Apri il menu principale

Aurelio Cetica (Marciano della Chiana, 25 giugno 19031984) è stato un architetto italiano.

Indice

BiografiaModifica

 
Casa della Gioventù italiana del Littorio, 1938 (demolita)

Consegue il diploma di professore architetto all'Accademia di belle arti di Firenze nel 1926. Diviene poi assistente di Raffaello Brizzi presso la nuova Regia scuola superiore di architettura di Firenze, per poi ottenere l'insegnamento di composizione architettonica.

OpereModifica

BibliografiaModifica

  • A. Cetica, A. Marsili-Libelli, Regolamento edilizio: comunicazione al I Congresso nazionale di urbanistica, Roma 5-7 aprile 1937, Tipografia delle Terme, Roma (1937)
  • A. Cetica, Un architetto in giro per Firenze, in "Firenze", XII, settembre 1941
  • S. Poli, Paolucci rimpiange la "Casa del Balilla", in "La Repubblica", 2 febbraio 2001, p. 1
  • C. Ghelli, Scheda su Aurelio Cetica, in Guida agli archivi di architetti e ingegneri del Novecento in Toscana, a cura di E. Insabato, C. Ghelli, Edifir, Firenze 2007, pp. 120-125

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie