Apri il menu principale

Béroul (... – ...) giullare e narratore normanno del XII secolo, scrisse una versione della leggenda di Tristano e Isotta in lingua d'oïl di cui si sono conservati parecchi frammenti (circa 3000 versi in totale).

L'operaModifica

La leggenda celtica di Tristano ed Isotta faceva parte del folklore popolare prima di venire scritta: si sono conservate di questa storia due redazioni, la versione "comune", più vicina alla leggenda primitiva, di Béroul, e la versione "cortese" di Thomas. Di entrambe rimangono solo frammenti, ma ci è dato conoscere la storia per intero grazie alle traduzioni che vennero fatte su queste basi; dal romanzo di Béroul, in particolare, deriva un romanzo tedesco, fedelmente adattato e interamente conservato, del 1180 circa, il "Tristrant" di Eilhart d'Oberg. Si ispira a Béroul pure la "Follia Tristan" di Berna, della fine del XII secolo, che racconta un episodio tratto dal romanzo, e l'enorme romanzo di Tristano in prosa, del XIII secolo, che narra anche altre leggende.

BibliografiaModifica

  • Béroul, Tristano e Isotta, a cura di G.Paradisi, Alessandria, Edizioni dell'Orso, 2013

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN265017502 · ISNI (EN0000 0003 8230 7681 · LCCN (ENn50009236 · GND (DE118656597 · BNF (FRcb12004033c (data) · NLA (EN35017990 · BAV ADV10004312 · CERL cnp00397479