Apri il menu principale

Atletica leggera ai Giochi della XXVIII Olimpiade - Decathlon

Bandiera olimpica Athletics pictogram.svg
Decathlon
Atene 2004
Informazioni generali
Luogo Stadio Olimpico di Atene
Periodo 23 agosto 2004
24 agosto 2004
Partecipanti 39 da 26 nazioni
Podio
Medaglia d'oro Roman Šebrle Rep. Ceca Rep. Ceca
Medaglia d'argento Bryan Clay Stati Uniti Stati Uniti
Medaglia di bronzo Dmitrij Karpov Kazakistan Kazakistan
Edizione precedente e successiva
Sydney 2000 Pechino 2008
Atletica leggera ai
Giochi di Atene 2004
Athletics pictogram.svg
Corse piane
100 metri   uomini   donne
200 metri uomini donne
400 metri uomini donne
800 metri uomini donne
1500 metri uomini donne
5000 metri uomini donne
10000 metri uomini donne
3000 m siepi uomini
Corse ad ostacoli
110/100 m ostacoli uomini donne
400 m ostacoli uomini donne
Staffette
Staffetta 4×100 m uomini donne
Staffetta 4×400 m uomini donne
Prove su strada
Maratona uomini donne
Marcia 20 km uomini donne
Marcia 50 km uomini
Concorsi
Salto in alto uomini donne
Salto con l'asta uomini donne
Salto in lungo uomini donne
Salto triplo uomini donne
Getto del peso uomini donne
Lancio del disco uomini donne
Lancio del martello uomini donne
Lancio del giavellotto uomini donne
Prove multiple
Decathlon uomini
Eptathlon donne

Il decathlon ha fatto parte del programma di atletica leggera maschile ai Giochi della XXVIII Olimpiade. La competizione si è svolta nei giorni 23 e 24 agosto 2004 allo Stadio Olimpico di Atene. Vi hanno preso parte 39 atleti.

L'eccellenza mondialeModifica

Campione olimpico 2000 8.641   Erki Nool Presente
Primatista mondiale 9.026[E 1]   Roman Šebrle Presente
Campione europeo 2002 8.800   Roman Šebrle Presente
Campione mondiale 2003 8.750   Tom Pappas Presente
  1. ^ Record stabilito nel 2001.

RisultatiModifica

Stadio olimpico, 23-24 agosto.

Prima giornata: Bryan Clay (vincitore delle selezioni USA) parte bene ed è in testa dopo le prime tre prove. Conduce di 9 punti sul kazako Karpov e di 47 sul ceco Roman Šebrle. Karpov con una prova superba sui 400 (46"81) si porta in testa dopo cinque gare, davanti a Šebrle e Clay.
Seconda giornata: Sui 110 ostacoli Clay perde oltre 30 punti dai rivali; l'oro si allontana. Nel disco Karpov stacca Šebrle, ma il céco è molto più forte nell'asta e nel giavellotto e si porta in testa. Durante il salto con l'asta Tom Pappas, uno dei favoriti, si infortuna ed esce di gara.
Dopo nove gare Šebrle è saldamente in testa; può stabilire il record del mondo se scende sotto 4'20" sui 1500 (il suo personale è 4'21"98). Ma il céco pensa a controllare gli avversari e finisce in un comodo 4'40".

Pos Paese Atleta Punti
    Rep. Ceca Roman Šebrle 8.893  
CORSE
100 m: 10"85
400 m: 48"36
110 ost. 14"05
1500 m: 4'40"01
SALTI
Alto: 2,12
Asta: 5,00
Lungo: 7,84
LANCI
Peso: 16,36
Disco: 48,72
Giavellotto: 70,52
    Stati Uniti Bryan Clay 8.820
    Kazakistan Dmitrij Karpov 8.725
4   Regno Unito Dean Macey 8.414
5   Paesi Bassi Chiel Warners 8.343
6   Ungheria Attila Zsivóczky 8.287
7   Francia Laurent Hernu 8.237
8   Estonia Erki Nool 8.235

Il record olimpico di Daley Thompson (8.847 punti), uno dei più longevi, è durato 20 anni esatti.
Roman Šebrle riesce ad ottenere un punteggio superiore agli 8.800 punti per l'ottava volta. Nessuno ha fatto meglio di lui.
Brian Clay è il "piazzato" con il punteggio più alto in assoluto.
È stata la finale a più alto contenuto tecnico della storia olimpica, con ben 16 atleti oltre gli 8.000 punti.