Apri il menu principale
Nota disambigua.svg Disambiguazione – "Bambino soldato" rimanda qui. Se stai cercando l'album musicale di Lowlow, vedi Il bambino soldato.
Soldato cinese di 10 anni, maggio 1944

Il fenomeno dei bambini soldato avviene quando dei bambini vengono impiegati in operazioni militari o illegali in molte zone del mondo. La loro partecipazione può essere direttamente nelle ostilità o in ruoli di supporto (vedette, messaggeri, spie,cuochi).

In diversi momenti della storia e in molte culture, i minori sono stati coinvolti in campagne militari anche quando la morale comune lo riteneva riprovevole. A partire dagli anni settanta sono state firmate numerose convenzioni internazionali allo scopo di limitare la partecipazione dei bambini ai conflitti.

Il fenomeno nei paesi in via di sviluppoModifica

In alcuni paesi africani, sudamericani e asiatici, i bambini (Child-Soldiers) sono spesso soggetti a questo tipo di sfruttamento. A questi bambini, in alcuni casi, vengono somministrati degli stupefacenti,[1] per poter interagire durante uno scontro senza che essi si arrendano, mentre le bambine vengono spesso usate per scopi sessuali ma anche per cucinare, piazzare esplosivi, aprire la strada all'esercito sul campo minato perché possono essere rimpiazzate più facilmente, non devono essere pagate e non si ribellano.

Convenzione sui diritti dell'infanziaModifica

Il Protocollo opzionale sul coinvolgimento dei minori nei conflitti armati stabilisce che nessun minorenne può essere impiegato direttamente alle ostilità, nonché essere arruolato obbligatoriamente.[2]

Sanzioni penaliModifica

Lo Statuto della Corte penale internazionale include, fra i crimini di guerra nei conflitti armati, l'arruolamento di fanciulli minori di 18 anni e il fatto di farli partecipare attivamente alle ostilità.[3]

NoteModifica

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàLCCN (ENsh85016221