Apri il menu principale
Atsuko
順宮厚子内親王
Princess Atsuko edit.jpg
La principessa nel 1951 circa.
Principessa Yori
In carica 7 marzo 1931 –
10 ottobre 1952
Nascita Palazzo imperiale di Tokyo, 7 marzo 1931
Dinastia Dinastia Imperiale del Giappone
Padre Imperatore Hirohito
Madre Imperatrice Kōjun
Consorte Takamasa Ikeda (1952-2012, def.)
Religione Shintoismo

Atsuko Ikeda, (in giapponese: 池田厚子 Ikeda Atsuko), nata Atsuko, Principessa Yori (in giapponese: 順宮厚子内親王 Yori-no-miya Atsuko Naishinnō) (Tokyo, 7 marzo 1931), è la quarta figlia dell'Imperatore Hirohito e dell'Imperatrice Kōjun.

BiografiaModifica

La principessa Atsuko è nata nel Palazzo imperiale di Tokyo il 7 marzo 1931. Il suo appellativo nell'infanzia è stato Yori-no-miya .

Come era pratica al tempo, non è stata allevata dai suoi genitori biologici dopo l'età di tre anni, ma da una successione di dame di corte in un palazzo separato, costruito per lei e le sue sorelle più giovani, nel quartiere Marunouchi di Tokyo nel 1930. Si è diplomata presso la scuola Gakushūin, ed è stata istruita insieme ai suoi fratelli in lingua inglese da una tutor americano, Elizabeth Grey Vining, durante l'occupazione americana del Giappone dopo la seconda guerra mondiale. In seguito, si è laureata presso il collegio femminile dell'Università Gakushūin.

Il 10 ottobre 1952, ha sposato Ikeda Takamasa, figlio maggiore dell'ex marchese Nobumasa Ikeda e discendente diretto dell'ultimo daimyō del dominio Okayama, che aveva conosciuto in una cerimonia del tè giapponese nei giardini Kōraku-en ad Okayama. La coppia si era fidanzata dopo solo sei mesi, ma i piani di matrimonio sono stati rinviati a causa della morte dell'imperatrice Teimei e del successivo periodo di lutto. Con il suo matrimonio, la principessa Yori è diventata la seconda figlia di un imperatore a rinunciare al suo status di membro della famiglia imperiale giapponese e a diventare una cittadina comune, in accordo con la legge della casa imperiale del 1947.

L'ex principessa si è trasferita nella prefettura di Okayama, dove suo marito, un ricco allevatore di bestiame, ha servito come direttore dello zoo Ikeda, nella periferia della città di Okayama, per oltre cinquanta anni.

Nel 1965, è stata ricoverata per sepsi, destando grande preoccupazione nella famiglia imperiale, essendo già prematuramente deceduta per un cancro allo stomaco la sorella maggiore Shigeko.

Nell'ottobre del 1988, è succeduta alla sorella Kazuko, come sacerdotessa del santuario di Ise. Serve anche come presidente dell'Associazione dei santuari shintoisti.

Non ha avuto figli.

Albero genealogicoModifica

Atsuko Ikeda Padre:
Hirohito
Nonno paterno:
Taishō
Bisnonno paterno:
Meiji
Trisavolo paterno:
Kōmei
Trisavola paterna:
Nobile Yoshiko Nakayama
Bisnonna paterna:
Nobile Yanagihara Naruko
Trisavolo paterno:
Conte Takamitsu Yanagihara
Trisavola paterna:
Nobile Utano Hasegawa
Nonna paterna:
Imperatrice Teimei
Bisnonno paterno:
Principe Kujō Michitaka
Trisavolo paterno:
Principe Kujo Hisatada
Trisavola paterna:
Nobile Tsuneko Karahashi
Bisnonna paterna:
Nobile Ikuko Noma
Trisavolo paterno:
Nobile Yorioki Noma
Trisavola paterna:
Nobile Kairi Yamokushi
Madre:
Imperatrice Kōjun
Nonno materno:
Principe Kuniyoshi Kuni
Bisnonno materno:
Principe Kuni Asahiko
Trisavolo materno:
Principe Fushimi Kuniie
Trisavola materna:
Nobile Nobuko Toriikōji
Bisnonna materna:
Nobile Makiko Izumi
Trisavolo materno:
Nobile Toshimasu Izumitei
Trisavola materna:
Nobile Mako Yatoshi
Nonna materna:
Principessa Chikako Shimazu
Bisnonno materno:
Principe Shimazu Tadayoshi
Trisavolo materno:
Principe Shimazu Tadayoshi
Trisavola materna:
Nobile Chimoko Echizen-Shimazu
Bisnonna materna:
Nobile Sumako Yamazaki
Trisavolo materno:
?
Trisavola materna:
?

OnorificenzeModifica

Galleria d'immaginiModifica

BibliografiaModifica

  • Foreign Affairs Association of Japan, The Japan Year Book (Tokyo: Kenkyusha Press, 1939–40, 1941–42, 1944–45, 1945–46, 1947–48).
  • Takie Sugiyama Lebra, Above the Clouds: Status Culture of the Modern Japanese Nobility (Berkeley: University of California Press, 1992).
  • "Hirohito's Daughter Wed: Princess Yori Married to Tokyo Commoner by Shinto Rites," New York Times 10 October 1952.
  • Herbert P. Bix, Hirohito and the Making of Modern Japan, Harper Perennial, 2001, ISBN 0-06-093130-2.

Altri progettiModifica

  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie