Apri il menu principale
Statuina di Ba'al trovata ad Ugarit, oggi al museo del Louvre di Parigi.

Quando i Filistei, fondendosi con la popolazione cananea preesistente, ne adottarono il pantheon, ne trassero (come tutti i popoli loro vicini) una divinità in particolare quale "dio nazionale": la scelta cadde su Dagon, il padre di Baal.

Indice

CarattereModifica

Giovanni Garbini identifica questa divinità, sulla scorta del biblista Thomas Kelly Cheyne, con un Ba' al Zəbûl, Il signore della Soglia (dell'Aldilà), che la Bibbia nomina spesso spregiativamente, con un gioco di parole, come Ba' al Zebub, "Il signore delle mosche". Di questa divinità non è noto nulla, all'infuori di quanto ne scrive la Bibbia.

La variante Baalzebul del nome è in effetti ampiamente attestata nella letteratura antica, ivi compreso il testo greco del Vangelo (Matteo, 10:25, 12:24-27 ecc.), e in Lingua ugaritica è attestato un'espressione zbl b'l col significato di "signore della terra".

Sulla questione il Dictionary of deities and demons in the Bible DDD' afferma:

Dietrich & Loretz (1980) hanno provato che l'epiteto zbl b'l ars ha il significato di "principe, signore dell'Aldilà". Sempre loro hanno confermato che Ba'al zebub è una storpiatura intenzionale di b'l zbl, "Baal il Principe", una divinità ctonia in grado di prestare aiuto in caso di malattia. Si può aggiungere che questo fatto conferma gli incantesimi di Ugarit in cui Baal è invocato per portare via il demone della malattia (p. 155).

Secondo un'altra interpretazione, Ba' al Zebub potrebbe essere il vero titolo del dio, in quanto interpretabile come "Il signore della Peste", ossia delle malattie e della salute. Questo carattere di divinità capace di mandare, e quindi sanare, le infermità, spiegherebbe, secondo questa interpretazione, il motivo per cui il re d'Israele Acazia si fosse rivolto a Baal-Zebub anziché a Yahweh per sapere se sarebbe guarito o morto, suscitando l'ira e la maledizione del profeta Elia.

Le due interpretazioni non sono necessariamente in contrasto, dato che un dio che controlla la Porta verso l'Oltretomba deve per forza di cose essere un dio che ha potere sulla vita e sulla morte, ovvero sulla guarigione o la morte di malattia.

Da Ba' al Zebul a BelzebùModifica

Con il nome biblico Ba' al Zebub, Dagon è entrato nella cultura cristiano-occidentale ed islamica come entità diabolica suprema: Beelzebub, uno dei "sette prìncipi dell'Inferno", ed è spesso identificato dalla tradizione cristiana con Satana.

BibliografiaModifica

  • Giovanni Garbini, I filistei: gli antagonisti di Israele; in appendice: I documenti filistei. Milano: Rusconi 1997, ISBN 88-18-88046-2
  • (EN) Gerhard Kittel, Geoffrey William Bromiley, Gerhard Friedrich, Theological dictionary of the New Testament, Wm. B. Eerdmans Publishing, 1971, volume 7, p. 41, nota 42 (sulle attestazione dell'uso di zbl b'l in ugaritico).
  • (EN) E. C. B. MacLaurin, Beelzeboul, "Novum Testamentum", Vol. 20, Fasc. 2 (Apr., 1978), pp. 156-160. Consultabile qui.
  • (EN) Aicha Rahmouni, Divine Epithets in the Ugaritic Alphabetic Texts, Brill, Leiden 2008, pp. 159-161 (sull'uso di zbl b'l ).
  • (EN) K. van der Toorn, Bob Becking, Pieter Willem van der Horst, Dictionary of deities and demons in the Bible DDD, Wm. B. Eerdmans Publishing, 1999, pp. 154-156, s.v. : Ba'al Zebub, con ulteriore bibliografia. Visionabile su Google books qui

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Mitologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mitologia