Apri il menu principale
Autostrada A17
Napoli-Bari
Autostrada A17 Italia.svg
Denominazioni successiveAutostrada A14
Autostrada A16
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioniCampania Campania
Puglia Puglia
Mappa autostrada A17 Italia.svg
Dati
ClassificazioneAutostrada
InizioNapoli
FineBari
Lunghezza242 km
Data apertura1969[1]
GestoreAutostrade per l'Italia

L'Autostrada A17 era il nome del tronco autostradale italiano tra Napoli e Bari, utilizzato dalla sua apertura nel 1969 sino all'inaugurazione della tratta Lanciano-Canosa dell'Autostrada A14 nel 1973[2]; quest'ultima denominazione fu estesa anche alla tratta Canosa-Bari della A17[3].

Mai chiarito è, altresì, il motivo per cui il rimanente tratto della A17 tra Napoli e Canosa fu rinumerato in A16, benché da fonti mai confermate nacque la leggenda metropolitana che, data l'alta sinistrosità del tracciato, l'autostrada fosse stata rinumerata per evitare il riferimento al numero 17, ritenuto foriero di cattiva sorte[4].

Fino ad allora la numerazione A16 era utilizzata dal tratto autostradale che univa Roma a Civitavecchia il quale assunse, in conseguenza di ciò, la nuova numerazione A12.

La denominazione A17 non fu più utilizzata per alcun tronco autostradale italiano.

Indice

Date di aperturaModifica

  • 2 gennaio 1966 Napoli-Baiano[5]
  • 4 aprile 1966 Canosa-Bari Zona Industriale[6]
  • 22 dicembre 1966 Baiano-Avellino Sud[7]
  • 24 dicembre 1966 innesto provvisorio SP San Ferdinando-Canosa[8]
  • 25 novembre 1968 Bari Zona Industriale - Bari (circonvallazione)[9]
  • 11 dicembre 1969 Avellino-Canosa[10]

NoteModifica

  1. ^ Eugenio A. Merzagora, Autostrade in Italia (numerazione)
  2. ^ Filiberto Dani, È completata l'autostrada Adriatica (si andrà veloci dal Nord fino in Puglia), in La Stampa, 5 aprile 1973, p. 8. URL consultato il 4 settembre 2015.
  3. ^ Eugenio A. Merzagora, Strade, TeleTransport (archiviato dall'url originale il 13 dicembre 2004).
  4. ^ Gigi Di Fiore, Pullman nella scarpata, la strana storia del viadotto voluto dai politici, in il Messaggero, 30 luglio 2013. URL consultato il 4 settembre 2015 (archiviato dall'url originale il 4 settembre 2015).
  5. ^ Aperto al traffico... (1966), p. 3
  6. ^ Cronache autostradali, in Autostrade, anno VIII, nº 6, Roma, giugno 1966, p. 76, ISSN 0005-1756 (WC · ACNP).
  7. ^ La rete autostradale IRI - Dati e notizie, in Autostrade, anno IX, nº 2, Roma, febbraio 1967, p. 52, ISSN 0005-1756 (WC · ACNP).
  8. ^ La rete autostradale IRI - Dati e notizie, in Autostrade, anno IX, nº 2, Roma, febbraio 1967, p. 53, ISSN 0005-1756 (WC · ACNP).
  9. ^ La rete della società Autostrade - Dati e notizie, in Autostrade, anno XI, nº 4, Roma, aprile 1969, p. 59, ISSN 0005-1756 (WC · ACNP).
  10. ^ La rete della società Autostrade - Dati e notizie, in Autostrade, anno XII, nº 2, Roma, febbraio 1970, p. 55, ISSN 0005-1756 (WC · ACNP).

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

  Portale Trasporti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di trasporti