Apri il menu principale

Barent Fabritius

pittore, incisore e disegnatore olandese
Ritratto di Signora (1654)

Barent Fabritius, o Bernard Fabritius o Bernard Fabricius o Barent Fabricius (Middenbeemster, 16 novembre 1624 (battezzato) – Amsterdam, 20 ottobre 1673 (sepolto)), è stato un pittore, incisore e disegnatore olandese del secolo d'oro.

Indice

BiografiaModifica

 
Il maiale macellato (1652 circa)

Fratello di Johannes e Carel[1], fu istruito, assieme a quest'ultimo, dal padre[2], l'insegnante e pittore minore Pieter Carelz[3], nell'arte della pittura, ma apprese anche la carpenteria, divenendo un abile artigiano nel 1641[2]. Nel maggio dello stesso anno Barent e Carel furono confermati come membri della chiesa riformata di Beemster[3]. L'attività artistica di Barent durò dal 1650 al 1673[1]. La sua presenza fu segnalata ad Amsterdam nel 1643, nel 1647[2] e nel 1652[2][4]. Il 18 agosto dello stesso anno sposò Catharina Mussers[2][3], di Amsterdam[3]. Nel 1653 ritornò a Beemster[4], dove nacquero i suoi figli Pieter e Valentijn[3]. Fu a Leida tra il 1655 e il 1660[1][4], dove gli furono commissionate dalla Chiesa luterana cinque grandi tele rappresentanti parabole bibliche[3] ed eseguì il ritratto del capomastro Willem Leenderstsz. van der Helm con la sua famiglia[2], e di nuovo nel 1663-1664[4]. Il 14 maggio 1658 divenne membro della Corporazione di San Luca di Leida[3]. Ritornò ad Amsterdam nel 1670[4] o nel 1669[2]. Morì a 49 anni, lasciando la moglie e sei figli, e fu sepolto nel cimitero di Leida riservato agli abitanti più poveri di Amsterdam[2].

Si dedicò alla pittura ritrattistica e alla pittura di genere, avente come soggetto i contadini[1], ma anche alla rappresentazione di soggetti mitologici e religiosi, sebbene con minor successo[4]. Subì l'influenza del fratello maggiore Carel e, tramite questi, di Rembrandt[4]. Il suo stile, infatti, è simile a quello della scuola di Rembrandt, anche se non è confermato il suo apprendistato presso il grande maestro[2][5]. La sua produzione degli anni '60 risulta di qualità inferiore rispetto alla precedente e probabilmente rispecchia i problemi economici dell'artista[3].

Fu suo allievo il fratello Johannes[1].

OpereModifica

NoteModifica

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN2438550 · ISNI (EN0000 0000 8976 2570 · LCCN (ENnr2002038283 · GND (DE122259793 · ULAN (EN500017623 · CERL cnp00568742 · WorldCat Identities (ENnr2002-038283