Barrio

distretto urbano in Spagna e nell'America latina ispanofona
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Barrio (disambigua).

Barrio[1] è una parola spagnola che significa "distretto" o "quartiere".[2]

UsoModifica

 
Cartello che segna l'ingresso al Barrio San Anton, uno dei barrio ufficiali di Ponce, in Porto Rico.

In Argentina e Uruguay, il barrio è una divisione del comune ufficialmente delineata dalle autorità locali in tempo successivo, ed esso talvolta assume un carattere distinto da altre aree (come nei barrios di Buenos Aires anche se essi sono stati sostituiti da più ampie suddivisioni amministrative). Il termine non ha particolari connotazioni socioeconomiche a meno che venga usato in contrasto con il centro. L'espressione barrio cerrado (quartiere chiuso) è utilizzata per descrivere piccoli insediamenti residenziali di classi sociali più elevate progettati con criteri di esclusività e spesso fisicamente circondati da mura, cioè un tipo di gated community.

In Colombia, il termine è usato per descrivere ogni quartiere i cui confini geografici sono determinati localmente. Il termine può essere usato per riferirsi a tutte le classi all'interno della società. Il termine barrio de invasión o comuna è più spesso usato per riferirsi alle baraccopoli, ma il termine "barrio" ha un uso più generale.[3] A Cuba, El Salvador e in Spagna, il termine barrio è usato ufficialmente per denotare una suddivisione di un municipio (o municipalità); ciascun barrio è suddiviso in settori (sectores).

Nelle Filippine, il termine barrio può riferirsi a un villaggio rurale, ma può anche denotare la suddivisione di una comunità autogovernantesi entro unꞌarea rurale o urbana in qualsiasi luogo nel paese. Una legge del 1975 sostituì il termine "barrio" con barangay, lꞌunità amministrativa di base di governo, che possieda una popolazione media di 2500 abitanti. Barrio, comunque, è ancora ampiamente usato intercambiabilmente con barangay. Entrambi possono riferirsi a insediamenti rurali o a distretti municipali urbani (questi ultimi formalmente noti come visitas). In alternativa può essere pronunciato baryo, sebbene la pronuncia preferita sia quella spagnola (barrio).[4][5]

In Porto Rico, il termine barrio è una definizione ufficiale governativa usata per denotare la suddivisione di un municipio e denota il livello di unità amministrativa e geograficamente più basso ufficialmente riconosciuta.[6][7] Il barrio in Porto Rico non comporta alcuna autorità politica.[8] Esso può, o meno, essere ulteriormente suddiviso in settori, comunità, urbanizaciones, o una combinazione di questi, ma tali ulteriori suddivisioni, benché popolari e comuni, non sono ufficiali[9]

 
Cartelli spagnoli che pubblicizzano "La Casa de las Novias", "Cuchifritos" e Banco Popular sono visibili in una fila di negozi in questa foto di El Barrio a Lexington e 116ma in Manhattan, USA.

Negli Stati Uniti, il termine barrio è usato per riferirsi ad aree del centro città prevalentemente abitate da famiglie di immigranti di prima generazione di lingua spagnola, che non sono stati assimilati nella cultura dominante statunitense. Qualche esempio di questi sono East Harlem a New York City, East LA a Los Angeles e Segundo Barrio a Houston.

A qualcuna di queste periferie ci si riferisce semplicemente da parte dei locali come El Barrio, in contrapposizione all'uso dei loro effettivi nomi (Spanish Harlem, East LA, Segundo Barrio, etc). Gina M. Pérez nota che barrios sono:

(EN)

«...precious spaces that affirm cultural identities, nurture popular cultural production, and provide sanctuary for people with long histories of displacement, land loss, repression, and collective struggle.»

(IT)

«...preziosi spazi che affermano identità culturali, produzione di nutrimento di cultura popolare, e forniscono santuari per gente con lunghe storie di migrazioni, perdita di terra, repressione e lotta collettiva»

(Gina M. Pérez, Keywords for Latina/o Studies, Edito da Deborah R. Vargas, Nancy Raquel Mirabal e Lawrence La Fountain-Stokes. NYU Press. 2017. p. 18, "Barrio", ISBN 9781479892532)

In Venezuela e nella Repubblica Dominicana il termine è comunemente usato per descrivere baraccopoli (slum, in lingua inglese) ai margini esterni di grandi città come Caracas e Santo Domingo così come periferie popolate da basse e medie classi sociali in altre città.

NoteModifica

  1. ^ pagina 4 - GLOSARIO DE TÉRMINOS GEOGRÁFICOS (Geografía Humana) (PDF), su agh.uji.es.
  2. ^ B - Barrio - Geografía urbana - "División de una ciudad o pueblo con identidad propia. En las ciudades se delimitan con criterios administrativos. También se conoce como barrio a un área residencial de la ciudad que tiene características afines.", su ign.es.
  3. ^ [1]
  4. ^ Baryo, su Tagalog-Lang. URL consultato il 16 agosto 2017.
  5. ^ Yves Boquet, The Philippine Archipelago, Springer, 2017, pp. 426–427, ISBN 9783319519265.
  6. ^ Ponce. Proyecto Salon Hogar. Map of Barrios of Ponce. Accesso 14 marzo 2017. Archived.
  7. ^ Un Acercamiento Sociohistorico y Linguistico a los Toponimos del Municipio de Ponce, Puerto Rico. Amparo Morales, María T. Vaquero de Ramírez. "Estudios de lingüística hispánica: homenaje a María Vaquero". Page 113. Accesso 14 marzo 2017. Archived.
  8. ^ Historia de Nuestros Barrios: Portugués, Ponce. Archiviato il 3 settembre 2014 in Internet Archive. Rafael Torrech San Inocencio. El Sur a la Vista. elsuralavista.com. 14 febbraio 2010. Accesso 12 febbraio 2011.
  9. ^ (ES) Historias de nuestros barrios: una introducción. Rafael Torrech San Inocencio. Lapicero Verde. 10 febbraio 2015. Accesso 14 marzo 2017. Archived.

Altri progettiModifica

  Portale Geografia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di geografia