Associazione scacchistica italiana giocatori per corrispondenza

Logo ASIGC.gif

L'Associazione scacchistica italiana giocatori per corrispondenza, in acronimo ASIGC, è un organismo affiliato alla Federazione scacchistica italiana, fondato nel 1951 sotto l'egida della FSI per regolamentare e gestire il gioco per corrispondenza degli scacchisti italiani. L'ASIGC è il membro italiano dell'International Correspondence Chess Federation (ICCF).

Il 31 agosto 1969 l'Assemblea dei soci, riunitasi a Roma, decise l'autonomia dell'ASIGC dalla FSI ed elesse il primo consiglio direttivo, presieduto da Armando Silli.

L'ASIGC organizza ogni anno i Campionati italiani per corrispondenza, sia assoluti che femminili e di categoria. Oltre ai tradizionali tornei postali, che pian pian stanno scomparendo, l 'Associazione organizza principalmente tornei via web server. In precedenza ha organizzato anche campionati italiani per e-mail. L'ultimo si è svolto nell'anno 2004-2005. I titoli nazionali riconosciuti sono queĺli di "Maestro", "Maestro Senior" e "Candidato Maestro".

Figura storica dell'ASIGC è stato Giorgio Porreca, vincitore di sette campionati italiani assoluti.

Nel 2005 Alessandra Riegler, socia ASIGC, ha vinto il 6º Campionato mondiale femminile per corrispondenza, primo scacchista italiano in assoluto a conquistare un titolo mondiale; per tale motivo è stata insignita del titolo di cavaliere dell'Ordine al merito della Repubblica italiana. Nel 2012 il siciliano Fabio Finocchiaro è poi diventato il 25° Campione del Mondo assoluto per corrispondenza.

Risultati delle nazionali italianeModifica

La nazionale italiana ha conquistato la partecipazione a cinque delle 21 finali olimpiche:

  • I Olimpiade (1949-1952), piazzandosi sesta su 7 squadre;
  • X Olimpiade (1987-1995), piazzandosi ottava su 10 squadre;
  • XVI Olimpiade, iniziata nel 2005 e la cui finale ha avuto inizio nel 2010;
  • XVII Olimpiade, iniziata nel 2006 e la cui finale, iniziata nel 2009, è terminata nel 2012. La squadra italiana vi ha conseguito il terzo posto con la seguente formazione[1]: SIM Eros Riccio, SIM Alberto Dosi, SIM Livio Olivotto, SIM Claudio Cesetti, SIM Giorgio Ruggeri Laderchi, SIM Nicola Latronico;
  • XVIII Olimpiade, la cui finale è partita nel 2012, con la seguente formazione[2]: GM Eros Riccio, SIM Mauro Petrolo, GM Claudio Cesetti, SIM Alberto Dosi, SIM Giuseppe Pezzica, SIM Giuseppe Poli.

La nazionale italiana femminile ha partecipato alle ultime 4 finali olimpiche:

  • VI Olimpiade (2003-2006), ottenendo il terzo posto con la formazione[3] LM Marina Luz Tinjacà Ramirez (prima in scacchiera 1), LM Maria Angela Fonio, Francesca Capuano (terza in scacchiera 3), Laura Tamborini;
  • VII Olimpiade (2007-2009), piazzandosi quarta su 10 squadre;
  • VIII Olimpiade (2008-2010), ottenendo il terzo posto con la formazione[4] LGM Marina Luz Tinjacà Ramirez (terza in scacchiera 1), ILM Laura Piazza, Francesca Capuano, ILM Caterina Saviano (seconda in scacchiera 4);
  • IX Olimpiade (2011-2014), piazzandosi sesta su 13 squadre.

In campo continentale la nazionale italiana ha partecipato alle seguenti finali:

  • IV Campionato europeo, conseguendo il secondo posto;
  • V Campionato europeo, piazzandosi ottava/nona;
  • VII Campionato europeo (2008-2011), conseguendo il secondo posto con la formazione[5]: SIM Eros Riccio, SIM Claudio Cesetti, SIM Vincenzo Dell'Isola, SIM Giuseppe Pezzica, IM Pierangelo Turati, IM Mauro Petrolo, SIM Mario Versili, Salvatore Montella;
  • VIII Campionato europeo (2012-2014), conseguendo il secondo posto con la formazione[6]: GM Sante Giuliani, GM Eros Riccio, GM Claudio Cesetti, SIM Mauro Petrolo, SIM Alberto Dosi, SIM Giuseppe Pezzica, SIM Giorgio Gerola, IM Marco Cattani;
  • IX Campionato europeo (2014- 2017), conseguendo il terzo posto con la formazione[6]: GM Fabio Finocchiaro, GM Eros Riccio, GM Claudio Cesetti, GM Claudio Casabona, SIM Mauro Petrolo, GM Giuseppe Pezzica, SIM Alberto Dosi, SIM Giuseppe Poli.

Consigli DirettiviModifica

Anno Presidente Vice Presidente Consiglieri Note
2017-2021 Gianni Mastrojeni Maurizio Sampieri Alberto Dosi,

Mauro Graziani,

Giorgio Ruggeri Laderchi,

Carmelo Sgarito,

Mirko Trasciatti,

Mario Filippo Caliò

Mario Filippo Caliò prende il posto del consigliere dimissionario, Renato Emanuelli Simoncini (novembre '18)

Carmelo Sgarito prende il posto del consigliere dimissionario, Lorenzo Castellano (maggio '19)

Collegio dei ProbiviriModifica

Anno Membri Note
2017-2021 Lucio Mauro,

Claudio Sirotti,

Alfonso Carolei

-

NoteModifica

  1. ^ i titoli SIM si intendono all'inizio del torneo
  2. ^ i titoli GM/SIM si intendono all'inizio del torneo
  3. ^ i titoli LM si intendono all'inizio del torneo
  4. ^ i titoli LGM/ILM si intendono all'inizio del torneo
  5. ^ i titoli SIM/IM si intendono all'inizio del torneo
  6. ^ a b i titoli GM/SIM/IM si intendono all'inizio del torneo

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Scacchi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di scacchi