Australia al Junior Eurovision Song Contest

Australia
EuroAustralia.svg
Televisione SBS (2015-2016)
ABC (2017-)
Stato organizzatore Australia Australia
Partecipazioni 5
Prima partecipazione 2015
Miglior piazzamento 3°, (2017)
3°, (2018)
Peggior piazzamento 8°, (2015)
8°, (2019)

L'Australia ha debuttato al Junior Eurovision Song Contest 2015, sulla scia della partecipazione straordinaria al sessantesimo Eurovision Song Contest. Il supervisore esecutivo dell'evento, Vladislav Yakovlev, si è detto "eccitato di accogliere l'Australia al Junior Eurovision, dopo il successo di Guy Sebastian all'Eurovision di Vienna".[1]

SBS ha trasmesso l'evento in Australia sin dalla sua prima edizione, nel 2003.

A causa del fuso orario, gli spettatori non hanno avuto la possibilità di televotare, ma i risultati australiani sono stati determinati unicamente dalla giuria nazionale. SBS ha comunque trasmesso l'evento in diretta.

La nazione è stata invitata a parteciapare nel 2016, e ha confermato anche la partecipazione nel 2017 con la trasmissione su ABC.

In quattro partecipazioni è sempre rientrata nella top 10, con due terzi posti di fila, nel 2017 e nel 2018.

PartecipazioniModifica

  •      Primo posto

  •      Secondo posto

  •      Terzo posto

  •      Ultimo posto

Anno Artista Lingua Canzone Posizione
Finale Punti
2015 Bella Paige Inglese My Girls 64
2016 Alexa Curtis Inglese We Are 202
2017 Isabella Clarke Inglese Speak Up 172
2018 Jael Wena Inglese Champion 201
2019 Jordan Anthony Inglese We Will Rise 121

Storia delle votazioniModifica

Al 2017, le votazioni dell'Australia sono state le seguenti:

Punti dati

Posizione Stato Punti
1   Malta 39
2   Bielorussia 32
3   Georgia 28
4   Armenia 22
5   Irlanda 19

Punti ricevuti

Posizione Stato Punti
1   Georgia 36
2   Paesi Bassi 31
3   Malta 29
4   Italia 28
5   Irlanda 27

NoteModifica

  1. ^ Anthony Granger, JESC’15: Australia Debuts, 17 Countries To Compete, su eurovoix.com, Eurovoix, 8 ottobre 2015. URL consultato l'8 ottobre 2015.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica