Apri il menu principale

1leftarrow blue.svgVoce principale: Associazione Sportiva Roma.

AS Roma
Stagione 2003-2004
AllenatoreItalia Fabio Capello
PresidenteItalia Franco Sensi
Serie A2º posto (in Champions League)
Coppa ItaliaQuarti di finale
Coppa UEFAOttavi di finale
Maggiori presenzeCampionato: Cassano, Emerson, A. Mancini (33)
Miglior marcatoreCampionato: Totti (20)
Totale: Totti (20)
Maggior numero di spettatori73 383 vs. Milan (6 gennaio 2004)
Minor numero di spettatori44 123 vs. Bologna (28 marzo 2004)
Media spettatori55 413¹
¹ considera le partite giocate in casa in tutte le competizioni.

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti l'Associazione Sportiva Roma nelle competizioni ufficiali della stagione 2003-2004.

Indice

StagioneModifica

Dopo aver ottenuto la qualificazione alle coppe per il rotto della cuffia, nell'estate 2003 la Roma acquista Carew, Amantino Mancini e Chivu.[1] In campionato i capitolini sono protagonisti nel girone di andata, imponendosi per altro nel derby di inizio novembre con un gol segnato di tacco dal brasiliano.[2] L'unica sconfitta delle prime 17 giornate è contro il Milan, che nel giorno dell'Epifania si impone 2-1 all'Olimpico.[3] Il 18 gennaio, la Roma si ritrova comunque in vetta con 42 punti.[4] Inizia la fase di ritorno pareggiando con l'Udinese e perdendo a Brescia: ciò costa il sorpasso ad opera dei rossoneri.[5] In marzo, dopo aver sconfitto 4-1 l'Inter,[6] saluta la Coppa UEFA facendosi estromettere dal Villarreal.[7][8] Alla fine del mese subisce un 2-1 casalingo dal Bologna, allontanandosi ancor più dal Milan.[9] Lo scontro diretto della 32ª giornata premia i rossoneri, che vincendo 1-0 grazie alla rete di Shevchenko dopo appena 90 secondi, si assicurano lo scudetto.[10] La Roma ottiene un solo punto nei restanti 2 turni, classificandosi seconda.[11]

Maglie e sponsorModifica

Lo sponsor tecnico è Diadora, lo sponsor ufficiale è Mazda. La prima divisa è costituita da maglia rossa, pantaloncini bianchi e calzettoni neri, tutti con dettagli gialli e neri. In trasferta i Lupi usano una costituita da maglia bianca, pantaloncini bianchi, calzettoni bianchi, con dettagli gialli e neri. Come terza divisa viene usato un kit costituito da maglia gialla, pantaloncini neri e calzettoni gialli, mentre come fourth viene usata una divisa completamente blu con dettagli giallorossi. I portieri usano una divisa nera con dettagli giallorossi e la third.[12]

Casa
Trasferta
Terza divisa
Quarta divisa
1ª div. portiere
2ª div. portiere

RosaModifica

CalciomercatoModifica

Di seguito il calciomercato.[13]

Sessione estiva (dal 1/7 al 31/8)Modifica

Acquisti
R. Nome a Modalità
D Cristian Chivu Ajax definitivo
C Olivier Dacourt Leeds Utd definitivo
A John Carew Valencia prestito
C Amantino Mancini Venezia svincolato
C Adewale Dauda Wahab Reggiana -
A Denis Boshnjaku Lazio -
Cessioni
R. Nome a Modalità
A Denis Boshnjaku Teramo -
D Aldair Genoa definitivo
D Cafu Milan svincolato
P Francesco Antonioli Sampdoria svincolato
D Leandro Cufré Siena prestito
C Gianni Guigou Siena prestito
C Diego Fuser Torino svincolato
C Alberto Aquilani Triestina prestito
A Gabriel Batistuta Al-Arabi svincolato
C Davide Bombardini Salernitana -
D Damiano Ferronetti Triestina prestito


Sessione invernale (dal 3/1 al 31/1)Modifica

Acquisti
R. Nome a Modalità
- - - -
Cessioni
R. Nome a Modalità
D Luigi Sartor Ancona prestito


RisultatiModifica

Serie AModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Serie A 2003-2004.

Girone di andataModifica

Udine
31 agosto 2003, ore 15:00 CEST
1ª giornata
Udinese1 – 2
referto
RomaStadio Friuli
Arbitro:  Trefoloni (Siena)

Roma
14 settembre 2003, ore 15:00 CEST
2ª giornata
Roma5 – 0
referto
BresciaStadio Olimpico
Arbitro:  Pieri (Lucca)

Torino
21 settembre 2003, ore 20:30 CEST
3ª giornata
Juventus2 – 2
referto
RomaStadio delle Alpi
Arbitro:  Pellegrino (Barcellona Pozzo di Gotto)

Roma
28 settembre 2003, ore 15:00 CEST
4ª giornata
Roma3 – 0
referto
AnconaStadio Olimpico
Arbitro:  Bolognino (Milano)

Siena
5 ottobre 2003, ore 15:00 CEST
5ª giornata
Siena0 – 0
referto
RomaStadio Artemio Franchi
Arbitro:  Rosetti (Torino)

Roma
19 ottobre 2003, ore 15:00 CEST
6ª giornata
Roma2 – 0
referto
ParmaStadio Olimpico
Arbitro:  Collina (Viareggio)

Milano
26 ottobre 2003, ore 20:30 CET
7ª giornata
Inter0 – 0
referto
RomaStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Collina (Viareggio)

Roma
2 novembre 2003, ore 15:00 CET
8ª giornata
Roma2 – 0
referto
RegginaStadio Olimpico
Arbitro:  Pellegrino (Barcellona Pozzo di Gotto)

Roma
9 novembre 2003, ore 20:30 CET
9ª giornata
Roma2 – 0
referto
LazioStadio Olimpico
Arbitro:  Trefoloni (Siena)

Bologna
23 novembre 2003, ore 20:30 CET
10ª giornata
Bologna0 – 4
referto
RomaStadio Renato Dall'Ara
Arbitro:  Collina (Viareggio)

Roma
30 novembre 2003, ore 15:00 CET
11ª giornata
Roma3 – 1
referto
LecceStadio Olimpico
Arbitro:  Dondarini (Finale Emilia)

Verona
7 dicembre 2003, ore 15:00 CET
12ª giornata
Chievo0 – 3
referto
RomaStadio Marcantonio Bentegodi
Arbitro:  Bertini (Arezzo)

Roma
14 dicembre 2003, ore 20:30 CET
13ª giornata
Roma1 – 0
referto
ModenaStadio Olimpico
Arbitro:  Messina (Bergamo)

Empoli
20 dicembre 2003, ore 15:00 CET
14ª giornata
Empoli0 – 2
referto
RomaStadio Carlo Castellani
Arbitro:  Pieri (Lucca)

Roma
6 gennaio 2004, ore 15:00 CET
15ª giornata
Roma1 – 2
referto
MilanStadio Olimpico
Arbitro:  Paparesta (Bari)

Perugia
11 gennaio 2004, ore 15:00 CET
16ª giornata
Perugia0 – 1
referto
RomaStadio Renato Curi
Arbitro:  Tombolini (Ancona)

Roma
18 gennaio 2004, ore 15:00 CET
17ª giornata
Roma3 – 1
referto
SampdoriaStadio Olimpico
Arbitro:  Ayroldi (Molfetta)

Girone di ritornoModifica

Roma
25 gennaio 2004, ore 15:00 CET
18ª giornata
Roma1 – 1
referto
UdineseStadio Olimpico
Arbitro:  Trefoloni (Siena)

Brescia
31 gennaio 2004, ore 20:30 CET
19ª giornata
Brescia1 – 0
referto
RomaStadio Mario Rigamonti
Arbitro:  Bolognino (Milano)

Roma
8 febbraio 2004, ore 20:30 CET
20ª giornata
Roma4 – 0
referto
JuventusStadio Olimpico
Arbitro:  Collina (Viareggio)

Ancona
15 febbraio 2004, ore 15:00 CET
21ª giornata
Ancona0 – 0
referto
RomaStadio Del Conero
Arbitro:  Paparesta (Bari)

Roma
22 febbraio 2004, ore 15:00 CET
22ª giornata
Roma6 – 0
referto
SienaStadio Olimpico
Arbitro:  Collina (Viareggio)

Parma
29 febbraio 2004, ore 15:00 CET
23ª giornata
Parma1 – 4
referto
RomaStadio Ennio Tardini
Arbitro:  Collina (Viareggio)

Roma
7 marzo 2004, ore 20:30 CET
24ª giornata
Roma4 – 1
referto
InterStadio Olimpico
Arbitro:  Rosetti (Torino)

Reggio Calabria
14 marzo 2004, ore 15:00 CET
25ª giornata
Reggina0 – 0
referto
RomaStadio Oreste Granillo
Arbitro:  Paparesta (Bari)

Roma
21 aprile 2004, ore 18:00 CEST
26ª giornata[16]
Lazio1 – 1
referto
RomaStadio Olimpico
Arbitro:  Rosetti (Torino)

Roma
28 marzo 2004, ore 15:00 CEST
27ª giornata
Roma1 – 2
referto
BolognaStadio Olimpico
Arbitro:  Bertini (Arezzo)

Lecce
4 aprile 2004, ore 15:00 CEST
28ª giornata
Lecce0 – 3
referto
RomaStadio Via del Mare
Arbitro:  Trefoloni (Siena)

Palermo
10 aprile 2004, ore 15:00 CEST
29ª giornata
Roma3 – 1
referto
ChievoStadio Renzo Barbera
Arbitro:  Tombolini (Ancona)

Modena
18 aprile 2004, ore 20:30 CEST
30ª giornata
Modena0 – 1
referto
RomaStadio Alberto Braglia
Arbitro:  Pellegrino (Barcellona Pozzo di Gotto)

Palermo
25 aprile 2004, ore 15:00 CEST
31ª giornata
Roma3 – 0
referto
EmpoliStadio Renzo Barbera
Arbitro:  Racalbuto (Gallarate)

Milano
2 maggio 2004, ore 15:00 CEST
32ª giornata
Milan1 – 0
referto
RomaStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Messina (Bergamo)

Palermo
9 maggio 2004, ore 15:00 CEST
33ª giornata
Roma1 – 3
referto
PerugiaStadio Renzo Barbera
Arbitro:  Bolognino (Milano)

Genova
16 maggio 2004, ore 15:00 CEST
34ª giornata
Sampdoria0 – 0
referto
RomaStadio Luigi Ferraris
Arbitro:  Castellani (Verona)

Coppa ItaliaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 2003-2004.
Roma
4 dicembre 2003, ore 18:00 CET
Ottavi di finale - Andata
Roma1 – 0
referto
PalermoStadio Olimpico
Arbitro:  Saccani (Mantova)

Palermo
17 dicembre 2003, ore 17:30 CET
Ottavi di finale - Ritorno
Palermo1 – 2
referto
RomaStadio Renzo Barbera
Arbitro:  Morganti (Ascoli Piceno)

Milano
14 gennaio 2004, ore 20:45 CET
Quarti di finale - Andata
Milan2 – 1
referto
RomaStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Messina (Bergamo)

Roma
22 gennaio 2004, ore 20:45 CET
Quarti di finale - Ritorno
Roma1 – 2
referto
MilanStadio Olimpico
Arbitro:  Pellegrino (Barcellona Pozzo di Gotto)

Coppa UEFAModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Coppa UEFA 2003-2004.
Roma
24 settembre 2003, ore 21:00 CEST
Primo turno - Andata
Roma4 – 0
referto
VardarStadio Olimpico
Arbitro:   Meyer

Skopje
15 ottobre 2003, ore 18:00 CEST
Primo turno - Ritorno
Vardar1 – 1
referto
RomaArena Philip II
Arbitro:   Liba

Roma
6 novembre 2003, ore 21:00 CET
Secondo turno - Andata
Roma1 – 0
referto
Hajduk SpalatoStadio Olimpico
Arbitro:   Medina Cantalejo

Spalato
27 novembre 2003, ore 20:45 CET
Secondo turno - Ritorno
Hajduk Spalato1 – 1
referto
RomaStadio Poljud
Arbitro:   Dougal

Gaziantep
26 febbraio 2004, ore 19:00 EET
Sedicesimi di finale - Andata
Gaziantepspor1 – 0
referto
RomaGaziantep Kamil Ocak
Arbitro:   Baskakov

Roma
3 marzo 2004, ore 17:30 CET
Sedicesimi di finale - Ritorno
Roma2 – 0
referto
GaziantepsporStadio Olimpico
Arbitro:   Hamer

Vila-real
11 marzo 2004, ore 21:30 CET
Ottavi di finale - Andata
Villarreal2 – 0
referto
RomaEl Madrigal
Arbitro:   De Bleeckere

Roma
25 marzo 2004, ore 20:45 CET
Ottavi di finale - Ritorno
Roma2 – 1
referto
VillarrealStadio Olimpico
Arbitro:   Veissière

StatisticheModifica

Statistiche di squadraModifica

Di seguito le statistiche di squadra aggiornate al 16 maggio 2004.

Competizione Punti Totale DR
G V N P Gf Gs
  Serie A 71 34 21 8 5 68 19 +49
  Coppa Italia - 4 2 0 2 5 5 0
  Coppa UEFA - 8 4 2 2 11 6 +5
Totale - 46 27 10 9 84 30 +54

Andamento in campionatoModifica

Giornata 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34
Luogo T C T C T C T C C T C T C T C T C C T C T C T C T T C T C T C T C T
Risultato V V N V N V N V V V V V V V P V V N P V N V V V N N P V V V V P P N
Posizione 5 1 1 1 3 3 3 3 2 2 1 1 1 1 1 1 1 2 2 2 2 2 2 2 2 2 3 2 2 2 2 2 2 2

Fonte: Italy » Serie A 2003/2004 » Results & Tables, worldfootball.net.
Legenda:
Luogo: C = Casa; T = Trasferta. Risultato: V = Vittoria; N = Pareggio; P = Sconfitta.

NoteModifica

  1. ^ Alessandro Catapano, Chivu: "Tutto a posto", su gazzetta.it, 30 agosto 2003.
  2. ^ Marco Pastonesi, «Concorde» Frezzolini, in La Gazzetta dello Sport, 10 novembre 2003.
  3. ^ Sheva scatenato, colpaccio Milan Per la Roma è il primo ko, su repubblica.it, 6 gennaio 2004.
  4. ^ Roma record a metà strada ma il Milan vuole l'aggancio, in la Repubblica, 19 gennaio 2004.
  5. ^ Totti e Cassano non ci sono Capello inciampa a Brescia, su repubblica.it, 31 gennaio 2004.
  6. ^ Roma-show ai danni dell'Inter quattro reti per restare in corsa, su repubblica.it, 7 marzo 2004.
  7. ^ Villareal, Roma sconfitta Capello: "Meritavamo il gol", su repubblica.it, 11 marzo 2004.
  8. ^ La Roma è fuori dall'Uefa Olimpico vuoto, festa Villareal, su repubblica.it, 25 marzo 2004.
  9. ^ La Roma dice addio alla corsa scudetto, su repubblica.it, 28 marzo 2004.
  10. ^ Gianluca Moresco, Inter, Juve e Roma le ragioni della resa, su repubblica.it, 2 maggio 2004.
  11. ^ Niente gol ma lo spettacolo c'è Sampdoria-Roma finisce 0-0, su repubblica.it, 16 maggio 2004.
  12. ^ Castellani, Ceci, de Conciliis, pp. 219-221.
  13. ^ a b Rosa AS Roma - Saison 03/04, su transfermarkt.it. URL consultato il 15 aprile 2018.
  14. ^ Ceduto durante la sessione invernale di calciomercato
  15. ^ Aggregato dalla Primavera
  16. ^ Recupero dell'incontro del 21 marzo 2004, sospeso al 48' sul punteggio di 0-0. Luca Valdiserri, Debiti, ricatti e invenzioni: è il caos, in Corriere della Sera, 23 marzo 2004. URL consultato il 3 novembre 2009 (archiviato dall'url originale il 2 aprile 2015).

BibliografiaModifica

  • Paolo Castellani, Massimilano Ceci e Riccardo de Conciliis, La maglia che ci unisce. Storia delle divise dell'AS Roma dalla nascita ai giorni nostri, Roma, Goalbook Edizioni, 2012, ISBN 978-88-908115-0-0.

VideografiaModifica

  • Manuela Romano (a cura di), La storia della A.S. Roma (10 DVD-Video), Corriere dello Sport, Rai Trade, 2006.

Collegamenti esterniModifica