Apri il menu principale

Ai Giochi della XVI Olimpiade di Melbourne nel 1956 vennero assegnati 33 titoli in gare di atletica leggera, di cui 24 maschili e 9 femminili

L'atletica leggera ai Giochi della XVI Olimpiade di Melbourne


  • Durata del programma: dal 23 novembre al 1º dicembre
  • Nazioni partecipanti: 61
  • Numero di atleti iscritti: 720, di cui 573 uomini e 147 donne
  • Sede delle gare: Stadio del Cricket di Melbourne
  • Programma maschile: la gara di marcia su pista è sostituita dai 20 km su strada. È questa l'ultima modifica nel programma di atletica leggera maschile che, per il resto del XX secolo, non subirà più nessun altro mutamento.
  • Nell'atletica maschile: 3 nuovi record mondiali, 15 nuovi record olimpici
  • Nell'atletica femminile: 3 nuovi record mondiali, 6 nuovi record olimpici

Indice

PartecipazioneModifica

In questa edizione si verifica quello che può essere considerato il primo boicottaggio dei Giochi. Due avvenimenti scuotono i delicati equilibri internazionali:

La Cina popolare non partecipa ai Giochi perché contesta la legittimità del governo di Taiwan.

Nonostante la posizione periferica dell'Australia, Melbourne registra la partecipazione-record di 59 squadre nazionali[2]:

Prima partecipazione assoluta nell'atletica leggera per:

  • 2 stati sovrani: Etiopia e Liberia
  • 4 colonie britanniche: Bahamas, Figi, Kenya e Uganda.

Tra gli Stati di recente indipendenza, è la prima volta per Taiwan.

Ritornano: Colombia, Guyana britannica, Birmania e Trinidad e Tobago.

Il punto tecnicoModifica

Anche in questa edizione è presente il cronometraggio elettrico, come riserva. I risultati sono resi noti dallo statistico inglese Bob Sparks (membro dell'Associazione internazionale degli statistici di atletica leggera, ATFS) che, come ad Helsinki, ha accesso alle pellicole del fotofinish.

A Melbourne il cronometraggio elettrico non serve solo per classificare gli atleti, ma anche a stabilire un ex aequo. Avviene nei 400 piani maschili, dove il sovietico Ignatjev ed il finlandese Hellsten finiscono terzi con lo stesso tempo manuale: 47"0. Si va a vedere il risultato al centesimo per poter attribuire il bronzo. Dal momento che anche il cronometraggio elettrico (usato come riserva) li dà alla pari (47"15 e 47"15), salgono entrambi sul podio.

Al congresso IAAF del 1954 è stata finalmente regolamentata la gara dei 3000 metri siepi. Prima di allora il numero degli ostacoli variava a seconda della manifestazione e dello stadio. Le siepi moderne, quelle che ancor oggi conosciamo, prevedono 28 barriere alte 91,4 cm e 7 fossati lunghi 3,66 metri con una profondità di 70 cm. Successivamente viene inaugurata la tabella ufficiale del record del mondo.

Risultati delle gareModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Atletica leggera maschile ai Giochi della XVI Olimpiade e Atletica leggera femminile ai Giochi della XVI Olimpiade.

MedagliereModifica

Posizione Paese   Oro   Argento   Bronzo   Riepilogo
1   Stati Uniti d'America 16 10 5 31
2   Unione Sovietica 5 7 10 22
3   Australia 4 2 6 12
4   Gran Bretagna 1 4 2 7
5   Polonia 1 1 0 2
6   Norvegia 1 0 2 3
7   Cecoslovacchia 1 0 1 2
8   Brasile 1 0 0 1
  Francia 1 0 0 1
  Irlanda 1 0 0 1
  Nuova Zelanda 1 0 0 1
12   Germania 0 5 2 7
13   Ungheria 0 2 0 2
14   Cile 0 1 0 1
  Islanda 0 1 0 1
  Jugoslavia 0 1 0 1
17   Finlandia 0 0 3 3
18   Grecia 0 0 1 1
  Svezia 0 0 1 1
Totale 33 34 33 100

NoteModifica

  1. ^ Il Libano peraltro non ha mai partecipato alle prove di atletica leggera ai Giochi.
  2. ^ Le statistiche ufficiali registrano l'effimera partecipazione del «Borneo del Nord». Inoltre tengono conto del fatto che Germania Est e Germania Ovest sono due stati sovrani, per cui in totale si contano 61 squadre ufficiali presenti.

Altri progettiModifica