Bacino Paradox

Il bacino Paradox è un bacino di avampaese asimmetrico degli Stati Uniti d'America, situato per la maggior parte nella parte sudest dell'Utah e nel sudovest del Colorado, ma che si estende anche fino al nordest dell'Arizona e al nordovest del Nuovo Messico. È una vasta depressione allungata in direzione nordovest-sudest e che si è formata verso la fine del Paleozoico.

Localizzazione del bacino Paradox. Vista satellitare da 1500 km di altezza.

Il suo nome deriva dall'essere posizionato nella Paradox Valley.

CaratteristicheModifica

Il bacino è delimitato a est dall'Uncompahgre Plateau, un altopiano originato dal sollevamento tettonico, a nordovest dal San Rafael Swell e a ovest dal Circle Cliffs Uplift. Ha un'estensione di 85470 km2 e gli strati di rocce sedimentarie di cui è composto raggiungono in qualche punto uno spessore di oltre 4600 m.[1]

A differenza della maggior parte dei bacini delle Montagne Rocciose, il bacino Paradox è un bacino evaporitico che contiene strati sedimentari depositatisi in cicli alternati di acque profonde e acque basse. In conseguenza delle sequenze saline e del fatto che il sale è relativamente duttile a temperature e pressioni basse, la tettonica salina gioca un ruolo importante nella deformazione strutturale risalente al periodo post-Pennsylvaniano del bacino.[2]

NoteModifica

  1. ^ Vito F. Nuccio and Steven M. Condon (1996), Burial and Thermal History of the Paradox Basin, Utah and Colorado, and Petroleum Potential of the Middle Pennsylvanian Paradox Formation, US Geological Survey, Bulletin 2000-O
  2. ^ Colorado River Basin Stratigraphy, su 3dparks.wr.usgs.gov. URL consultato il 1º agosto 2016 (archiviato dall'url originale il 13 maggio 2008).

BibliografiaModifica

  • Baldridge, W.S. (2004), Geology of the American Southwest. Cambridge University Press. ISBN 0-521-01666-5

Voci correlateModifica

Coordinate: 38°N 109°W / 38°N 109°W38; -109

  Portale Scienze della Terra: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di scienze della Terra