Apri il menu principale

Atletica leggera ai Giochi della XX Olimpiade - Salto in alto maschile

Bandiera olimpica Athletics pictogram.svg
Salto in alto maschile
Monaco di Baviera 1972
Informazioni generali
Luogo Stadio olimpico di Monaco
Periodo 9-10 settembre 1972
Partecipanti 40
Podio
Medaglia d'oro Jüri Tarmak URSS URSS
Medaglia d'argento Stefan Junge Germania Est Germania Est
Medaglia di bronzo Dwight Stones Stati Uniti Stati Uniti
Edizione precedente e successiva
Città del Messico 1968 Montréal 1976
Atletica leggera ai
Giochi olimpici di
Monaco di Baviera 1972
Athletics pictogram.svg
Corse piane
100 m piani   uomini   donne
200 m piani uomini donne
400 m piani uomini donne
800 m piani uomini donne
1500 m piani uomini donne
5000 m piani uomini
10000 m piani uomini
Corse ad ostacoli
110 / 100 m hs uomini donne
400 m hs uomini
3000 m siepi uomini
Prove su strada
Maratona uomini
Marcia 20 km uomini
Marcia 50 km uomini
Salti
Salto in alto uomini donne
Salto con l'asta uomini
Salto in lungo uomini donne
Salto triplo uomini
Lanci
Getto del peso uomini donne
Lancio del disco uomini donne
Lancio del martello uomini
Lancio del giavellotto uomini donne
Prove multiple
Decathlon uomini
Pentathlon donne
Staffette
Staffetta 4×100 m uomini donne
Staffetta 4×400 m uomini donne

Il salto in alto ha fatto parte del programma maschile di atletica leggera ai Giochi della XX Olimpiade. La competizione si è svolta nei giorni 9-10 settembre 1972 allo Stadio olimpico di Monaco.

Indice

L'eccellenza mondialeModifica

Campione olimpico 1968 2,24   Dick Fosbury Non Qual.
Campione europeo 1971 2,20   Kestutis Sapka Presente
Primatista mondiale 2,29 1971   Patrick Matzdorf 5° ai Trials
Vincitore dei Trials USA 2,21 Dwight Stones Presente

RisultatiModifica

Turno eliminatorioModifica

Qualificazione
2,15 m

Bel 19 atleti raggiungono la misura richiesta.

FinaleModifica

A 2,18 sono ancora in gara cinque atleti, la maggior parte dei quali sono ventralisti. A 2,21 rimangono in tre a contendersi le medaglie: il sovietico Tarmak, l'americano Stones e il tedesco est Junge. Tarmak e Junge vanno su al secondo tentativo, Stones ce la fa solo al terzo. A 2,23 cadono Junge e Stones e per Tarmak è medaglia d'oro. Il campione europeo Kestutis Sapka non va oltre 2,15 e si classifica dodicesimo.

Pos Atleta Paese 2,00 2,05 2,10 2,15 2,18 2,21 2,23 Misura Note
  Jüri Tarmak   URSS O O O XO XO 2,23
  Stefan Junge   Germania Est XO O O O XO XXX 2,21
  Dwight Stones   Stati Uniti O O O O XXO XXX 2,21
4 Hermann Magerl   Germania Ovest O O XO O XXX 2,18
5 Ádám Szepesi   Ungheria O O O O XXO XXX 2,18
6 John Beers   Canada O O O XXX 2,15
6 ex aequo István Major   Ungheria O O O XXX 2,15
8 Rustam Akhmetov   URSS O O O O XXX 2,15
9 John Hawkins   Canada O XO O XXX 2,15
10 Enzo Del Forno   Italia O O O XO XXX 2,15
11 Jan Dahlgren   Svezia O XO XO XXX 2,15
12 Vasilios Papadimitriou   Grecia O O XXO XXX 2,15
12 ex aequo Kęstutis Šapka   URSS O O XXO XXX 2,15
14 Bernard Gauthier   Francia O O XO XXO XXX 2,15
15 Henry Elliott   Francia O - XXX 2,10
16 Şerban Ioan   Romania O - O XXX 2,10
17 Gian Marco Schivo   Italia O XO XXX 2,10
18 Lawrie Peckham   Australia O O XO XXX 2,10
19 Hidehiko Tomizawa   Giappone XO O XXX 2,05

Il nuovo stile introdotto da Dick Fosbury è ancora in minoranza: viene adottato da non più di 6 dei 19 finalisti. Tutti gli atleti dell'Est europeo, tra cui il neo olimpionico Tarmak, praticano ancora il ventrale.

FonteModifica

Elio Trifari (a cura di): Olimpiadi. La storia dello sport da Atene a Los Angeles. Rizzoli, Milano, 1984. Vol. II.