Apri il menu principale

Bar (pubblico esercizio)

struttura dove si possono acquistare e consumare bevande, principalmente alcoliche
Interno di un bar a New York nel 1937

Il bar è un pubblico esercizio adibito all'erogazione di bevande, cibo ed altri servizi alla clientela.[1] La figura adibita al lavoro nel locale è il barista.[1]

I bar possono essere siti all'interno di altre strutture come teatri, alberghi ed oratori.[2]

Etimologia del termineModifica

 
Un bar a Cairns, in Australia

L’etimologia del termine bar è da ricondursi alla contrazione dell’inglese barrier, che significa letteralmente barriera. Considerato ciò, ci sono due possibili interpretazioni: la prima parte dal fatto che, nelle antiche osterie, l’angolo riservato alla vendita degli alcolici era separato dal resto del locale da una sbarra, che poi ha finito per indicare l’esercizio stesso; mentre la seconda ci conduce all’aggettivo inglese barred, che significa sbarrato, dal quale, sempre per contrazione, ha avuto origine l’odierno bar, inteso come luogo il cui ingresso era “sbarrato” a causa delle leggi inglesi che vietavano il consumo di bevande alcoliche.[1]

Entrambi i termini sono di derivazione latina: dal latino volgare "barra".[3]

Tipi di barModifica

AustraliaModifica

In Australia, si ha una tradizionale suddivisione tra "public bar", frequentati da uomini, e "lounge bar", frequentati invece da donne. Tuttavia tale distinzione è ormai venuta a mancare negli anni, con la conversione dei "lounge bar" in locali dediti al gioco del poker.

Gran BretagnaModifica

 
Lo storico Caffè Gilli a Firenze

In Gran Bretagna, con il termine "bar" si intende solitamente riferirsi ai wine bar, enoteche. I locali dediti alla vendita di bevande alcoliche sono invece i pub.

ItaliaModifica

Per quanto riguarda il contesto italiano, il bar è un locale nel quale vengono servite bevande (alcoliche e non) e cibi ai clienti: in aggiunta, può svolgere funzioni proprie della tabaccheria (vendita di tabacco, valori bollati, lotto e scommesse sportive).[4]

 
Barista al lavoro

È obbligatoria la presenza di servizi igienici per la clientela, sul cui utilizzo gratuito non vi è tuttavia chiarezza legislativa.[5]

Stati UnitiModifica

Negli USA, il termine "bar" identifica piuttosto locali dediti proprio alla vendita e consumazione di bevande alcoliche. In particolare, vi è una suddivisione tra i beer bars, dediti alla vendita esclusiva di birra e, al più, vino e bevande analcoliche, e liquor bars, che invece arrivano anche a vendere superalcolici. Inoltre, per tali bevande è spesso obbligatoria la consumazione direttamente sul posto, per via delle restrittive leggi statunitensi sul consumo di alcolici all'aperto.

Un particolare tipo di bar, reso famoso dai film western, è il saloon, caratterizzato dalle tipiche porte oscillanti, stanze normalmente di legno, e un bancone.

Tipologie di barModifica

NoteModifica

  1. ^ a b c Definizione di bar, su treccani.it. URL consultato il 30 maggio 2018.
  2. ^ Il bar dell'Oratorio, su parrocchiasantandreazelo.it. URL consultato il 2 settembre 2018.
  3. ^ (EN) bar | Origin and meaning of bar by Online Etymology Dictionary, su www.etymonline.com. URL consultato l'8 giugno 2018.
  4. ^ Aprire un bar tabaccheria, su aprireunbar.com, 10 agosto 2009.
  5. ^ Federico Formica, Utilizzare il bagno al bar: bisogna per forza consumare?, su repubblica.it, 22 agosto 2018.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàLCCN (ENsh93000452 · GND (DE4198747-0