Apri il menu principale

Autorità garante per l'infanzia e l'adolescenza

organo governativo
Autorità garante per l'infanzia e l'adolescenza
StatoItalia Italia
SiglaAgia
Istituitoluglio 2011
GaranteFilomena Albano
Durata mandato4 anni
Impiegati9
SedeRoma
IndirizzoVia di Villa Ruffo, 6
Sito web

L'Autorità garante per l'infanzia e l'adolescenza (Agia) è un organo monocratico italiano istituito nel 2011[1], con il compito di promuovere l'attuazione delle misure previste dalla convenzione di New York e da altri strumenti internazionali finalizzati alla promozione e alla tutela dei diritti dell'infanzia e dell'adolescenza.

Può prendere in esame e segnalare alle autorità competenti situazioni di abbandono, disagio o violazione, o rischio di violazione, dei diritti dell'infanzia e dell'adolescenza. Può esprimere al governo pareri su disegni o progetti di legge all'esame delle Camere e richiedere alle pubbliche amministrazioni o enti pubblici e privati di fornire informazioni rilevanti ai fini della tutela delle persone di minore età. A questo fine può, inoltre, accedere a dati, informazioni e luoghi.

GaranteModifica

Il titolare dell'autorità è nominato d'intesa dai presidenti della Camera dei deputati e del Senato della Repubblica con mandato di 4 anni e incarico di carattere esclusivo. Si avvale di un ufficio formato da un massimo di 10 unità, di cui una di livello dirigenziale.

ElencoModifica

AttivitàModifica

L'autorità predispone una relazione annuale al Parlamento sulle attività realizzate.

Per l'analisi di questioni specifiche di particolare interesse, il garante può avvalersi della collaborazione di commissioni consultive composte, oltre che da rappresentanti di istituzioni, associazioni ed esperti, anche da rappresentanze di bambini ed adolescenti.

L'autorità garante presiede, inoltre, la Conferenza nazionale per la garanzia dei diritti dell'infanzia e dell'adolescenza, composta dai garanti regionali, e partecipa ai lavori di reti ed organizzazioni internazionali di tutela e promozione dei diritti delle persone di minore età.

NoteModifica

  1. ^ Legge n. 112 del 12 luglio 2011

Collegamenti esterniModifica