Atletica leggera maschile ai Giochi della X Olimpiade

Ai Giochi della X Olimpiade di Los Angeles 1932 sono stati assegnati 23 titoli nell'atletica leggera maschile.

CalendarioModifica

  Atletica leggera maschile alla X Olimpiade
Luglio-Agosto 1932 Dom 31 Lun 1 Mar 2 Mer 3 Gio 4 Ven 5 Sab 6 Dom 7 Titoli
Gare
100 m 100 m 200 m 200 m 400 m 400 m Staffetta
4x100 m
Staffetta
4x100 m
23
400 m ost. 400 m ost. 110 m ost. 110 m ost. Staffetta
4x400 m
Staffetta
4x400 m
800 m 800 m 1500 m 1500 m
10.000 m 3000 m siepi 5000 m 5000 m 3000 m siepi Maratona
Alto Lungo Asta Triplo
Peso Martello Disco Giavellotto
Marcia 50 km Decathlon
(1ª giornata)
Decathlon
(2ª giornata)
Titoli 3 3 2 5 3 2 2 3 23
       Qualificazioni        Finali

Il programma ripete per molti aspetti quello di Amsterdam: le gare si disputano in una settimana iniziando di domenica e terminando di domenica.
La struttura ripete quella originaria di Stoccolma 1912, con le variazioni apportate a Parigi nel 1924. Due sole variazioni:

  • Gli 800 metri si disputano in due giorni, e non più in tre (com'era ormai d'abitudine). L'esperimento durerà solo per questa edizione e verrà abbandonato.
  • Tra le batterie dei 3000 siepi e la finale passano cinque giorni: un'enormità.

Il programma dei lanci e dei salti è identico.

Nuovi recordModifica

Gli otto record mondiali sono, per definizione, anche record olimpici.

Nuovo record mondiale in 8 specialità: 100 m, 400 m, 800 m, 400 hs,
staffetta 4×100 m, staffetta 4×400 m,
salto triplo e decathlon.
Nuovo record olimpico in 10 specialità: 200 m, 1.500 m, 5.000 m, 10.000 m, 110 hs,[1]
maratona, salto con l'asta e getto del peso,
lancio del disco e lancio del giavellotto.

Il rapido ricambio dei campioniModifica

Dei 19 campioni dei Giochi di Amsterdam 1928 (i titoli furono 20, ma 100 m e 200 m ebbero lo stesso vincitore), la maggior parte non si è presentata per difendere il titolo. Dieci olimpionici di lingua inglese su 12 hanno abbandonato lo sport dilettantistico. Sono presenti:

Oltre ad essi, sono presenti a Los Angeles solo altri due olimpionici, entrambi finlandesi:

I restanti 5 non di lingua inglese:

  • Ville Ritola (5 000 m), si è ritirato subito dopo i Giochi, a 32 anni;
  • Paavo Nurmi (10 000 m), è passato alla maratona, ma è stato squalificato prima dei Giochi;
  • Mikio Oda (salto triplo), dopo aver saltato 15,55 m in marzo, miglior misura stagionale mondiale, si è infortunato;
  • Erik Lundqvist (lancio del giavellotto), ha contratto una malattia che lo ha costretto ad un temporaneo ritiro dalle competizioni;
  • Non è chiara invece l'assenza di Toivo Loukola (3 000 siepi) che è in piena attività.

Risultati delle gareModifica

Specialità   Oro Risultato   Argento Risultato   Bronzo Risultato Dettagli
100 m   Eddie Tolan 10"3   (10"38)   Ralph Metcalfe 10"3 (10"38)   Arthur Jonath 10"4 (10"50) Classifica completa
200 m   Eddie Tolan 21"2   (21"12)   George Simpson 21"4   Ralph Metcalfe 21"5 Classifica completa
400 m   Bill Carr 46"2   (46"28)   Ben Eastman 46"4 (46"50)   Alex Wilson 47"7 Classifica completa
800 m   Thomas Hampson 1'49"7   (1'49"70)   Alex Wilson 1'49"9   Phil Edwards 1'51"5 Classifica completa
1.500 m   Luigi Beccali 3'51"2   (3'51"20)   Jerry Cornes 3'52"6   Phil Edwards 3'52"8 Classifica completa
5.000 m   Lauri Lehtinen 14'30"0   (14'29"91)   Ralph Hill 14"30"0     Lauri Virtanen 14'44"0 Classifica completa
10.000 m   Janusz Kusociński 30'11"4   (30'11"42)   Volmari Iso-Hollo 30'12"6   Lauri Virtanen 30'35"0 Classifica completa
3.460 m siepi   Volmari Iso-Hollo 10'33"4   Tom Evenson 10'46"0   Joe McCluskey 10'46"2 Classifica completa
110 m ostacoli   George Saling 14"6 (14"57)   Percy Beard 14"7 (14"72)   Don Finlay
  Jack Keller[2]
14"8 (14"79)
14"8 (14"83)
Classifica completa
400 m ostacoli   Bob Tisdall 51"7 (51"67)   Glenn Hardin 51"9  [3]   Morgan Taylor 52"0 Classifica completa
Maratona   Juan Carlos Zabala 2h31'36"     Sam Ferris 2h31'55"   Armas Toivonen 2h32'12" Classifica completa
Marcia 50 km   Tommy Green 4h50'10"   Jānis Daliņš 4h57'20"   Ugo Frigerio 4h59'06" Classifica completa
Salto in alto   Duncan McNaughton 1,97 m   Bob van Osdel 1,97 m   Simeon Toribio 1,97 m Classifica completa
Salto con l'asta   Bill Miller 4,315 m     Shūhei Nishida 4,30 m   George Jefferson 4,20 m Classifica completa
Salto in lungo   Ed Gordon 7,64 m   Lambert Redd 7,60 m   Chuhei Nambu 7,45 m Classifica completa
Salto triplo   Chuhei Nambu 15,72 m     Erik Svensson 15,32 m   Kenkichi Oshima 15,12 m Classifica completa
Getto del peso   Leo Sexton 16,005 m     Harlow Rothert 15,675 m   František Douda 15,61 m Classifica completa
Lancio del disco   John Anderson 49,49 m     Henri Laborde 48,47 m   Paul Winter 47,85 m Classifica completa
Lancio del martello   Pat O'Callaghan 53,92 m   Ville Pörhölä 52,27 m   Peter Zaremba 50,33 m Classifica completa
Lancio del giavellotto   Matti Järvinen 72,71 m     Matti Sippala 69,80 m   Eino Penttilä 68,70 m Classifica completa
Decathlon   James Bausch 8.462,23 p.     Akilles Järvinen 8.292,48 p.   Wolrad Eberle 8.030,80 p. Classifica completa
Staffetta 4×100 m   Stati Uniti
Bob Kiesel
Hector Dyer
Emmett Toppino
Frank Wykoff
40"0   (40"10)   Germania
Friedrich Hendrix
Erich Borchmeyer
Arthur Jonath
Helmut Körnig
40"9   Italia
Giuseppe Castelli
Gabriele Salviati
Ruggero Maregatti
Edgardo Toetti
41"2 Classifica completa
Staffetta 4×400 m   Stati Uniti
Ivan Fuqua
Edgar Ablowich
Karl Warner
Bill Carr
3'08"2   (3'08"14)   Regno Unito
Crew Stoneley
Thomas Hampson
David Burghley
Godfrey Rampling
3'11"2   Canada
Jimmy Ball
Ray Lewis
Phil Edwards
Alex Wilson
3'12"8 Classifica completa
  record mondiale;   record olimpico;   record mondiale stagionale;   record africano;   record asiatico;   record europeo;   record nord-centroamericano e caraibico;   record sudamericano;   record oceaniano;   record nazionale;   record personale;   record personale stagionale.

NoteModifica

  1. ^ Jack Keller stabilisce il primato nella prima semifinale con il tempo di 14"5; George Saling lo migliora nella seconda con 14"4.
  2. ^ Risultato corretto dalla consultazione del fotofinish. I 110 ostacoli furono la prima gara il cui ordine d'arrivo fu corretto dalla "Kirby camera".
  3. ^ Il record di Tisdall non è omologabile poiché l'atleta ha abbattuto un ostacolo. Il secondo classificato, Hardin, è andato anch'egli sotto il precedente limite. Siccome il suo percorso è stato netto, il primato mondiale e quello olimpico sono assegnati all'americano.