Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il cortometraggio omonimo, vedi Basette (film).

Le basette sono la barba che cresce lungo i lati del viso dell'uomo davanti alle orecchie.

TipiModifica

Possono essere di diverse tipologie: tagliate all'altezza di metà orecchio, di media lunghezza, unite ai baffi (a formare le cosiddette fedine[1]) o alla barba, portate lunghe sino alla base della guancia o al mento (favoriti[2]).

Le basette lunghe sono parte integrante del look nelle sottoculture skinhead.

StoriaModifica

Come i baffi e la barba, anche le basette hanno una lunga storia. I più antichi rinvenimenti micenei mostrano giovani uomini con lunghi capelli e basette ricciolute che arrivano alla fine dell'orecchio, gli uomini più maturi invece portavano la barba. Con i Greci che preferivano la barba e con i Romani che durante la repubblica fino al II sec. d.C. bandirono ogni tipo di barba, anche le basette caddero in disuso. Durante la guerra dei trent'anni i capelli lunghi degli uomini erano spesso accompagnati da baffi all'insù con barbette a punta oppure con pizzetti e basette che arrivavano alla fine dell'orecchio. A partire dalla metà del XVII secolo con il progressivo avvento delle parrucche, gli uomini iniziarono a radersi completamente la testa, dunque anche le basette furono eliminate dalla moda. Per tutto il XVIII secolo con le parrucche o con i capelli lunghi gli uomini erano completamente sbarbati, non portavano barba o basette, e raramente portavano i baffi. La situazione non cambiò fino alla fine del secolo, quando gli sconvolgimenti politici della Rivoluzione francese resero le parrucche sempre meno popolari e le rasature sempre più sommarie. A partire dal 1795-1797 le basette iniziarono a comparire sotto i lunghi capelli dei membri del Direttorio e così divennero di moda. A esaltare maggiormente le basette vi fu poi a partire dal 1798-1799 l'adesione di molti francesi del taglio alla Brutus e alla Titus, tagli corti, alla romana. L'inizio del XIX secolo fu caratterizzato da capelli corti e basette molto lunghe e sottili, con la Restaurazione vi fu un tentativo in parte riuscito di far tornare l'incipriature delle parrucche e dei capelli, ma la moda decadde nella prima metà del secolo. In età vittoriana, i capelli e le basette si allungarono, Si diffusero i favoriti, portati ad esempio da Alessandro Manzoni. A partire dalla seconda metà del secolo le basette vennero unite ai baffi e i capelli corti tornarono di moda. Con l'avvento delle lunghe barbe a fine secolo, i favoriti e le basette divennero pressoché fuori moda. Dal 1890 agli anni cinquanta del XX secolo gli uomini radevano le loro basette all'inizi dell'orecchio, negli anni 1950 Elvis Presley torna poi a sfoggiarle a fine orecchio. Durante i movimenti giovanili del 1968, molti stili termidoriani e ottocenteschi vennero rivisitati e così le barbe e le basette tornarono di moda fino alla fine degli anni 1970. A partire dagli anni 1980 le basette caddero in disuso, nel XXI secolo si sono tornati a sfoggiare negli anni 2000 nuovamente, per tornare nuovamente fuori moda la decade successiva.

Galleria fotografica di basette particolariModifica

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica