Apri il menu principale

Atletica leggera ai Giochi della XX Olimpiade - Decathlon

Bandiera olimpica Athletics pictogram.svg
Decathlon
Monaco di Baviera 1972
Informazioni generali
Luogo Stadio olimpico di Monaco
Periodo 7-8 settembre 1972
Partecipanti 33
Podio
Medaglia d'oro Nikolai Avilov Unione Sovietica Unione Sovietica
Medaglia d'argento Leonid Litvinenko Unione Sovietica Unione Sovietica
Medaglia di bronzo Ryszard Katus Polonia Polonia
Edizione precedente e successiva
Città del Messico 1968 Montréal 1976
Atletica leggera ai
Giochi olimpici di
Monaco di Baviera 1972
Athletics pictogram.svg
Corse piane
100 m piani   uomini   donne
200 m piani uomini donne
400 m piani uomini donne
800 m piani uomini donne
1500 m piani uomini donne
5000 m piani uomini
10000 m piani uomini
Corse ad ostacoli
110 / 100 m hs uomini donne
400 m hs uomini
3000 m siepi uomini
Prove su strada
Maratona uomini
Marcia 20 km uomini
Marcia 50 km uomini
Salti
Salto in alto uomini donne
Salto con l'asta uomini
Salto in lungo uomini donne
Salto triplo uomini
Lanci
Getto del peso uomini donne
Lancio del disco uomini donne
Lancio del martello uomini
Lancio del giavellotto uomini donne
Prove multiple
Decathlon uomini
Pentathlon donne
Staffette
Staffetta 4×100 m uomini donne
Staffetta 4×400 m uomini donne

Il decathlon ha fatto parte del programma maschile di atletica leggera ai Giochi della XX Olimpiade. La competizione si è svolta nei giorni 7-8 settembre 1972 allo Stadio olimpico di Monaco.

L'eccellenza mondialeModifica

Campione olimpico 1968 8.193   Bill Toomey Ritirato 1969
Primatista mondiale 8.417 1969   Bill Toomey Ritirato 1969
Campione Europeo 1971 8.196   Joachim Kirst Presente
Vincitore dei Trials USA 8.120 Jeffrey Bannister Presente

La garaModifica

Il favorito è il bicampione europeo (1969 e 1971) Joachim Kirst. Il tedesco est prende la testa della gara alla terza prova, ma la perde alla quarta, il salto in alto: nonostante un ottimo 2,10 viene superato dal sovietico Avilov, capace di issarsi fino a 2,12. Nei 400 piani Kirst si rifà sotto dimezzando lo svantaggio, da 38 a 19 punti.

La gara si decide alla prima prova della seconda giornata. Sono in programma i 110 ostacoli. Avilov ferma i cronometri su un buon 14”36. La batteria di Kirst parte in ritardo poiché i giudici gli contestano la lunghezza dei chiodi delle scarpette. Evidentemente innervosito, il tedesco incoccia negli ostacoli e cade. Con una gara in meno non ha speranze di vittorie e si ritira.

Avilov prosegue imperterrito migliorando nove dei suoi record personali, eguagliando il decimo. Vince con il nuovo record del mondo. Il connazionale Litvinenko conquista l'argento con un superbo 1500 finale (4'05”91), superando nella classifica generale il polacco Katus.

Classifica finaleModifica

Pos Paese Atleta Punti
    Unione Sovietica Nikolai Avilov 8.454  
CORSE
100 m: 11"00
110 ost. 14"31
400 m: 48"50
1500 m: 4'22"8
SALTI
Alto: 2,12
Asta: 4,55
Lungo: 7,68
LANCI
Peso: 14,36
Disco: 46,98
Giavellotto: 61,66
    Unione Sovietica Leonid Litvinenko 8.035
    Polonia Ryszard Katus 7.984