Badoere

frazione del comune italiano di Morgano
Badoere
frazione
Badoere – Veduta
La "Rotonda" vista da nordest; si scorge chiaramente la chiesa parrocchiale.
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneCoat of Arms of Veneto.png Veneto
ProvinciaProvincia di Treviso-Stemma.png Treviso
ComuneMorgano-Stemma.png Morgano
Territorio
Coordinate45°38′03.12″N 12°05′06.65″E / 45.6342°N 12.08518°E45.6342; 12.08518 (Badoere)Coordinate: 45°38′03.12″N 12°05′06.65″E / 45.6342°N 12.08518°E45.6342; 12.08518 (Badoere)
Altitudine23 m s.l.m.
Abitanti2 750[1]
Altre informazioni
Cod. postale31050
Prefisso0422
Fuso orarioUTC+1
Patronosant'Antonio da Padova
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Badoere
Badoere

Badoere è una frazione, sede comunale di Morgano (provincia di Treviso).

StoriaModifica

L'abitato si è sviluppato in tempi recenti attorno alla tenuta dei Badoer nella quale si svolgeva da tempo un importante mercato settimanale. Solo nel Novecento, però, il paese venne riconosciuto ufficialmente come frazione di Morgano ed ebbe autonomia ecclesiastica con l'istituzione della parrocchia di Sant'Antonio di Padova.

Dal 1941 al 1945 Badoere fu interessata dal passaggio della ferrovia Treviso-Ostiglia e dotata di una propria stazione. Oggi la ferrovia è dismessa ed è in corso di realizzazione (ca 58 km su 118) la pista ciclabile Treviso-Ostiglia.

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

La "Rotonda"Modifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Barchessa di villa Badoer detta "La Rotonda".
 
L'ala di levante della barchessa di Villa Badoer

La piazza principale del paese è costituita dalla Rotonda: diversamente da quanto riporta la versione tradizionale, cioè che era parte del vasto complesso di villa Badoer (la quale però è andata distrutta nel 1920 durante un tumulto contadino), non si tratta di due grandi barchesse funzionali alla villa, ma di una struttura autonoma in cui si svolgeva il mercato delle Badoere: il proprietario, Angelo Badoer, intendeva mettere a disposizione uno spazio (in località Zeruol di Sopra) per il mercato, autorizzato nel 1689. Sotto ciascuna arcata della barchessa di ponente aveva sede la bottega di un artigiano o di un mercante, quella di levante, più spartana, delimitava lo spazio del mercato vero e proprio. Del complesso fa parte anche la chiesetta di Sant'Antonio (1645) ampliata successivamente con la costruzione del campanile settecentesco. Tutt'oggi, la prima domenica di ogni mese (agosto escluso), vi si svolge il noto mercatino dei Trovarobe, che attira appassionati di antiquariato e collezionismo.

Chiesa parrocchialeModifica

La parrocchia di Badoere fu istituita nel 1920; l'attuale chiesa parrocchiale fu costruita in stile neogotico nel primo dopoguerra e consacrata nel 1945 dal Vescovo Antonio Mantiero.

All'interno non si segnalano opere di particolare pregio se non un interessante organo Tamburini, del 1945, restaurato nel 2008 dalla Casa Organaria Saverio Girotto.

NoteModifica

  1. ^ In assenza di dati ufficiali precisi, si è fatto riferimento alla popolazione della parrocchia locale, reperibile nel sito della CEI.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

  Portale Veneto: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Veneto