con sede a Ponte a Egola, frazione del comune di San Miniato, in provincia di Pisa.

Fondata nel 1957 e nota col summenzionato nome dal 1959, ha militato per oltre cinque decenni nei campionati dilettantistici (raccogliendo quale massimo successo una vittoria in coppa nazionale di categoria), partecipando per la prima volta alle leghe professionistiche nel 2013 dopo aver vinto il proprio girone di Serie D.

Il livello più alto raggiunto dalla squadra è la Lega Pro, terzo livello calcistico italiano, dove il miglior risultato è costituito da un ottavo posto.

Nella stagione 2018-2019 milita nel girone E della Serie D, la quarta divisione del campionato italiano di calcio.

Indice

StoriaModifica

Le originiModifica

Il calcio a Ponte a Egola ebbe origine già dagli anni '30, tuttavia si fa risalire la fondazione della società nel 1957, quando si affilia per la prima volta alla FIGC, con il nome U.S. Ponteaegolese (dall'omonima frazione del comune di San Miniato) partendo dalla III Categoria dilettanti, ma già nel 1959 cambia nome in A.S. Tuttocuoio in riferimento alla principale attività lavorativa della zona. Nel primo mezzo secolo di vita disputa esclusivamente campionati regionali.

Gli anni sessantaModifica

Il Tuttocuoio riesce ad arrivare prima in Seconda Categoria, nel 1960 e in Prima Categoria nel 1961, dalla quale retrocede subito. La squadra accede nuovamente in Prima Categoria, ma resta ancora in questo campionato per una sola stagione. I Toscani conquistano ancora la promozione in Prima Categoria, dove vi rimangono fino al 1968.

Gli anni settanta e ottantaModifica

Nel 1970 i neroverdi raggiungono per la prima volta il campionato di Promozione, frutto di due promozioni consecutive. Nel 1972 i ponteaegolesi scendono in Prima Categoria, dove vi rimangono per ben diciassette stagioni consecutive.

Gli anni novanta e duemilaModifica

Nel 1989 il Tuttocuoio torna in Promozione e vi rimane stabilmente fino al 2002, quando dopo aver vinto gli spareggi vine promosso per la prima volta nella sua storia in Eccellenza.

I leprotti rimangono nella summenzionata categoria fino al 2004, anno della retrocessione in Promozione. Nel 2005 arriva un'altra retrocessione e il Tuttocuoio si ritrova così in Prima Categoria.

Dopo due stagioni la squadra ritorna in Promozione, dove giunge all'8o posto in classifica.

La scalata fino ai professionistiModifica

A partire dal 2008 la squadra, affidata al tecnico Massimiliano Alvini, inanella nel giro di alcuni anni una serie di promozioni che la portano dal campionato di Promozione regionale fino al professionismo[1].

Nel 2008-2009, al primo anno con Alvini in panchina, il Tuttocuoio conquista la promozione in Eccellenza[1]. Analogamente coronata da successo è l'annata 2009-2010, nella quale il Tuttocuoio vince il proprio girone di Eccellenza Toscana, la Coppa Italia Dilettanti regionale a danno della Pistoiese (battuta per 2-1 a Ponte a Egola e per 3-2 a Pistoia) e infine la Coppa Italia Dilettanti nazionale, superando nei turni ad eliminazione diretta Senio Alfonsine, Voluntas Spoleto, Bolzano, per poi sconfiggere in finale la Capriatese Boys per 3-1 allo stadio Casal del Marmo di Roma[2]. In virtù di ciò i neroverdi vengono promossi per la prima volta in Serie D.

Nel quinto livello del campionato italiano i neroverdi centrano due salvezze consecutive piazzandosi all'11º posto nel 2010-2011 e al 10° nel 2011-2012. Nell'estate del 2012 la squadra rischia di non iscriversi al campionato ma la crisi rientra nel giro di qualche settimana grazie anche ad una sottoscrizione popolare tra gli abitanti del paese[1][3].

Nel 2012-2013, al terzo anno in Serie D, il Tuttocuoio si impone in campionato sin dalle battute iniziali. I neroverdi conquistano la testa della classifica per la prima volta già in novembre, superano la concorrenza illustre di Massese, Spal, Pistoiese, Lucchese e Pro Piacenza e il 28 aprile 2013 vincono il campionato con un turno d'anticipo (grazie alla sconfitta della Massese, seconda in classifica) conquistando per la prima volta l'approdo nel calcio professionistico[3]. Negli spareggi per l'assegnazione del titolo di campione d'Italia di Serie D, i neroverdi vincono il primo triangolare, superando Sambenedettese e Castel Rigone, ma vengono sconfitti in semifinale dal Delta Porto Tolle.

I campionati professionisticiModifica

Nel 2013 cambia denominazione diventando Associazione Calcio Tuttocuoio 1957 Srl[4]. Il 6 ottobre successivo, dopo quattro pareggi ed una sconfitta, vince la sua prima partita in un campionato professionistico superando in trasferta la capolista Vigor Lamezia per 2-1. Chiude la stagione regolare in decima posizione qualificandosi per i play-out, dove elimina Aversa Normanna e Arzanese, guadagnandosi così l'ammissione alla terza serie.

Dopo la stagione 2014-2015, conclusa dalla squadra neroverde all'ottavo posto (miglior risultato mai raggiunto dal club), il 9 maggio 2015, al termine della partita persa 1-2 contro il San Marino, lo storico allenatore Massimiliano Alvini lascia la panchina, chiudendo così un ciclo durato sette anni[5].

Nel successivo campionato 2015-2016 la guida tecnica della squadra è affidata a Cristiano Lucarelli; dopo un buon inizio di campionato, in primavera i risultati iniziano a peggiorare e la squadra si avvicina alla zona play-out: il 26 aprile 2016 Lucarelli viene esonerato e sostituito con Luca Fiasconi, che condurrà la squadra alla salvezza, chiudendo il campionato al decimo posto.

La stagione 2016-2017 si rivela molto complicata per la formazione neroverde: viene infatti esonerato l'allenatore Fiasconi e chiamato al suo posto Alessio De Petrillo che fa giungere la squadra al 18o posto in classifica, valevole per disputare i play-out, che vengono però persi contro il Prato, venendo retocessi in Serie D.

Il ritorno tra i dilettantiModifica

Durante l'estate il presidente Andrea Dolfi cede la squadra a Paola Coia, che riesce a iscriverla in Serie D. Come allenatore viene scelto Davide Mezzanotti e il Tuttocuoio riesce a salvarsi, finendo al 14o posto, evitando di poco i play-out.

CronistoriaModifica

Cronistoria dell'Associazione Calcio Tuttocuoio 1957
  • 1957 - Fondazione dell'Unione Sportiva Ponteaegolese.
  • 1957-1958 - in Terza Categoria Pisa.
  • 1958-1959 - in Terza Categoria Pisa.
  • 1959 - La società cambia nome in Associazione Sportiva Tuttocuoio.
  • 1959-1960 - in Terza Categoria Pisa. Promosso in Seconda Categoria.

  • 1960-1961 - in Seconda Categoria Toscana. Promosso in Prima Categoria.
  • 1961-1962 - 10ª nel girone C di Prima Categoria Toscana. Retrocesso in Seconda Categoria.
  • 1962-1963 - in Seconda Categoria Toscana. Promosso in Prima Categoria.
  • 1963-1964 - 15ª nel girone C di Prima Categoria Toscana. Retrocesso in Seconda Categoria.
  • 1964-1965 - in Seconda Categoria Toscana. Promosso in Prima Categoria.
  • 1965-1966 - 7ª nel girone C di Prima Categoria Toscana.
  • 1966-1967 - 13ª nel girone C di Prima Categoria Toscana.
  • 1967-1968 - 10ª nel girone C di Prima Categoria Toscana. Retrocesso in Seconda Categoria.
  • 1968-1969 - in Seconda Categoria Toscana. Promosso in Prima Categoria.
  • 1969-1970 - in Prima Categoria Toscana. Promosso in Promozione.

  • 1970-1971 - 6ª in Promozione Toscana.
  • 1971-1972 - 14ª in Promozione Toscana. Retrocesso in Prima Categoria.
  • 1972-1973 - in Prima Categoria Toscana.
  • 1973-1974 - in Prima Categoria Toscana.
  • 1974-1975 - in Prima Categoria Toscana.
  • 1975-1976 - in Prima Categoria Toscana.
  • 1976-1977 - in Prima Categoria Toscana.
  • 1977-1978 - in Prima Categoria Toscana.
  • 1978-1979 - in Prima Categoria Toscana.
  • 1979-1980 - in Prima Categoria Toscana.

  • 1980-1981 - in Prima Categoria Toscana.
  • 1981-1982 - in Prima Categoria Toscana.
  • 1982-1983 - in Prima Categoria Toscana.
  • 1983-1984 - in Prima Categoria Toscana.
  • 1984-1985 - in Prima Categoria Toscana.
  • 1985-1986 - in Prima Categoria Toscana.
  • 1986-1987 - in Prima Categoria Toscana.
  • 1987-1988 - in Prima Categoria Toscana.
  • 1988-1989 - in Prima Categoria Toscana. Promosso in Promozione.
  • 1989-1990 - 8ª nel girone A di Promozione Toscana.

  • 1990-1991 - 9ª nel girone B di Promozione Toscana.
  • 1991-1992 - 3ª nel girone B di Promozione Toscana.
  • 1992-1993 - 13ª nel girone B di Promozione Toscana.
  • 1993-1994 - 9ª nel girone B di Promozione Toscana.
  • 1994-1995 - 4ª nel girone B di Promozione Toscana.
  • 1995-1996 - 8ª nel girone B di Promozione Toscana.
  • 1996-1997 - 8ª nel girone C di Promozione Toscana.
  • 1997-1998 - 7ª nel girone C di Promozione Toscana.
  • 1998-1999 - 7ª nel girone C di Promozione Toscana.
  • 1999-2000 - 11ª nel girone C di Promozione Toscana.

  • 2000-2001 - 10ª nel girone C di Promozione Toscana.
  • 2001-2002 - 2ª nel girone C di Promozione Toscana. Promosso in Eccellenza dopo aver vinto gli spareggi.
  • 2002-2003 - 11ª nel girone A di Eccellenza Toscana.
  • 2003-2004 - 16ª nel girone A di Eccellenza Toscana. Retrocesso in Promozione.
  • 2004-2005 - 15ª nel girone C di Promozione Toscana. Retrocesso in Prima Categoria.
  • 2005-2006 - in Prima Categoria Toscana.
  • 2006 - Cambia denominazione in A.S.D. Tuttocuoio.[6]
  • 2006-2007 - in Prima Categoria Toscana. Promosso in Promozione.
  • 2007-2008 - 8ª nel girone C di Promozione Toscana.
  • 2008-2009 - 1ª nel girone C di Promozione Toscana. Promosso in Eccellenza.
  • 2009-2010 - 1ª nel girone A di Eccellenza Toscana. Promosso in Serie D.
Vince la Coppa Italia Dilettanti Toscana (1º titolo).
  Vince la Coppa Italia Dilettanti (1º titolo).

Primo turno eliminatorio di Coppa Italia Serie D.
Turno preliminare di Coppa Italia Serie D.
  • 2012-2013 - 1ª nel girone D di Serie D. Promosso in Lega Pro Seconda Divisione.
Trentaduesimi di finale di Coppa Italia Serie D.
Semifinale della Poule Scudetto.
  • 2013 - Cambia nome in Associazione Calcio Tuttocuoio 1957.
  • 2013-2014 - 10° nel girone B di Lega Pro Seconda Divisione. Salvo dopo aver vinto i play-out. Ammesso in Lega Pro.
Fase a gironi di Coppa Italia Lega Pro.
Fase a gironi di Coppa Italia Lega Pro.
Secondo turno di Coppa Italia.
Ottavi di finale di Coppa Italia Lega Pro.
  • 2016-2017 - 18° nel girone A di Lega Pro. Retrocesso in Serie D dopo aver perso i play-out.
Primo turno di Coppa Italia.
Quarti di finale di Coppa Italia Lega Pro.
Turno preliminare di Coppa Italia Serie D.
Trentaduesimi di finale di Coppa Italia Serie D.

Colori e simboliModifica

ColoriModifica

I colori sociali del Tuttocuoio sono storicamente il nero e il verde. La scelta della decisione di utilizzare questi colori è tuttavia incerta. Si pensa che queste due tinte siano state adottate per omaggiare il Venezia, che aveva vinto la Coppa Italia nel 1940. Oppure questa decisione fu presa dall'allora presidente ponteaegolese Carmelo Marianelli o dal dottor Emilio Matteucci.

Simboli ufficialiModifica

StemmaModifica

Simbolo del club è una lepre, raffigurata nello stemma societario (che a sua volta riprende quello di un'antica conceria del territorio di Ponte a Egola) nell'atto di saltare sopra un ponte che attraversa il fiume Egola.

StruttureModifica

StadioModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Stadio Libero Masini, Stadio Ettore Mannucci e Stadio Arena Garibaldi-Romeo Anconetani.

Lo storico terreno delle gare interne del Tuttocuoio era lo stadio Leporaia di Ponte a Egola, dotato di una tribuna coperta centrale e in grado di ospitare circa 1000 spettatori.

Dopo la promozione in Lega Pro, avvenuta nel 2013, stante l'inadeguatezza del Leporaia ai criteri della terza lega, la squadra ha adottato come campo interno il più capiente Stadio Libero Masini di Santa Croce sull'Arno. Dato che l'impianto non era ancora stato ristrutturato del tutto, per la partita di Coppa Italia Lega Pro, contro la Carrarese, i neroverdi hanno utilizzato lo Stadio Arena Garibaldi-Romeo Anconetani, di Pisa.

Dalla stagione 2014-2015 alla 2016-2017 il Tuttocuoio ha giocato le gare casalinghe allo Stadio Ettore Mannucci di Pontedera, situato a circa 15 km da Ponte a Egola.

A seguito della retrocessione in Serie D del 2017, il club decide di fare ritorno allo storico Stadio Leporaia.

Centro di allenamentoModifica

Il Tuttocuoio svolge le proprie sedute di allenamento allo stadio Leporaia.

SocietàModifica

Modifica

Cronologia degli sponsor tecnici
  •  ?-2013 Nike
  • 2013-2016 Sportika
  • 2016- Joma
Cronologia degli sponsor ufficiali
  •  ?-2013 ...
  • 2013-2016 CARISMI
  • 2016-2017 CARISMI, Tecno Amianti
  • 2017-2018 Non presente
  • 2018- Vamas

Allenatori e presidentiModifica

Allenatori
  Luca Fiasconi
  • 2016-2017   Luca Fiasconi
  Alessio De Petrillo
  Nico Scardigli
Presidenti
  • 1957-? ...
  •  ?-?   Consolini
  •  ?-?   Starnini
  •  ?-?   Ciampalini
  •  ?-?   Amorini
  •  ?-?   Quirici
  •  ?-?   Guazzini
  •  ?-?   Martelli
  •  ?-2010 ...
  • 2010-2017   Andrea Dolfi
  • 2017-   Paola Coia

CalciatoriModifica

  Le singole voci sono elencate nella Categoria:Calciatori dell'A.C. Tuttocuoio 1957

PalmarèsModifica

Competizioni nazionaliModifica

2009-2010

Competizioni interregionaliModifica

2012-2013 (girone D)

Competizioni regionaliModifica

2009-2010 (girone A)
2008-2009 (girone C)
2009-2010

Altri piazzamentiModifica

Secondo posto: 1991-1992 (girone B), 2001-2002 (girone C)
Semifinalista: 2012-2013

Statistiche e recordModifica

Partecipazione ai campionatiModifica

Il Tuttocuoio ha preso parte a 8 campionati nazionali:

Livello Categoria Partecipazioni Debutto Ultima stagione Totale
Lega Pro 3 2014-2015 2016-2017 3
Lega Pro Seconda Divisione 1 2013-2014 3
Serie D 2 2017-2018 2018-2019
Serie D 3 2010-2011 2012-2013 3

Partecipazione alle coppeModifica

Competizione Partecipazioni Debutto Ultima stagione Totale
Coppa Italia Lega Pro 4 2013-2014 2016-2017 4
Coppa Italia Serie D 5 2010-2011 2018-2019 5
Coppa Italia Dilettanti 1 2009-2010 1
Poule Scudetto 1 2012-2013 1

TifoseriaModifica

Il Tuttocuoio può contare su un tifo di ridotte dimensioni e molto localizzato. Ciò è dovuto al fatto che la squadra ha lungamente militato nei campionati dilettantistici e raggiunto come livello più alto la Lega Pro.

I gruppi ultras del Tuttocuoio sono: l'Orgoglio Ponteaegolese e le Brigate Neroverdi.

NoteModifica

  1. ^ a b c Valeria Debbia, Tuttocuoio, storia di una matricola al primo anno tra i pro, in tuttolegapro.com, 22 giugno 2013.
  2. ^ Stefano Scarpetti, Tuttocuoio bussa alla porta della storia, in Il Tirreno, 23 maggio 2013.
  3. ^ a b Luca Calò, Tuttocuoio in Lega Pro: l’incredibile avventura del trionfo neroverde, in La Nazione, 6 maggio 2013.
  4. ^ Stefano Sica, Tuttocuoio, cambia le denominazione societaria, in tuttomercatoweb.com, 26 giugno 2013.
  5. ^ Tuttocuoio, finisce l'era Alvini, in tuttolegapro.com, 9 maggio 2015. URL consultato il 9 maggio 2015 (archiviato dall'url originale il 12 settembre 2015).
  6. ^ CAMBIO DI DENOMINAZIONE SOCIALE (PDF), http://www.figc.it/, 2006. URL consultato il 15 novembre 2016 (archiviato dall'url originale il 7 marzo 2016).

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica