Apri il menu principale

Bad Blood (Taylor Swift)

Singolo di Taylor Swift del 2015
Bad Blood
Bad blood.png
Screenshot tratto dal video del brano
ArtistaTaylor Swift
FeaturingKendrick Lamar
Tipo albumSingolo
Pubblicazione17 maggio 2015
Durata3:31
Album di provenienza1989
GenereElettropop
EtichettaBig Machine Records
ProduttoreMax Martin· Shellback
FormatiDownload digitale
Certificazioni
Dischi d'oroNuova Zelanda Nuova Zelanda
(vendite: 7 500+)
Dischi di platinoAustralia Australia (3)[1]
(vendite: 210 000+)
Canada Canada (3)
(Vendite: 300.000+)
Regno Unito Regno Unito[2]
(vendite: 600 000+)
Stati Uniti Stati Uniti (5)[3]
(vendite: 5 000 000+)
Taylor Swift - cronologia
Singolo precedente
(2015)
Singolo successivo
(2015)

Bad Blood è un singolo della cantante Taylor Swift, il quarto estratto dal quinto album in studio 1989 e pubblicato il 17 maggio 2015. Con 315.000 copie vendute raggiunge la vetta della Billboard Hot 100 il 28 Maggio 2015, diventando la sua quarta numero uno dopo We Are Never Ever Getting Back Together, Shake It Off e Blank Space e la prima per Kendrick Lamar. Il singolo è stato annunciato l'8 maggio 2015.

Il branoModifica

(EN)

«Band-aids don't fix bullet holes»

(IT)

«I cerotti non rimarginano i fori dei proiettili»

(Dal bridge di Bad Blood.)

Swift ha dichiarato in un'intervista che la canzone è basata su una storia vera, incentrata su una personalità femminile, la cui identità è riservata, che ha cercato di sabotare alcuni suoi concerti assumendo persone che avevano lavorato per lei.

Molte riviste importanti quali Billboard, Rolling Stone, Time e il Washington Post hanno ipotizzato che la protagonista del brano fosse la cantante Katy Perry, acerrima nemica della cantante.

La versione del brano inclusa nell'album vede Taylor Swift eseguire interamente la canzone, mentre la versione singolo vede la collaborazione di Kendrick Lamar.

Successo commercialeModifica

Bad Blood ha trascorso per la prima volta nella Billboard Hot 100 due settimane a novembre 2014 e gennaio 2015, raggiungendo la 78ª posizione.[4]

Dopo la première del video musicale ai Billboard Music Awards 2015, la versione remixata della canzone con Kendrick Lamar è entrata nella classifica alla 53ª posizione e alla 26ª nella Digital Songs, vendendo 47.000 copie digitali.[4] La settimana seguente, la canzone ha raggiunto la vetta della Hot 100 vendendo 385.000 copie e saltando di 52 posizioni, uno dei più grandi salti al primo posto nella storia della classifica. È diventata il suo quarto singolo al numero uno e la terzo numero uno proveniente da 1989 (seguendo Shake It Off e Blank Space), facendo diventare la Swift la prima artista dopo Adele a produrre tre numero da uno stesso album; oltre a diventare il suo quarto singolo consecutivo in top 10 dal suo album di provenienza.[5] È diventato anche il suo diciottesimo singolo a raggiungere la top 10 e il secondo di Lamar (anche il suo primo singolo numero uno negli Stati Uniti).[5] È sceso alla 2ª posizione la settimana dopo, spodestato da See You Again di Wiz Khalifa, che è rimasto per cinque settimane consecutive.[6] Ha trascorso altre cinque settimane consecutive alla 4ª posizione prima di lasciare la top ten della classifica dopo tredici settimane consecutive.[6] Entro la fine del 2015, la canzone aveva venduto 2.584.000 copie digitali in territorio americano, diventando il decimo singolo più venduto dell'anno.[7] Al novembre 2017, la canzone aveva venduto 3,1 milioni di copie negli Stati Uniti.[8]

Video musicaleModifica

Il videoclip, diretto da Joseph Kahn (il quale aveva già diretto il video di Blank Space) e girato a Los Angeles,[9] ha incluso le apparizioni di Lily Aldridge, Martha Hunt, Mariska Hargitay, Zendaya, Hayley Williams, Ellen Pompeo, Gigi Hadid, Ellie Goulding, Hailee Steinfeld, Lena Dunham, Kendrick Lamar, Karlie Kloss, Serayah McNeill, Jessica Alba, Cara Delevingne, Cindy Crawford, Selena Gomez.

Nel giro di un giorno su YouTube ha totalizzato 20.1 milioni di visualizzazioni, diventando così il video musicale della Vevo più visitato entro le 24h, record in seguito battuto da Hello di Adele.

Il video è stato presentato ufficialmente il 17 maggio 2015 ai Billboard Music Award 2015[10], ed ha superato il miliardo di visualizzazioni su Vevo[11] entro Dicembre 2016

l 21 luglio 2015 sono state annunciate le nominations agli MTV Video Music Awards 2015 e il video ne ha totalizzate otto nelle categorie Video dell'anno, miglior collaborazione, miglior regia, miglior fotografia, miglior montaggio, miglior scenografia, migliori effetti speciali e canzone dell'estate. Il 30 agosto 2015, il video si è aggiudicato due premi nelle categorie video dell'anno e miglior collaborazione, quest'ultimo condiviso con Kendrick Lamar. Nel 2016 vince il Grammy come miglior video musicale.

Sinossi

Il video inizia con Catastrophe (Taylor Swift) e Arsyn (Selena Gomez) che stanno combattendo contro un gruppo di uomini in giacca e cravatta in un ufficio da qualche parte a Londra. Quando tutti gli uomini sono sconfitti, Arsyn decide di tradire Catastrophe calciandola fuori dalla finestra. La canzone inizia con Catastrophe, che canta su una macchina rotta, dopo Welvin da Great (Kendrick Lamar) inizia a rappare i suoi versi. Catastrophe è guarita da The Trinity (Hailee Steinfeld), e dopo un po', è pronta per iniziare la formazione per la sua vendetta. Viene mostrata la formazione in diversi scenari con tutti gli altri personaggi del video, tra cui combattimento con i coltelli con Cut-Throat (Zendaya), pugilato con Knockout (Karlie Kloss), in sella a una moto con Domino (Jessica Alba), e altri, come The Crimson Curse (Hayley Williams), Destructa X (Ellie Goulding), Frostbyte (Lily Aldridge), Slay-Z (Gigi Hadid), Lucky Fiori (Lena Dunham), Dilemma (Serayah), Luna (Ellen Pompeo), Justice (Mariska Hargitay), Mother Chucker (Cara Delevingne), HomeSlice (Martha Hunt), e Headmistress (Cindy Crawford). Quando la formazione è completa, Catastrophe e le sue amiche compiono la loro vendetta su Arsyn e i suoi scagnozzi. Le due squadre si avvicinano l'un l'altra mentre un'enorme esplosione si spegne in fondo, cancellando la skyline di Londra, tra cui 30 St Mary Axe; il video si conclude con le due donne che contemporaneamente si colpiscono l'un l'altra in faccia.

Nel video ci sono chiari riferimenti ai film Tron, Divergent, Hunger Games, Il quinto elemento e Kill Bill.

Nel video avrebbe dovuto esserci anche l’apparizione di Ariana Grande, la quale però ha rifiutato.[senza fonte]

ClassificheModifica

NoteModifica

  1. ^ http://ariacharts.com.au/chart/singles/78383
  2. ^ (EN) BRIT Certified, British Phonographic Industry. URL consultato il 5 luglio 2019.
  3. ^ (EN) Bad Blood – Gold & Platinum, Recording Industry Association of America. URL consultato il 24 febbraio 2017.
  4. ^ a b Wiz Khalifa Tops Hot 100, Taylor Swift Re-Enters Following BBMAs Video Premiere, su Billboard. URL consultato il 22 giugno 2019.
  5. ^ a b Taylor Swift's 'Bad Blood' Blasts to No. 1 on Hot 100, su Billboard. URL consultato il 22 giugno 2019.
  6. ^ a b Wiz Khalifa's 'See You Again' Replaces Taylor Swift at No. 1 on Hot 100, su Billboard. URL consultato il 22 giugno 2019.
  7. ^ nielsen.com, http://www.nielsen.com/content/dam/corporate/us/en/reports-downloads/2016-reports/2015-year-end-music-report.pdf.pdf.
  8. ^ Ask Billboard: Taylor Swift's Career Album & Song Sales, su Billboard. URL consultato il 22 giugno 2019.
  9. ^ Taylor Swift Reportedly Shoots 'Bad Blood' Video: See Photos, su Billboard, 13 aprile 2015. URL consultato il 13 aprile 2015.
  10. ^ Taylor Swift to Debut 'Bad Blood' Video During 2015 Billboard Music Awards, su Billboard, 7 maggio 2015. URL consultato il 12 maggio 2015.
  11. ^ Vevo | New Music Videos, Premieres, Concerts & Original Shows, su VEVO. URL consultato l'8 dicembre 2016.
  12. ^ TAYLOR SWIFT FEAT. KENDRICK LAMAR - BAD BLOOD (SONG), Australian Recording Industry Association. URL consultato il 5 settembre 2015.
  13. ^ (DE) Taylor Swift feat. Kendrick Lamar - Bad Blood (Song), Ö3 Austria Top 40. URL consultato il 5 settembre 2015.
  14. ^ (NL) Taylor Swift feat. Kendrick Lamar - Bad Blood (Nummer), Ultratop. URL consultato il 5 settembre 2015.
  15. ^ (FR) Taylor Swift feat. Kendrick Lamar - Bad Blood (Chanson), Ultratop. URL consultato il 5 settembre 2015.
  16. ^ (EN) Taylor Swift Album & Song Chart History, Billboard. URL consultato il 5 settembre 2015.
  17. ^ (FR) TAYLOR SWIFT - BAD BLOOD (CHANSON), Syndicat national de l'édition phonographique. URL consultato il 5 settembre 2015.
  18. ^ (DE) TAYLOR SWIFT FEAT. KENDRICK LAMAR - BAD BLOOD (SONG), Media Control Charts. URL consultato il 5 settembre 2015.
  19. ^ (EN) Taylor Swift Album & Song Chart History, Billboard. URL consultato il 5 settembre 2015.
  20. ^ (EN) TOP 100 SINGLES, WEEK ENDING 28 May 2015, IRMA. URL consultato il 5 settembre 2015.
  21. ^ (EN) TAYLOR SWIFT FEAT. KENDRICK LAMAR - BAD BLOOD (SONG), RIANZ. URL consultato il 5 settembre 2015.
  22. ^ (EN) Official Singles Chart Top 100 - 24 May 2015 - 30 May 2015, Official Charts Company. URL consultato il 5 settembre 2015.
  23. ^ (ES) TAYLOR SWIFT FEAT. KENDRICK LAMAR - BAD BLOOD (SONG), PROMUSICAE. URL consultato il 5 settembre 2015.
  24. ^ (EN) Taylor Swift Album & Song Chart History, Billboard. URL consultato il 5 settembre 2015.
  25. ^ (EN) Taylor Swift Album & Song Chart History, Billboard. URL consultato il 5 settembre 2015.
  26. ^ (DE) Taylor Swift feat. Kendrick Lamar - Bad Blood (Song), Schweizer Hitparade. URL consultato il 5 settembre 2015.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica