Apri il menu principale

Ai Giochi della III Olimpiade di Saint Louis 1904 sono stati assegnati 25 titoli in gare di atletica leggera.

L'atletica leggera ai Giochi della III Olimpiade di Saint Louis


  • Durata del programma: dal 20 agosto al 4 settembre 1904[1]
  • 25 titoli in palio
  • Numero di atleti partecipanti: 117 (tutti uomini, di cui 88 statunitensi)[2]
  • Sede delle gare: Francis Field della Washington University. Pista di forma ovale, lunghezza 1/3 di miglio (pari a 536,45 metri) con rettilinei di 220 iarde; larghezza di 20 piedi (6,15 metri ca.) con due rettilinei sui lati lunghi di 220 iarde e due rettilinei minori sui lati corti. In totale le curve erano quattro. Il fondo era in cenere. La pista è stata costruita appositamente per i Giochi.
  • I tempi sono ufficializzati al quinto di secondo. Sarà così fino al 1928 compreso.
  • 10 nuovi record olimpici.
Atletica leggera ai
Giochi di Saint Louis 1904
Athletics pictogram.svg
Corse piane
60 metri   uomini  
100 metri   uomini  
200 metri uomini
400 metri uomini
800 metri uomini
1500 metri uomini
Corse ad ostacoli
110 m ostacoli uomini
200 m ostacoli uomini
400 m ostacoli uomini
Corse sull'erba
2590 m siepi uomini
Gare a squadre
4 miglia a squadre uomini
Prove su strada
Maratona uomini
Salti con rincorsa
Salto in alto uomini
Salto con l'asta uomini
Salto in lungo uomini
Salto triplo uomini
Salti da fermo
Salto in alto uomini
Salto in lungo uomini
Salto triplo uomini
Lanci
Getto del peso uomini
Lancio del disco uomini
Lancio del martello uomini
Martello con maniglia corta uomini
Prove multiple
Triathlon uomini
All around uomini
Tiro alla fune
Tiro alla fune uomini

Indice

PartecipazioneModifica

Saint Louis si trova a 1.500 km dalla costa orientale degli Stati Uniti. Ciò significa che un atleta europeo deve effettuare due lunghi viaggi per raggiungerla: il primo in mare (di quattro settimane) fino a New York e il secondo via terra con il treno. Il viaggio verso la capitale del Missouri era estremamente dispendioso. Per questo motivo la partecipazione straniera fu ridottissima. Furono iscritti una manciata di atleti dall'Impero austro-ungarico, dalla Francia, dalla Grecia e da sei altre nazioni. Non partecipò nessun atleta né dalla Gran Bretagna (Tom Kiely era irlandese) né dalla Svezia, due Paesi di profonde tradizioni sportive.
Nell'atletica leggera i Giochi di Saint Louis videro la partecipazione più ridotta della storia olimpica. Vi furono gare con soli 6 iscritti (salto in alto, disco, martello e martello con maniglia corta) e altre con cinque (200 metri ostacoli e salto in alto da fermo). Il minimo furono i quattro iscritti alle seguenti competizioni: 400 metri ostacoli, salto in lungo da fermo e salto triplo da fermo[3].

Gli atleti di casa vinsero ventitré delle venticinque prove in programma. Fecero eccezione solamente il lancio del martello con maniglia e l'all around (l'antesignano del decathlon). Le gare di atletica furono in sostanza un campionato nazionale “allargato” (anche se le gare non assegnarono i titoli nazionali: il campionato nazionale si tenne il 4 giugno, sempre a Saint Louis). Le università statunitensi schierarono i loro migliori atleti. Va ricordato che la partecipazione era libera, ossia gli atleti non rappresentavano la nazione ma l'ateneo, o il club, di appartenenza e ne indossavano la divisa ufficiale. I due club dominatori furono New York e Chicago.

Il punto tecnicoModifica

Ai Giochi di Saint Louis vennero stabiliti 10 nuovi record olimpici, nelle seguenti specialità: 400 metri, 800 metri, 1500 metri, 200 ostacoli, Asta, Lungo, Lungo da fermo, Peso, Disco e Martello. Il primato sui 60 m piani fu eguagliato. Non esistono ancora le liste dei record del mondo, poiché non è ancora stata fondata una federazione internazionale. Bisognerà aspettare il 1912.

A differenza degli organizzatori dell'edizione precedente disputatasi in Francia, gli americani non inserirono nel calendario agonistico la giornata di domenica. Il 29 agosto, primo giorno di gare, era un lunedì; il 3 settembre, la giornata conclusiva, era un sabato.

La gara dei 200 metri piani si corse in rettilineo (com'era d'uso negli Stati Uniti), quindi il tempo non fu confrontabile con le precedenti edizioni. Nei 400 metri ostacoli la gara fu irregolare, dato che gli ostacoli erano alti solo 76,2 cm, invece dei 92 previsti dal regolamento. Il vincitore abbatté anche un ostacolo, il che rese la sua prestazione non omologabile in ogni caso.

Quattro atleti vinsero tre ori a testa: Archie Hahn (60, 100 e 200 metri), Harry Hillman (200 ostacoli, 400 ostacoli e 400 piani), James Lightbody (800 m, 1500 m e siepi) e Ray Ewry (i tre salti da fermo). Furono i più medagliati dei Giochi.
Myer Prinstein vince salto in lungo e salto triplo. Rimane l'unico atleta del XX secolo ad aver realizzato la doppietta olimpica nei salti in orizzontale.

Nell'atletica leggera, come negli altri sport, a Saint Louis i primi tre classificati furono premiati rispettivamente con una medaglia d'oro, d'argento e di bronzo. Fu la prima volta in assoluto ai Giochi[4].
Per la prima volta i risultati vennero comunicati al pubblico da un annunciatore a mezzo di un amplificatore. Altra nota positiva: la grande affluenza di pubblico. In alcune giornate le gare di atletica attirarono sugli spalti dello stadio diecimila spettatori.

Nuovi recordModifica

Fanno il loro esordio olimpico: Lancio del martello con maniglia corta, Triathlon e All around.
Nuovo record olimpico 10 specialità: 400 metri, 800 metri, 1500 metri, 110 ostacoli, Alto, Asta, Lungo, Triplo, Peso e Disco.

Risultati delle gareModifica

Ai Giochi olimpici dal 1896 fino al 1912, i tempi delle corse erano cronometrati al quinto di secondo. Per comodità del lettore, qui sono riportati in decimi.

Specialità   Oro Risultato   Argento Risultato   Bronzo Risultato Dettagli
60 m   Archie Hahn 7"0  =   William Hogenson 7"2   Fay Moulton 7"2 Classifica completa
100 m   Archie Hahn 11"0   Nathaniel Cartmell 11"2   William Hogenson 11"2 Classifica completa
200 m
(in rettilineo)
  Archie Hahn 21"6   Nathaniel Cartmell 21"9   William Hogenson 21"9 Classifica completa
400 m   Harry Hillman 49"2     Frank Waller 49"9   Herman Groman 50"0 Classifica completa
800 m   Jim Lightbody 1'56"0     Howard Valentine 1'56"3   Emil Breitkreutz 1'56"4 Classifica completa
1.500 m   Jim Lightbody 4'05"4     William Verner 4'06"8   Lacey Hearn n/d Classifica completa
2.590 m siepi   Jim Lightbody 7'39"6   John Daly 7'40"6   Arthur Newton 7'46"0 Classifica completa
110 m ostacoli   Fred Schule 16"0   Thaddeus Shideler 16"3   Lesley Ashburner 16"4 Classifica completa
200 m ostacoli   Harry Hillman 24"6     Frank Castleman 24"9   George Poage 25"2 Classifica completa
400 m ostacoli
(ostacoli alti 76,2 cm)
  Harry Hillman 53"0   Frank Waller 53"2   George Poage 56"8 Classifica completa
4 miglia a squadre   Stati Uniti
New York Athletic Club
Arthur Newton
George Underwood
Paul Pilgrim
Howard Valentine
David Munson
27 p.   Squadra mista
Chicago Athletic Association
  Jim Lightbody
  William Verner
  Lacey Hearn
  Albert Corey
  Sidney Hatch
28 p. Nessun altro partecipante Classifica completa
Maratona   Thomas Hicks 3h28'53"   Albert Corey 3h34'52"   Arthur Newton 3h47'33" Classifica completa
Salto in alto   Samuel Jones 1,803 m   Garrett Serviss 1,778 m   Paul Weinstein 1,778 m Classifica completa
Alto da fermo   Ray Ewry 1,608 m   Joseph Stadler 1,457 m   Lawson Robertson 1,457 m Classifica completa
Salto con l'asta   Charles Dvorak 3,50 m     LeRoy Samse 3,43 m   Louis Wilkins 3,43 m Classifica completa
Salto in lungo   Myer Prinstein 7,34 m     Daniel Frank 6,89 m   Robert Stangland 6,88 m Classifica completa
Lungo da fermo   Ray Ewry 3,476 m     Charles King 3,276 m   John Biller 3,263 m Classifica completa
Salto triplo   Myer Prinstein 14,325 m   Fred Englehardt 13,900 m   Robert Stangland 13,365 m Classifica completa
Triplo da fermo   Ray Ewry 10,54 m   Charles King 10,16 m   Joseph Stadler 9,60 m Classifica completa
Getto del peso   Ralph Rose 14,81 m     Wesley Coe 14,40 m   Lawrence Feuerbach 13,37 m Classifica completa
Lancio del disco   Martin Sheridan 39,28 m     Ralph Rose 39,28 m   Nikolaos Georgantas 37,68 m Classifica completa
Lancio del martello   John Flanagan 51,23 m     John DeWitt 50,265 m   Ralph Rose 45,73 m Classifica completa
Martello con maniglia corta
(25,4 kg)
  Étienne Desmarteau 10,465 m   John Flanagan 10,160 m   James Mitchel 10,135 m Classifica completa
Triathlon[5]   Max Emmerich 35,7 p.   John Grieb 34,0 p.   William Merz 33,9 p. Classifica completa
All around[5]   Tom Kiely 6.036 p.   Adam Gunn 5.907 p.   Truxton Hare 5.813 p. Classifica completa
Tiro alla fune[5]   Stati Uniti
Milwaukee Athletic Club
Oscar Olson
Sidney Johnson
Henry Seiling
Conrad Magnusson
Patrick Flanagan
  Stati Uniti
South West Turnverein St. Louis
Max Braun
William Seiling
Orrin Upshaw
Charles Rose
August Rodenberg
  Squadra mista
South West Turnverein St. Louis 2
Charles Haberkorn
Frank Kugler
Charles Thias
Harry Jacobs
Oscar Friede
Classifica completa
  record mondiale;   record olimpico;   record mondiale stagionale;   record africano;   record asiatico;   record europeo;   record nord-centroamericano e caraibico;   record sudamericano;   record oceaniano;   record nazionale;   record personale;   record personale stagionale.

MedagliereModifica

Posizione Paese   Oro   Argento   Bronzo   Riepilogo
1   Stati Uniti 23 23 22 68
2   Gran Bretagna 1 1 0 2
3   Canada 1 0 0 1
4   Squadra mista 0 1 1 2
5   Germania 0 0 1 1
  Grecia 0 0 1 1
Totale 25 25 25 75

NoteModifica

  1. ^ Tranne il Triathlon e l'All around, che si tennero all'inizio di luglio.
  2. ^ Introduction (PDF), su library.la84.org. URL consultato il 22 agosto 2017 (archiviato dall'url originale il 10 giugno 2017).
  3. ^ Non fu il record della minima partecipazione poiché a Parigi 1900 il salto in alto da fermo ebbe tre soli iscritti.
  4. ^ 1904 Athletics Summary, su sport-olympic.gr. URL consultato il 30 settembre 2017.
  5. ^ a b c Specialità che la IAAF, dopo il 1912, non ha inserito nell'albo delle gare i cui record sono omologati.

BibliografiaModifica

  • La storia delle Olimpiadi, da Atene a Los Angeles - Vol.1, Rizzoli editore, 1984.
  • Gustavo Pallicca, I figli del vento: la storia dei 100 metri ai Giochi Olimpici vol. 1 – Le origini da Atene 1896 a Londra 1908, vol. 1, Simple, 2006, ISBN 978-88-89177-77-8.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica