Attention (Charlie Puth)

singolo di Charlie Puth del 2017
Attention
Charlie Puth - Attention.PNG
Screenshot tratto dal video del brano
ArtistaCharlie Puth
Tipo albumSingolo
Pubblicazione21 aprile 2017
Durata3:31
Album di provenienzaVoicenotes
GenerePop
EtichettaWarner Bros.
ProduttoreCharlie Puth, Jacob Kasher
Registrazione2017
FormatiDownload digitale, streaming
Certificazioni
Dischi d'oroAustria Austria[1]
(vendite: oltre 15 000)
Germania Germania (3)[2]
(vendite: oltre 600 000)
Dischi di platinoAustralia Australia (4)[3]
(vendite: oltre 280 000)
Belgio Belgio[4]
(vendite: oltre 30 000)
Canada Canada (5)[5]
(vendite: oltre 400 000)
Danimarca Danimarca[6]
(vendite: oltre 90 000)
Italia Italia (4)[7]
(vendite: oltre 200 000)
Nuova Zelanda Nuova Zelanda[8]
(vendite: oltre 30 000)
Messico Messico (3)[9]
(vendite: oltre 180 000)
Paesi Bassi Paesi Bassi (2)[10]
(vendite: oltre 80 000)
Polonia Polonia (4)[11]
(vendite: oltre 80 000)
Portogallo Portogallo (2)[12]
(vendite: oltre 20 000)
Regno Unito Regno Unito (2)[13]
(vendite: oltre 1 200 000)
Spagna Spagna (2)[14]
(vendite: oltre 80 000)
Stati Uniti Stati Uniti (4)[15]
(vendite: oltre 4 000 000)
Svizzera Svizzera[16]
(vendite: oltre 20 000)
Dischi di diamanteFrancia Francia[17]
(vendite: oltre 250 000)
Charlie Puth - cronologia
Singolo precedente
(2016)
Singolo successivo
(2017)

Attention è un singolo del cantante statunitense Charlie Puth, pubblicato il 21 aprile 2017 come primo estratto dal secondo album in studio Voicenotes.[18]

DescrizioneModifica

L'idea originale è nata a Tokyo durante una pausa dal tour giapponese, nel quale Puth ha registrato una nota vocale sul proprio smartphone, per poi farla ascoltare a Miles Beard, amico del cantante e vicepresidente della Artist Partner Group, che, notandone il potenziale, gli ha consigliato di completarla il prima possibile.[19] Come base musicale il cantante ha inizialmente creato una melodia lenta caratterizzata dalla presenza degli strumenti ad arco,[19] ma dopo averla ritenuta «triste» e «depressa» ha preferito optare per sonorità più upbeat, utilizzando elementi soul e funk ispirati agli anni ottanta;[20][21]

Il testo, invece, tratta di come il cantante abbia capito che la propria partner vuole stare insieme a lui solo per cercare attenzioni anziché amarlo per ciò che egli è.[22]

TracceModifica

Download digitale
  1. Attention – 3:31
Download digitale – Bingo Players Remix
  1. Attention (Bingo Players Remix) – 2:24
Download digitale – Oliver Heldens Remix
  1. Attention (Oliver Heldens Remix) – 3:22
Download digitale – Acoustic + Remixes
  1. Attention (Remix) (feat. Kyle) – 3:38
  2. Attention (Acoustic) – 3:26
  3. Attention (Bingo Players Remix) – 2:24
  4. Attention (Oliver Heldens Remix) – 3:22
  5. Attention (Lash Remix) – 2:55
  6. Attention (HUGEL Remix) – 4:36
  7. Attention (David Guetta Remix) – 3:12

ClassificheModifica

Classifica (2017) Posizione
massima
Australia[23] 10
Austria[23] 11
Belgio (Fiandre)[23] 15
Belgio (Vallonia)[23] 2
Bulgaria[24] 2
Stati Uniti[25] 6
Danimarca[23] 12
Filippine[26] 9
Francia[23] 5
Germania[23] 9
Italia[23] 10
Norvegia[23] 13
Nuova Zelanda[23] 6
Paesi Bassi[23] 20
Spagna[23] 14
Stati Uniti[27] 5
Svezia[23] 20
Svizzera[23] 6

NoteModifica

  1. ^ (DE) Charlie Puth, Attention – Gold & Platin, IFPI Austria. URL consultato il 17 marzo 2020.
  2. ^ (DE) Charlie Puth, Attention – Gold-/Platin- und Diamond-Datenbank, Bundesverband Musikindustrie. URL consultato il 13 dicembre 2019.
  3. ^ (EN) ARIA Charts - Accreditations - 2018 Singles, Australian Recording Industry Association. URL consultato il 17 marzo 2020.
  4. ^ (NL) GOUD EN PLATINA - singles 2017, Ultratop. URL consultato il 17 marzo 2020.
  5. ^ (EN) Attention – Gold/Platinum, Music Canada. URL consultato il 15 marzo 2020.
  6. ^ (DA) Certificeringer, International Federation of the Phonographic Industry. URL consultato il 17 marzo 2020.
  7. ^ Attention (certificazione), Federazione Industria Musicale Italiana. URL consultato il 13 maggio 2019.
  8. ^ (EN) Official Top 40 Singles: 16 October 2017, The Official NZ Music Charts. URL consultato il 17 marzo 2020.
  9. ^ (ES) Certificaciones, Asociación Mexicana de Productores de Fonogramas y Videogramas. URL consultato il 7 ottobre 2019. Digitare "Attention" in "Título".
  10. ^ (NL) Goud/Platina, Nederlandse Vereniging van Producenten en Importeurs van beeld- en geluidsdragers. URL consultato il 17 marzo 2020.
  11. ^ (PL) bestsellery i wyróżnienia, Związek Producentów Audio-Video. URL consultato il 17 marzo 2020.
  12. ^ (PT) TOP AFP/AUDIOGEST - Semana 21 de 2018 - De 18 a 24 de Maio de 2018 (PDF), Associação Fonográfica Portuguesa. URL consultato il 17 marzo 2020 (archiviato dall'url originale il 17 marzo 2020).
  13. ^ (EN) Attention, British Phonographic Industry. URL consultato il 25 settembre 2020.
  14. ^ (EN) Charlie Puth - Attention, su elportaldemusica.es. URL consultato il 17 marzo 2020.
  15. ^ (EN) Charlie Puth, Attention – Gold & Platinum, Recording Industry Association of America. URL consultato il 3 luglio 2019.
  16. ^ (DE) Edelmetall, Schweizer Hitparade. URL consultato il 17 marzo 2020.
  17. ^ (FR) Charlie Puth, Attention – Les certifications, SNEP. URL consultato il 17 marzo 2020.
  18. ^ ATTENZIONE, CHARLIE PUTH È TORNATO, R101, 21 aprile 2017. URL consultato l'8 luglio 2017 (archiviato dall'url originale il 19 maggio 2017).
  19. ^ a b (EN) Tatiana Cirisano, Anatomy of a Hit: Charlie Puth on the Runaway Success of 'Attention', su Billboard, 11 agosto 2017. URL consultato il 1º maggio 2020.
  20. ^ (EN) Mikes Brohier, Boyzone to tour in 2018, The Sunday Times, 4 giugno 2017. URL consultato l'8 luglio 2017.
  21. ^ (EN) Jon Pareles, Jon Caramanica, Giovanni Russonello, The Playlist: The War on Drugs and Lana Del Rey Deliver Two Kinds of Reveries, The New York Times, 21 aprile 2017. URL consultato l'8 luglio 2017.
  22. ^ (EN) Charlie Puth Puts Fake Love To The Test In His "Attention", Vibe, 24 aprile 2017. URL consultato l'8 luglio 2017.
  23. ^ a b c d e f g h i j k l m n (NL) Charlie Puth - Attention, Ultratop. URL consultato il 1º maggio 2020.
  24. ^ (EN) International Top 10 - 14.07.2017 – 20.07.2017, Prophon. URL consultato il 22 marzo 2020.
  25. ^ (EN) Charlie Puth - Chart history (Billboard Canadian Hot 100), su Billboard. URL consultato il 1º maggio 2020.
  26. ^ (EN) BillboardPH Hot 100 – July 17, 2017, Billboard Philippines. URL consultato l'8 gennaio 2020 (archiviato dall'url originale il 14 dicembre 2017).
  27. ^ (EN) Charlie Puth - Chart history (Hot 100), su Billboard. URL consultato il 1º maggio 2020.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica