Apri il menu principale

Atletica leggera ai Giochi della XXX Olimpiade - Maratona femminile

Bandiera olimpica Athletics pictogram.svg
Maratona femminile
Londra 2012
Informazioni generali
Luogo Londra
Periodo 5 agosto 2012
Partecipanti 118 da 67 nazioni
Podio
Medaglia d'oro Tiki Gelana Etiopia Etiopia
Medaglia d'argento Priscah Jeptoo Kenya Kenya
Medaglia di bronzo Tat'jana Petrova-Archipova Russia Russia
Edizione precedente e successiva
Pechino 2008 Rio de Janeiro 2016
Atletica leggera ai
Giochi olimpici di
Londra 2012
Athletics pictogram.svg
Corse piane
100 m piani   uomini   donne
200 m piani uomini donne
400 m piani uomini donne
800 m piani uomini donne
1500 m piani uomini donne
5000 m piani uomini donne
10000 m piani uomini donne
Corse ad ostacoli
110 / 100 m hs uomini donne
400 m hs uomini donne
3000 m siepi uomini donne
Prove su strada
Maratona uomini donne
Marcia 20 km uomini donne
Marcia 50 km uomini
Salti
Salto in alto uomini donne
Salto con l'asta uomini donne
Salto in lungo uomini donne
Salto triplo uomini donne
Lanci
Getto del peso uomini donne
Lancio del disco uomini donne
Lancio del martello uomini donne
Lancio del giavellotto uomini donne
Prove multiple
Decathlon uomini
Eptathlon donne
Staffette
Staffetta 4×100 m uomini donne
Staffetta 4×400 m uomini donne

Ai Giochi della XXX Olimpiade, la competizione della maratona femminile si è svolta il 5 agosto nella città di Londra.

L'eccellenza mondialeModifica

Primatista mondiale 2h15'25" 2003   Paula Radcliffe Infortunata
Campionessa olimpica 2008 2h26'44"   Constantina Diță Presente
Campionessa mondiale 2011 2h28'43"   Edna Kiplagat Presente
Primatista stagionale[1] 2h18'37 (22/4)   Mary Keitany Presente

Il tracciatoModifica

La partenza della gara della maratona è stata posizionata sul Mall, l'ampio viale che unisce da ovest a est Buckingham Palace all'Admiralty Arch (Arco dell'Ammiragliato). La linea di partenza è stata fissata a circa 200 metri da Buckingham Palace.

La corsa era composta da un giro corto di circa 3,5 km e tre giri lunghi di 12,8 km ciascuno. Nel primo giro, dopo aver percorso un tratto rettilineo sul Mall, si girava a destra in Northumberland Avenue per poi svoltare a destra costeggiando il Tamigi fino al Ponte di Westminster. Da lì, le atlete tornavano davanti a Buckingham Palace per iniziare il primo dei tre giri lunghi.

Questi tre giri iniziavano calcando il tracciato del giro corto fino alla fine di Northumberland Avenue. Giunte in quel punto, le atlete dovevano svoltare a sinistra e percorrere la sponda sinistra del Tamigi fino al Ponte dei Frati Neri. Passato il ponte dovevano raggiungere Friday Street, per poi svoltare a sinistra costeggiando la Cattedrale di San Paolo. Da qui il percorso era caratterizzato da strade più strette e tortuose rispetto alle precedenti. Passata la cattedrale, il tracciato svoltava a destra su Ave Maria Lane per poi svoltare a destra su Newgate Street, e andare a percorrere King Edward Street, Little Britain, e St. Martin's Le -Grand e dunque tornare a immettersi in Newgate Street svoltando a sinistra.

Percorrendo Cheapside (su cui si trovava la metà esatta dell'intero percorso) le atlete arrivavano ad imboccare King Street a sinistra per poi trovarsi di fronte alla Guildhall e proseguire su Lothbury. Dopo una serie di curve in stretta successione, le atlete si trovavano su Cornhill, per voltare a destra in Gracechurh Street. Poi un tratto per raggiungere la Torre di Londra, punto più orientale del tracciato, e tornare dunque sui propri passi su Lower Thames Street. In seguito venivano percorse Cannon Street e Queen Victoria Street, per poi tornare a costeggiare il Tamigi sul tratto percorso all'inizio del giro. La parte finale dei tre giri lunghi coincideva con la seconda metà del giro corto.

La garaModifica

Il giorno della gara piove. Non è una sorpresa per Londra. Per le partecipanti è un vantaggio: la morsa di caldo che grava sulla città si allenta.

Durante la prima metà della gara nessuna atleta va all'attacco. I passaggi ogni 5 km sono attorno ai 17'20”-17'25”.

A metà gara (raggiunta in 1h13'13”) è in testa un gruppetto di oltre 20 atlete. Al 25º km tre keniote e tre etiopi si staccano dal gruppone di circa 4 secondi, aumentando progressivamente il vantaggio. Il ritmo si alza: i 5 km dal 25º al 30º sono percorsi in 16'21”. Le atlete in fuga sono Mary Keitany, Priscah Jeptoo, Tiki Gelana, Edna Kiplagat (la campionessa mondiale in carica), Mare Dibaba. Dietro di loro, a 9 secondi, c'è la russa Tat'jana Archipova, che sta rinvenendo.

Al 35º km la Archipova raggiunge la testa della corsa (1h59'29”). Si forma un quartetto con la russa, Gelana, Keitany e Jeptoo. Al 40º km (2h16'10”) la Gelana ha le energie per staccare le rivali ed andare a vincere. Al secondo posto si classifica la Jeptoo. La Archipova vince il bronzo con il record personale.

La vincitrice stabilisce il nuovo record olimpico. Ventinove atlete hanno percorso la distanza in meno di due ore e mezza: è il numero più alto riscontrato nelle manifestazioni mondiali.

Ordine d'arrivoModifica

Domenica 5 agosto, ore 11:00.

Pos Atleta Paese Tempo Note
1 Tiki Gelana   Etiopia 2h23'07"  
2 Priscah Jeptoo   Kenya 2h23'12"
3 Tat'jana Petrova-Archipova   Russia 2h23'29"  
4 Mary Keitany   Kenya 2h23'56"
5 Tetjana Gamera-Šmyrko   Ucraina 2h24'32"  
6 Xiaolin Zhu   Cina 2h24'48"
7 Jéssica Augusto   Portogallo 2h25'11"
8 Valeria Straneo   Italia 2h25'27"
9 Al'bina Majorova   Russia 2h25'38"
10 Shalane Flanagan   Stati Uniti d'America 2h25'51"
11 Kara Goucher   Stati Uniti d'America 2h26'07"
12 Helalia Johannes   Namibia 2h26'09"  
13 Marisa Barros   Portogallo 2h26'13"
14 Irina Mikitenko   Germania 2h26'44"
15 Kimberley Smith   Nuova Zelanda 2h26'59"
16 Ryoko Kizaki   Giappone 2h27'16"
17 Lisa Jane Weightman   Australia 2h27'32"  
18 Isabellah Andersson   Svezia 2h27'36"
19 Yoshimi Ozaki   Giappone 2h27'43"
20 Edna Kiplagat   Kenya 2h27'52"
21 Ana Dulce Félix   Portogallo 2h28'12"
22 Xueqin Wang   Cina 2h28'21"
23 Mare Dibaba   Etiopia 2h28'48"
24 Hilda Kibet   Paesi Bassi 2h28'52"
25 Inés Melchor   Perù 2h28'54"  
26 Alessandra Aguilar   Spagna 2h29'19"
27 Rasa Drazdauskaité   Lituania 2h29'29"  
28 Diana Lobacevske   Lituania 2h29'32"  
29 Anna Incerti   Italia 2h29'38"
30 Rosaria Console   Italia 2h30'09"
31 Diane Nukuri   Burundi 2h30'13"  
32 Susanne Hahn   Germania 2h30'22"
33 Nastassia Staravoitava   Bielorussia 2h30'25"
34 Sviatlana Kouhan   Bielorussia 2'30"26
35 René Kalmer   Sudafrica 2h30'51"
36 Karolina Jarzyńska   Polonia 2h30'57"
37 Souad Aït Salem   Algeria 2h31'15"
38 Beata Naigambo   Namibia 2h31'16"
39 Jessica Trengove   Australia 2h31'17"
40 Jessica Draskau-Petersson   Danimarca 2h31'43"  
41 Yunhee Chung   Corea del Sud 2h31'58"
42 Aselefech Mergia   Etiopia 2h32'03"
43 Gladys Tejeda   Perù 2h32'07"  
44 Freya Murray   Regno Unito 2h32'14"
45 Lidia Șimon   Romania 2h32'46"  
46 Marisol Romero   Messico 2h33'08"
47 Adriana Aparecida da Silva   Brasile 2h33'15"
48 Olena Burkovs'ka   Ucraina 2h33'26"
49 Kum-Ok Kim   Corea del Nord 2h33'30"
50 Karina Pérez   Messico 2h33'30"
51 Erika Abril   Colombia 2h33'33"  
52 Lisa Christina Stublić   Croazia 2h34'03"
53 Maja Neuenschwander   Svizzera 2h34'50"
54 Andrea Mayr   Austria 2h34'51"
55 Wilma Arizapana   Perù 2h35'09"
56 Kyong-Hui Jon   Corea del Nord 2h35'17"
57 Claire Hallissey   Regno Unito 2h35'39"
58 Jiali Wang   Cina 2h35'46"
59 Rehaset Mehari   Eritrea 2h35'49"
60 Iuliia Andreeva   Kirghizistan 2h36'01"
61 María Elena Espeso   Spagna 2h36'12"
62 Lishan Dula   Brunei 2h36'20"
63 Bahar Dogan   Turchia 2h36'35"
64 Erika Olivera   Cile 2h36'41"  
65 Natalia Cerches   Moldavia 2h37'13"  
66 Linda Byrne   Irlanda 2h37'13"
67 Ivana Sekyrová   Repubblica Ceca 2h37'14"
68 Ava Hutchinson   Irlanda 2h37'17"
69 Natalia Romero   Cile 2h37'47"
70 Dailín Belmonte   Cuba 2h38'08"  
71 Ana Subotic   Serbia 2h38'22"
72 Sultan Haydar   Turchia 2h38'26"
73 Samira Raif   Marocco 2h38'31"  
74 Mi-Gyong Kim   Corea del Nord 2h38'33"
75 Remalda Kergytè   Lituania 2h39'01"
76 Kyung-Hee Lim   Corea del Sud 2h39'03"
77 Sladana Perunovic   Montenegro 2h39'07"  
78 Olga Dubovskaya   Bielorussia 2h39'12"
79 Risa Shigetomo   Giappone 2h40'06"
80 Amira Ben Amor   Tunisia 2h40'13"  
81 Tanith Maxwell   Sudafrica 2h40'27"
82 María Peralta   Argentina 2h40'50"
83 Rosa Chacha   Ecuador 2h40'57"  
84 Triyaningsih   Indonesia 2h41'15"
85 Beáta Rakonczai   Ungheria 2h41'20"
86 Constantina Diță   Romania 2h41'34"
87 Leena Puotiniemi   Finlandia 2h42'01"
88 Žana Jereb   Slovenia 2h42'50"
89 Ümmü Kiraz   Turchia 2h43'07"
90 Mamorallo Tjoka   Lesotho 2h43'15"  
91 Gabriela Traña   Costa Rica 2h43'17"
92 Zsófia Erdélyi   Ungheria 2h44'46"
93 Jane Suuto   Uganda 2h44'46"
94 Yolimar Pineda   Venezuela 2h45'16"
95 Anikó Kálovics   Ungheria 2h45'55"
96 Seongeun Kim   Corea del Sud 2h46'38"
97 Vanessa Veiga   Spagna 2h46'53"
98 Dace Lina   Lettonia 2h47'47"
99 Katarina Bérešová   Slovacchia 2h48'11"
100 Benita Willis   Australia 2h49'38"
101 Claudette Mukasakindi   Ruanda 2h51'07"
102 Otgonbayar Luvsanlundeg   Mongolia 2h52'15"
103 Evelin Talts   Estonia 2h54'15"
104 Konstadína Kefalá   Grecia 3h01'18"
105 Ni Lar San   Birmania 3h04'27"
106 Juventina Napoleao   Timor Est 3h05'07"  
107 Caitriona Jennings   Irlanda 3h22'11"
- Lucia Kimani   Bosnia ed Erzegovina DNF
- Yolanda Caballero   Colombia DNF
- Mara Yamauchi   Regno Unito DNF
- Soumiya Labani   Marocco DNF
- Lornah Kiplagat   Paesi Bassi DNF
- Irvette van Blerk   Sudafrica DNF
- Lilija Šobuchova   Russia DNF
- Olivera Jevtić   Serbia DNF
- Tetjana Filonjuk   Ucraina DNF
- Desireé Davila   Stati Uniti d'America DNF
- Sharon Tavengwa   Zimbabwe DNF

NoteModifica

  1. ^ Alla data del 20 luglio 2012.

Altri progettiModifica

  Portale Atletica leggera: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di atletica leggera