Apri il menu principale

1leftarrow blue.svgVoce principale: Associazione Sportiva Roma.

AS Roma
AsRoma6162.jpg
Una formazione della Roma nel 1961-1962
Stagione 1961-1962
AllenatoreArgentina Luis Carniglia
PresidenteItalia Anacleto Gianni
Serie A5º posto (invitata in Coppa delle Fiere)
Coppa ItaliaQuarti di finale
Coppa delle FiereOttavi di finale
Maggiori presenzeCampionato: Fontana, Losi, Menichelli, Pestrin (34)
Totale: Fontana (38)
Miglior marcatoreCampionato: Manfredini (14)
Totale: Manfredini (14)
StadioStadio Olimpico di Roma

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti l'Associazione Sportiva Roma nelle competizioni ufficiali della stagione 1961-1962.

StagioneModifica

La stagione inizia con l'addio di Alfredo Foni. La società non si fa cogliere di sorpresa e ingaggia l'argentino Carniglia. Sul fronte del calciomercato arrivano Angelillo, oramai ai ferri corti con Herrera, Carpanesi e Jonsson. Nonostante la buona campagna acquisti la squadra si piazza solo quinta in campionato.[1]

Maglie e sponsorModifica

La divisa primaria è costituita da maglia rossa con colletto a polo, pantaloncini bianchi, calze rosse bordate di giallo; in trasferta viene usata una maglia bianca con banda giallorossa orizzontale, pantaloncini bianchi e calzettoni bianchi bordati di giallorosso. I portieri hanno due divise, una costituita da maglia grigia con colletto a polo abbinata a calzoncini neri e calzettoni rossi bordati di giallo, l'altra da maglia gialla con colletto a polo rosso abbinata agli stessi calzettoni e calzoncini.[2]

Casa
Trasferta
1ª div. portiere
2ª div. portiere

Organigramma societarioModifica

Di seguito l'organigramma societario.[1]

Area direttiva
  • Presidente: Anacleto Gianni
Area tecnica

RosaModifica

CalciomercatoModifica

Di seguito il calciomercato.[3]

Acquisti
R. Nome da Modalità
P Enzo Matteucci SPAL definitivo
D Sergio Carpanesi SPAL definitivo
C Bruno Abbatini Tevere Roma definitivo
C Michele Chirico Modena definitivo
C Torbjörn Jonsson Fiorentina definitivo[5]
A Dino da Costa Fiorentina riscatto comproprietà
A Antonio Valentín Angelillo Inter definitivo
Cessioni
R. Nome a Modalità
P Luciano Panetti Torino definitivo
D Antonio Marcellini Siena definitivo
D Giosuè Stucchi Brescia definitivo
A Dino da Costa Atalanta definitivo[6]
A Alcides Ghiggia Milan definitivo
A Arne Selmosson Udinese definitivo

RisultatiModifica

CampionatoModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Serie A 1961-1962.

Girone di andataModifica

Udine
27 agosto 1961, ore 16:00
1ª giornata
Udinese1 – 3
referto
RomaStadio Moretti (25.000 circa spett.)
Arbitro:  Righi (Milano)

Roma
3 settembre 1961, ore 16:00
2ª giornata
Roma2 – 3
referto
InterStadio Olimpico di Roma (70.000 circa spett.)
Arbitro:  Gambarotta (Genova)

Genova
10 settembre 1961, ore 16:00
3ª giornata
Sampdoria1 – 0
referto
RomaStadio Luigi Ferraris (35.000 circa spett.)
Arbitro:  Marchese (Napoli)

Roma
13 settembre 1961, ore 19:00
4ª giornata
Roma5 – 2
referto
PalermoStadio Olimpico di Roma (40.000 circa spett.)
Arbitro:  Leita (Udine)

Torino
17 settembre 1961, ore 15:30
5ª giornata
Juventus1 – 0
referto
RomaStadio Comunale (50.000 circa spett.)
Arbitro:  Rigato (Mestre)

Roma
24 settembre 1961, ore 15:30
6ª giornata
Roma4 – 0
referto
CataniaStadio Olimpico di Roma (35.000 circa spett.)
Arbitro:  Politano (Cuneo)

Vicenza
1º ottobre 1961, ore 15:30
7ª giornata
Lanerossi Vicenza0 – 1
referto
RomaStadio Romeo Menti (15.000 circa spett.)
Arbitro:  Righi (Milano)

Lecco
4 ottobre 1961, ore 15:30
8ª giornata
Lecco0 – 1
referto
RomaStadio Mario Rigamonti (13.000 circa spett.)
Arbitro:  Angonese (Mestre)

Roma
8 ottobre 1961, ore 15:00
9ª giornata
Roma1 – 0
referto
VeneziaStadio Olimpico di Roma (40.000 circa spett.)
Arbitro:  Marchese (Napoli)

Milano
22 ottobre 1961, ore 14:30
10ª giornata
Milan3 – 1
referto
RomaStadio San Siro (46.000 circa spett.)
Arbitro:  Bonetto (Torino)

Roma
29 ottobre 1961, ore 14:30
11ª giornata
Roma4 – 2
referto
MantovaStadio Olimpico di Roma (40.000 circa spett.)
Arbitro:  Lo Bello (Siracusa)

Firenze
12 novembre 1961, ore 14:30
12ª giornata
Fiorentina1 – 1
referto
RomaStadio Comunale (27.000 circa spett.)
Arbitro:  Francescon (Padova)

Roma
19 novembre 1961, ore 14:30
13ª giornata
Roma2 – 2
referto
TorinoStadio Olimpico di Roma (55.000 circa spett.)
Arbitro:  Lo Bello (Siracusa)

Bologna
26 novembre 1961, ore 14:30
14ª giornata
Bologna3 – 1
referto
RomaStadio Comunale (20.000 circa spett.)
Arbitro:  Rigato (Mestre)

Roma
3 dicembre 1961, ore 14:30
15ª giornata
Roma4 – 1
referto
SPALStadio Olimpico di Roma (25.000 circa spett.)
Arbitro:  Righi (Milano)

Bergamo
10 dicembre 1961, ore 14:30
16ª giornata
Atalanta0 – 0
referto
RomaStadio Comunale (22.000 circa spett.)
Arbitro:  Genel (Trieste)

Roma
17 dicembre 1961, ore 14:30
17ª giornata
Roma3 – 1
referto
PadovaStadio Olimpico di Roma (20.000 circa spett.)
Arbitro:  De Robbio (Torre Annunziata)

Girone di ritornoModifica

Roma
24 dicembre 1961, ore 14:30
18ª giornata
Roma4 – 0
referto
UdineseStadio Olimpico di Roma (25.000 circa spett.)
Arbitro:  Marchese (Napoli)

Milano
31 dicembre 1961, ore 14:30
19ª giornata
Inter0 – 1
referto
RomaStadio San Siro (50.000 circa spett.)
Arbitro:  Lo Bello (Siracusa)

Roma
7 gennaio 1962, ore 14:30
20ª giornata
Roma1 – 0
referto
SampdoriaStadio Olimpico di Roma (60.000 circa spett.)
Arbitro:  Bonetto (Torino)

Palermo
14 gennaio 1962, ore 14:30
21ª giornata
Palermo0 – 0
referto
RomaStadio La Favorita (19.000 circa spett.)
Arbitro:  Jonni (Macerata)

Roma
22 gennaio 1962, ore 14:30
22ª giornata
Roma3 – 3
referto
JuventusStadio Olimpico di Roma (85.000 circa spett.)
Arbitro:  Francescon (Padova)

Catania
28 gennaio 1962, ore 14:30
23ª giornata
Catania1 – 1
referto
RomaStadio Cibali (22.000 circa spett.)
Arbitro:  Marchese (Napoli)

Roma
4 febbraio 1962, ore 14:30
24ª giornata
Roma1 – 1
referto
Lanerossi VicenzaStadio Olimpico di Roma (25.000 circa spett.)
Arbitro:  Gambarotta (Genova)

Roma
11 febbraio 1962, ore 15:00
25ª giornata
Roma2 – 0
referto
LeccoStadio Olimpico di Roma (30.000 circa spett.)
Arbitro:  Bonetto (Torino)

Venezia
18 febbraio 1962, ore 15:00
26ª giornata
Venezia1 – 3
referto
RomaStadio Pierluigi Penzo (20.000 circa spett.)
Arbitro:  Marchese (Napoli)

Roma
25 febbraio 1962, ore 15:00
27ª giornata
Roma0 – 1
referto
MilanStadio Olimpico di Roma (75.000 circa spett.)
Arbitro:  Lo Bello (Siracusa)

Mantova
4 marzo 1962, ore 15:00
28ª giornata
Mantova2 – 1
referto
RomaStadio Danilo Martelli (16.000 circa spett.)
Arbitro:  Francescon (Padova)

Roma
11 marzo 1962, ore 15:00
29ª giornata
Roma1 – 0
referto
FiorentinaStadio Olimpico di Roma (45.000 circa spett.)
Arbitro:  Jonni (Macerata)

Torino
18 marzo 1962, ore 15:30
30ª giornata
Torino1 – 1
referto
RomaStadio Comunale (25.000 circa spett.)
Arbitro:  Marchese (Napoli)

Roma
25 marzo 1962, ore 15:30
31ª giornata
Roma1 – 2
referto
BolognaStadio Olimpico di Roma (25.000 circa spett.)
Arbitro:  Jonni (Macerata)

Ferrara
1º aprile 1962, ore 15:30
32ª giornata
SPAL1 – 2
referto
RomaStadio Comunale
Arbitro:  Lo Bello (Siracusa)

Roma
8 aprile 1962, ore 15:30
33ª giornata
Roma3 – 1
referto
AtalantaStadio Olimpico di Roma (25.000 circa spett.)
Arbitro:  De Robbio (Torre Annunziata)

Padova
15 aprile 1962, ore 15:30
34ª giornata
Padova0 – 3
referto
RomaAppiani (5.000 circa spett.)
Arbitro:  Angelini (Firenze)

Coppa ItaliaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 1961-1962.
Roma
25 aprile 1962, ore 16:00
Ottavi di finale
Roma0 – 0
referto
LazioStadio Olimpico di Roma (40.000 circa spett.)
Arbitro:  Bonetto (Torino)

Roma
1º maggio 1961, ore 16:30
Quarti di finale
Roma0 – 1
referto
NapoliStadio Olimpico di Roma
Arbitro:  Campanati (Milano)

Coppa delle FiereModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Coppa delle Fiere 1961-1962.
Sheffield
29 novembre 1962
Ottavi di finale - Andata
Sheffield Weds4 – 0
referto
RomaHillsborough Stadium (42.589 spett.)
Arbitro:   Blavier

Roma
13 dicembre 1961, ore 14:30
Ottavi di finale - Ritorno
Roma1 – 0
referto
Sheffield WedsStadio Olimpico di Roma (40.000 cica spett.)
Arbitro:   Huber

StatisticheModifica

Statistiche di squadraModifica

Di seguito le statistiche di squadra.[1]

Competizione Punti In casa In trasferta Totale DR
G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs
  Serie A 44 17 11 3 3 41 19 17 7 5 5 20 16 34 18 8 8 61 35 +26
  Coppa Italia 2 0 1 1 0 1 0 0 0 0 0 0 2 0 1 1 0 1 -1
Coppa delle Fiere 1 1 0 0 1 0 1 0 0 1 0 4 2 1 0 1 1 4 -3
Totale - 20 12 4 4 42 20 18 7 5 6 20 20 38 19 9 10 62 40 +22

Andamento in campionatoModifica

Giornata 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34
Luogo T C T C T C T T C T C T C T C T C C T C T C T C C T C T C T C T C T
Risultato V P P V P V V V V P V N N P V N V V V V N N N N V V P P V N P V V V
Posizione 1 9 12 8 11 9 8 5 4 6 4 4 4 6 6 6 5 4 4 4 4 4 4 4 4 4 4 5 5 5 5 5 5 5

Legenda:
Luogo: C = Casa; T = Trasferta. Risultato: V = Vittoria; N = Pareggio; P = Sconfitta.

Statistiche dei giocatoriModifica

Desunte dai tabellini del Corriere dello Sport.[8]

Giocatore Serie A Coppa Italia Coppa delle
Fiere
Totale
               
Cudicini, F. F. Cudicini 30-302-12-434-35
La Bella, G. G. La Bella 00000000
Matteucci, E. E. Matteucci 4-500004-5
Carpanesi, S. S. Carpanesi 2922010322
Corsini, G. G. Corsini 2602010290
Fontana, A. A. Fontana 3402020380
Losi, G. G. Losi 3400020360
Raimondi, L. L. Raimondi 00001010
Abbatini, B. B. Abbatini 20100030
Chirico, M. M. Chirico 00100010
De Sisti, G. G. De Sisti 1111020141
Giuliano, L. L. Giuliano 10000010
Guarnacci, E. E. Guarnacci 1002000120
Jonsson, T. T. Jonsson 1792010209
Lojacono, F. F. Lojacono 1760010186
Menichelli, G. G. Menichelli 3450020365
Orlando, A. A. Orlando 3072020347
Pestrin, P. P. Pestrin 3430020363
Schiaffino, J. A. J. A. Schiaffino 1000000100
Costa, D. D. Costa 51000051
Angelillo, A. A. Angelillo 241020202810
Manfredini, P. P. Manfredini 221420102514
Morbello, E. E. Morbello 00100010

GiovaniliModifica

NoteModifica

  1. ^ a b c Romano, 1942-1964 Gli assi dell'Olimpico.
  2. ^ Castellani, Ceci, de Conciliis, pp. 88-90.
  3. ^ a b Rosa AS Roma - Saison 61/62, su transfermarkt.it. URL consultato il 9 aprile 2018.
  4. ^ Aggregato alla prima squadra dalla formazione Primavera.
  5. ^ a b Acquistato durante la sessione invernale di calciomercato.
  6. ^ a b Ceduto durante la sessione invernale di calciomercato.
  7. ^ In prestito temporaneo per disputare la Coppa Italia.
  8. ^ A completamento dei dati vanno conteggiati tre autogol in campionato e uno in Coppa delle Fiere.

BibliografiaModifica

  • Paolo Castellani, Massimilano Ceci e Riccardo de Conciliis, La maglia che ci unisce. Storia delle divise dell'AS Roma dalla nascita ai giorni nostri, Roma, Goalbook Edizioni, 2012, ISBN 978-88-908115-0-0.

VideografiaModifica

  • Manuela Romano (a cura di), La storia della A.S. Roma (10 DVD-Video), Corriere dello Sport, Rai Trade, 2006.

Collegamenti esterniModifica