Augusto Passaglia

scultore italiano (1838-1918)

Augusto Passaglia (Lucca, 1837Firenze, 1918) è stato uno scultore italiano.

Monumento Tognini Lenci Mazzei, 1904, cimitero monumentale di Lucca
Sant'Andrea Corsini, portale centrale del Duomo di Firenze

Biografia

modifica

Iniziato dal padre all'arte orafa nella città natale, decide di trasferirsi presto a Firenze per studiare scultura sotto Giovanni Duprè, grazie alla vincita di una borsa di studio. Si avvicina inoltre al realismo influenzato da Adriano Cecioni. Rimarrà a Firenze definitivamente dal 1862.

La sua carriera di scultore inizia con i bozzetti per i monumenti a Vittorio Emanuele II per le città di Torino e Venezia: i progetti ricevettero numerosi apprezzamenti, senza tuttavia venire selezionati. La prima opera che lo fece conoscere fu sicuramente il monumento in marmo a Boccaccio di Certaldo, mentre la fama arrivò con le decorazioni della facciata di Santa Maria del Fiore a Firenze.

Passaglia fu professore di scultura all'Accademia di Belle Arti e cavaliere dell'Ordine della Corona d'Italia.

Suo figlio Giulio fu pure scultore.

 
Porte bronzee centrali del Duomo di Firenze

Tra le sue principali sculture si ricordano:

Bibliografia

modifica
  • Angelo De Gubernatis, Dizionario degli artisti italiani viventi: pittori, scultori e architetti, Successori Le Monnier, 1889, pp. 357-359.

Voci correlate

modifica

Altri progetti

modifica

Collegamenti esterni

modifica
Controllo di autoritàVIAF (EN96512710 · ISNI (EN0000 0000 6823 770X · BAV 495/330094 · ULAN (EN500110837 · WorldCat Identities (ENviaf-96512710