Bahr al-Ghazal Settentrionale

stato sudsudanese

Il Bahr al-Ghazāl Settentrionale (in arabo شمال بحر الغزال?, Shamāl Bahr al-Ghazāl) è uno dei dieci stati del Sudan del Sud. La capitale è Aweil.

Bahr al-Ghazal Settentrionale
stato
شمال بحر الغزال
Bahr al-Ghazal Settentrionale – Stemma
Bahr al-Ghazal Settentrionale – Bandiera
Localizzazione
StatoBandiera del Sudan del Sud Sudan del Sud
Amministrazione
CapoluogoAweil
Territorio
Coordinate
del capoluogo
8°44′N 26°54′E
Superficie30 543 km²
Abitanti820 834 (2010)
Densità26,87 ab./km²
Altre informazioni
Fuso orarioUTC+3
ISO 3166-2SS-BN
Cartografia
Bahr al-Ghazal Settentrionale – Localizzazione
Bahr al-Ghazal Settentrionale – Localizzazione

Geografia fisica

modifica
 
Scuola di un villaggio nel Bahr el Ghazal Settentrionale, 2002

Copre una superficie di 30.543 km² nella regione di Bahr al-Ghazal. Confina a nord con il Darfur Meridionale, a ovest e al sud con il Bahr al-Ghazal Occidentale e a est con il Warrap, l'Unità e Abyei.

Per via della sua vicinanza alla regione del Kordofan e della presenza di una ferrovia strategica, il Bahr al-Ghazal è stato anch'esso danneggiato dalla Seconda guerra civile sudanese. Le ostilità ebbero luogo durante il passaggio di convogli di treni governativi che andavano dalla regione del Kordofan verso la località di Wau.

Bibliografia

modifica
  • Francis M. Deng, 1995, War of Visions, Conflict of Identities in the Sudan, (Washington D.C.: Brookings)
  • Human Rights Watch, 1999, Famine in Sudan, 1998, The Human Rights Causes-Carestia nel Sudan nel 1998, Violazioni dei Diritti Umani, (New York, Human Rights Watch).
  • Dave Eggers, 2006, What is the What, (New York, Vintage Books).
  • David Keen, 1994, The Benefits of Famine, A Political Economy of Famine and Relief in Southwestern Sudan, 1983 - 1989, (New Jersey, Princeton University Press).

Collegamenti esterni

modifica
  • John Ryle, Jok Madut Jok and Fergus Boyle, 2003, Sudan Abduction and Slavery Project, Abductee Database 2003 Report
  • "Northern Bahr el Ghazal State gets in new cabinet" [1][collegamento interrotto]
  Portale Africa: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Africa