Basketball Champions League 2019-2020

Basketball Champions League 2019-2020
Logo della competizione
Competizione Basketball Champions League
Sport Basketball pictogram.svg Pallacanestro
Edizione
Organizzatore FIBA Europe
Date dal 17 settembre 2019
al 4 ottobre 2020
Partecipanti 32 (48 alle qualificazioni)
Nazioni 29
Sito web www.basketballcl.com
Risultati
Vincitore San Pablo Burgos
(1º titolo)
Secondo AEK Atene
Terzo Digione
Quarto Saragozza
Statistiche
Miglior giocatore Stati Uniti Keith Langford (Regular Season)
Georgia Thaddus McFadden (Final Four)
Miglior marcatore Stati Uniti Keith Langford (320)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 2018-2019 2020-2021 Right arrow.svg

La Basketball Champions League 2019-2020 è la 4ª edizione della principale competizione europea per club di pallacanestro organizzata da FIBA Europe e si svolge dal 17 settembre 2019 al 4 ottobre 2020, dopo che l'originaria data della finale del 2 maggio fu posticipata a causa della pandemia di COVID-19.

FormatoModifica

Partecipano alla stagione regolare 32 squadre, 24 qualificate direttamente e altre otto provenienti dai turni preliminari disputati da 24 compagini. La partecipazione alla Champions League avviene tramite il piazzamento nei campionati nazionali della precedente stagione secondo il ranking stabilito dalla FIBA, in caso che una squadra che ne abbia diritto rinunci, il suo posto può essere occupato sia da una squadra della stessa nazione che da quella di un altro paese. Ogni squadra deve schierare un minimo di cinque giocatori di formazione nazionale nel caso porti a referto più di dieci giocatori, in caso contrario almeno quattro.

Da questa edizione le squadre classificatesi al quarto e quinto posto nei gruppi di Regular Season non hanno avuto più accesso alla FIBA Europe Cup. Inoltre i turni dei sedicesimi di finale e i quarti di finale sarebbero dovuti essere disputati al meglio delle tre partite e non più con match di andata e ritorno, per poi disputare una Final Four con gare secche in unica sede. Tuttavia, in seguito all'emergenza dovuta alla pandemia di COVID-19, a causa dell'interruzione di tutte le attività sportive in Europa nella primavera del 2020, la FIBA il 31 marzo decise di modificare in corso la formula istituendo una Final Eight con ogni turno in gara secca da disputare dal 30 settembre al 4 ottobre 2020. Gara-3 dei due ottavi di finale tra Canarias e Ostenda e tra Digione e Nižnij Novgorod, i quali vennero interrotti nella situazione di parità, verranno disputati prima della Final Eight in data da destinarsi.[1]

PartecipantiModifica

Un totale di 48 squadre provenienti da 29 Paesi partecipano alla competizione. Con la rinuncia alla competizione della Pallacanestro Varese è stata inserita al primo turno turno di qualificazione il Benfica e il Mornar Bar è stato avanzato al secondo turno.

Stagione regolare
  Ostenda ()   AEK Atene ()   N.B. Brindisi ()   Manresa ()
  Digione ()   Peristeri ()   VEF Rīga ()   Canarias ()
  Pau-Lacq-Orthez ()   PAOK Salonicco ()   Neptūnas Klaipėda ()   Gaziantep BŞB ()
  Strasburgo ()   Hap. Gerusalemme ()   Włocławek ()   Beşiktaş ()
  RASTA Vechta ()   Hapoel Holon ()   ČEZ Nymburk ()   Türk Telekom ()
  Brose Bamberg ()   Dinamo SassariFEC ()   Saragozza ()   Bandırma B.İ.K. ()
Secondo turno di qualificazione
  Anversa ()   Ventspils ()   Mornar Bar ()   Nižnij Novgorod ()
  Telekom Bonn ()   Lietkabelis ()   Pierniki Toruń ()   San Pablo Burgos (11º)
Primo turno di qualificazione
  Kapfenberg Bulls ()   Bakken Bears ()   Legia Varsavia ()   Södertälje ()
  Cmoki Minsk ()   Kauhajoen Karhu ()   Benfica ()   Fribourg Olympic ()
  Balkan Botevgrad ()   Pristina ()   CSM Oradea ()   Kyiv-Basket ()
  Keravnos ()   Donar Groningen ()   Inter Bratislava ()   Falco Szombathely ()

DateModifica

Fase Turno Data sorteggio Gara-1 Gara-2 Gara-3
Preliminari Primo turno di qualificazione 4 luglio 2019 17 settembre 2019 20 settembre 2019 non presente
Secondo turno di qualificazione 26 settembre 2019 29 settembre 2019 non presente
Stagione regolare 1ª giornata 15–16 ottobre 2019
2ª giornata 22–23 ottobre 2019
3ª giornata 29–30 ottobre 2019
4ª giornata 5–6 novembre 2019
5ª giornata 12–13 novembre 2019
6ª giornata 19–20 novembre 2019
7ª giornata 3–4 dicembre 2019
8ª giornata 10–11 dicembre 2019
9ª giornata 17–18 dicembre 2019
10ª giornata 7–8 gennaio 2020
11ª giornata 14–15 gennaio 2020
12ª giornata 21–22 gennaio 2020
13ª giornata 28–29 gennaio 2020
14ª giornata 4–5 febbraio 2020
Play-off Ottavi di finale 3–4 marzo 2020 10–11 marzo 2020 17–18 marzo 2020
Quarti di finale 24–25 marzo 2020 31 marzo–1 aprile 2020 7–8 aprile 2020
Final Four Semifinali 1 maggio 2020
Finale 3 maggio 2020

PreliminariModifica

SorteggioModifica

Le 16 squadre partecipanti al primo turno di qualificazione sono state divise in due fasce: teste di serie e non. Le squadre testa di serie hanno disputato il ritorno in casa.[2]

Teste di serie
  Cmoki Minsk
  Balkan Botevgrad
  Bakken Bears
  Donar Groningen
  Legia Varsavia
  CSM Oradea
  Fribourg Olympic
  Kyiv-Basket
Non teste di serie
  Kapfenberg Bulls
  Keravnos
  Kauhajoen Karhu
  Pristina
  Benfica
  Inter Bratislava
  Södertälje
  Falco Szombathely

Primo turno di qualificazioneModifica

16 squadre si sono sfidate nel primo turno di qualificazione in due sfide di andata e ritorno. L'andata si è disputata il 17 settembre, mentre il ritorno il 20 settembre 2019.

Squadra 1  Totale  Squadra 2  Andata   Ritorno 
Inter Bratislava   132–156   Fribourg Olympic 82–67 50–89
Kauhajoen Karhu   160–154   Cmoki Minsk 93–86 67–68
Södertälje   153–146   Balkan Botevgrad 79–64 74–82
Kapfenberg Bulls   129–139   Kyiv-Basket 66–66 63–73
Falco Szombathely   161–158   CSM Oradea 71–62 90–96
Pristina   162–166   Legia Varsavia 79–81 83–85
Benfica   161–141   Donar Groningen 95–65 66–76
Keravnos   180–164   Bakken Bears 86–95 94–69

Secondo turno di qualificazioneModifica

16 squadre si sfidano nel secondo turno di qualificazione, anch'esse in due sfide di andata e ritorno. Le 8 squadre vincenti del primo turno sfidano le 8 entranti al secondo turno, con queste ultime che giocano il ritorno in casa. L'andata si disputa il 26 settembre, mentre il ritorno il 29 settembre 2019.

Squadra 1  Totale  Squadra 2  Andata   Ritorno 
Keravnos   137-148   Lietkabelis 55-71 82-77
Benfica   150-167   Mornar Bar 68-96 82-71
Kauhajoen Karhu   151-152   Pierniki Toruń 93-82 58-70
Falco Szombathely   148-124   Ventspils 75-69 73-55
Södertälje   133-150   Anversa 60-82 73-68
Kyiv-Basket   145-182   San Pablo Burgos 83-86 62-96
Legia Varsavia   124-152   Nižnij Novgorod 61-74 63-78
Fribourg Olympic   138-160   Telekom Bonn 66-80 72-80

Fase a gironiModifica

Un totale di 32 squadre giocano la fase a gironi: 24 squadre con accesso diretto ad essa e le otto vincitrici del secondo turno di qualificazione. La stagione regolare inizierà l'8 ottobre 2019 e terminerà il 5 febbraio 2020. Le 32 squadre sono divise in quattro gruppi da otto, con la restrizione che le squadre dello stesso paese non possono finire nello stesso girone. In ciascun gruppo, le squadre si sfidano con match di andata e ritorno in un girone all'italiana. Le migliori quattro squadre di ogni gruppo accedono alla Top 16 ad eliminazione diretta.

SorteggioModifica

Il sorteggio è stato effettuato il 4 luglio 2019. Delle 24 squadre con accesso diretto alla fase a gironi, 12 sono state considerate teste di serie. Ogni gruppo presenta tre teste di serie e squadre della stesso Paese non possono essere inserite nello stesso girone. Il sorteggio ha previsto già l'accoppiamento di ogni singolo incontro del secondo turno di qualificazione a uno spot rimanente della fase a girone (due per gruppo).

Teste di serie
  Ostenda   Dinamo Sassari
  Strasburgo   Neptūnas Klaipėda
  Brose Bamberg   ČEZ Nymburk
  AEK Atene   Canarias
  PAOK Salonicco   Bandırma B.İ.K.
  Hap. Gerusalemme   Beşiktaş

Risultati e classificheModifica

Legenda
Qualificata Ottavi

Gruppo AModifica

Squadra P.ti[3] G V P PF PS DP SD
1.   Türk Telekom 25 14 11 3 1173 1075 +98 +5
2.   Dinamo Sassari 25 14 11 3 1181 1088 +93 -5
3.   Ostenda 22 14 8 6 1079 1085 -26
4.   Lietkabelis 21 14 7 7 1079 1077 +2 +10
5.   Manresa 21 14 7 7 1095 1069 +26 -10
6.   Hapoel Holon 20 14 6 8 1164 1170 -6
7.   Strasburgo 18 14 4 10 1082 1155 -73
8.   Pierniki Toruń 16 14 2 12 1231 1345 -114
HOL LIE MAN OST SAS STR TOR TUR
Hapoel Holon 68–69 90–88 58–59 92–94 101–94 99–86 79–82
Lietkabelis 78–72 77–61 68–76 82–86 82–69 98–83 77–91
Manresa 65–67 76–70 85–58 61–64 92–68 85–81 80–75
Ostenda 101–86 80–66 85–72 88–82 64–71 105–103 67–85
Dinamo Sassari 83–73 79–78 73–74 90–71 90–67 91–71 92–89
Strasburgo 81–86 63–66 81–63 77–64 83–88 75–97 89–90
Pierniki Toruń 105–122 81–85 102–121 70–75 95–113 97–81 73–95
Türk Telekom 85–71 92–83 78–72 72–66 64–56 75–83 100–87
Risultati aggiornati al 23 gennaio 2020.
Fonte: Basketball Champions League Standings
Colori: azzurro = vittoria della squadra di casa; rosso = vittoria della squadra in trasferta.

Gruppo BModifica

Squadra P.ti[3] G V P PF PS DP SD
1.   Hap. Gerusalemme 25 14 11 3 1254 1151 +103
2.   AEK Atene 23 14 9 5 1093 1039 +54
3.   San Pablo Burgos 22 14 8 6 1203 1132 +71 +5
4.   Bandırma B.İ.K. 22 14 8 6 1149 1111 +38 -5
5.   RASTA Vechta 20 14 6 8 1135 1166 -31
6.   Włocławek 19 14 5 9 1212 1279 -67 0
7.   Pau-Lacq-Orthez 19 14 5 9 1087 1171 -84 0
8.   Anversa 18 14 4 10 1026 1110 -84
AEK ANV BAN BUR GER PAU VEC WLO
AEK Atene 62–51 84–96 74–66 91–78 102–82 75–79 83–72
Anversa 73–61 93–90 60–65 73–88 74–69 74–81 99–87
Bandırma B.İ.K. 50–68 89–81 84–81 69–73 81–66 82–70 86–87
San Pablo Burgos 93–76 90–76 92–84 91–84 78–82 87–71 110–78
Hap. Gerusalemme 85–78 94–72 83–72 96–91 98–76 98–87 112–94
Pau-Lacq-Orthez 67–79 75–57 76–96 80–76 81–75 75–90 85–77
RASTA Vechta 70–81 79–72 73–81 87–93 74–83 93–86 89–76
Włocławek 77–79 80–71 84–89 100–90 102–107 95–87 103–92
Risultati aggiornati al 23 gennaio 2020.
Fonte: Basketball Champions League Standings
Colori: azzurro = vittoria della squadra di casa; rosso = vittoria della squadra in trasferta.

Gruppo CModifica

Squadra P.ti[3] G V P PF PS DP SD
1.   ČEZ Nymburk 26 14 12 2 1147 1014 +133
2.   Canarias 25 14 11 3 1134 973 +161
3.   Nižnij Novgorod 23 14 9 5 1073 1042 +31
4.   Peristeri 22 14 8 6 1027 1026 +1
5.   Brose Bamberg 21 14 7 7 1076 1057 +19
6.   Gaziantep BŞB 18 14 4 10 1040 1117 -77 0
7.   Mornar Bar 18 14 4 10 1059 1157 -98 0
8.   VEF Rīga 15 14 1 13 997 1167 -170
BRO CAN GAZ MOR NOV NYM PER RIG
Brose Bamberg 98–96 86–81 81–76 58–73 80–84 72–69 91–53
Canarias 82–64 69–67 91–61 81–67 84–89 72–68 92–59
Gaziantep BŞB 66–76 65–88 86–79 79–76 69–79 64–70 86–79
Mornar Bar 77–73 74–81 84–77 87–66 66–98 65–73 106–99
Nižnij Novgorod 76–75 75–72 89–64 89–69 73–82 82–76 90–78
ČEZ Nymburk 91–71 68–78 74–72 91–74 76–72 84–72 75–56
Peristeri 78–75 54–80 87–79 72–67 71–74 75–65 91–83
VEF Rīga 55–76 64–68 81–85 80–74 74–81 72–91 64–71
Risultati aggiornati al 23 gennaio 2020.
Fonte: Basketball Champions League Standings
Colori: azzurro = vittoria della squadra di casa; rosso = vittoria della squadra in trasferta.

Gruppo DModifica

Squadra P.ti[3] G V P PF PS DP SD
1.   Saragozza 24 14 10 4 1136 1094 +42
2.   Digione 23 14 9 5 1159 1069 +90
3.   Telekom Bonn 22 14 8 6 1143 1146 -3
4.   Beşiktaş 21 14 7 7 1068 1079 -11
5.   Falco Szombathely 20 14 6 8 1115 1109 +6 +20
6.   Neptūnas Klaipėda 20 14 6 8 1137 1166 -29 -20
7.   PAOK Salonicco 19 14 5 9 1143 1186 -43 +2
8.   N.B. Brindisi 19 14 5 9 1203 1255 -52 -2
BES BON BRI FAL DIG NEP PAO SAR
Beşiktaş 80–76 96–67 74–49 65–98 76–69 98–83 73–74
Telekom Bonn 86–82 101–93 91–77 83–72 97–85 83–85 85–71
N.B. Brindisi 84–72 76–75 98–92 88–93 96–82 93–91 91–93
Falco Szombathely 79–83 91–59 93–83 82–81 97–73 76–66 70–77
Digione 88–47 66–78 95–79 87–68 92–71 81–76 73–105
Neptūnas Klaipėda 86–80 93–68 81–71 87–83 75–89 80–86 91–73
PAOK Salonicco 60–69 103–84 95–91 80–89 77–84 72–94 93–78
Saragozza 80–73 72–77 96–93 70–69 75–60 86–70 86–76
Risultati aggiornati al 23 gennaio 2020.
Fonte: Basketball Champions League Standings
Colori: azzurro = vittoria della squadra di casa; rosso = vittoria della squadra in trasferta.

Fase ad eliminazione direttaModifica

Squadre classificate e sorteggioModifica

Il sorteggio è stato effettuato il 18 febbraio 2020 presso la Patrick Baumann House of Basketball a Mies, Svizzera[4].

Teste di serie Non teste di serie
Gruppo Primo posto Secondo posto Terzo posto Quarto posto
A   Türk Telekom   Dinamo Sassari   Ostenda   Lietkabelis
B   Hap. Gerusalemme   AEK Atene   San Pablo Burgos   Bandırma B.İ.K.
C   ČEZ Nymburk   Canarias   Nižnij Novgorod   Peristeri
D   Saragozza   Digione   Telekom Bonn   Beşiktaş

TabelloneModifica

  Ottavi di finale Quarti di finale
                     
   Saragozza 76 90  
   Lietkabelis 67 88  
     Saragozza - - -
     Canarias - - -
   Canarias 85 69 62
   Ostenda 75 75 54
   ČEZ Nymburk 92 86  
   Bandırma B.İ.K. 70 72  
     ČEZ Nymburk - - -
     AEK Atene - - -
   AEK Atene 92 90
   Telekom Bonn 85 86
   Türk Telekom 89 84  
   Beşiktaş 78 66  
     Türk Telekom - - -
     Digione - - -
   Digione 88 79 75
   Nižnij Novgorod 73 88 67
   Hap. Gerusalemme 91 79  
   Peristeri 78 73  
     Hap. Gerusalemme - - -
     San Pablo Burgos - - -
   Dinamo Sassari 81 80
   San Pablo Burgos 84 95  

Ottavi di finaleModifica

Squadra #1   Totale   Squadra #2   Gara 1     Gara 2     Gara 3  
Saragozza   2 - 0   Lietkabelis 76 - 67 90 - 88
Canarias   2 - 1   Ostenda 85 - 75 69 - 75 62 - 54
ČEZ Nymburk   2 - 0   Bandırma B.İ.K. 92 - 70 86 - 72
AEK Atene   2 - 0   Telekom Bonn 92 - 85 90 - 86
Türk Telekom   2 - 0   Beşiktaş 89 - 78 84 - 66
Digione   2 - 1   Nižnij Novgorod 88 - 73 79 - 88 75 - 67
Hap. Gerusalemme   2 - 0   Peristeri 91 - 78 79 - 73
Dinamo Sassari   0 - 2   San Pablo Burgos 81 - 84 80 - 95

Final EightModifica

In seguito all'emergenza dovuta alla pandemia di COVID-19, a causa dell'interruzione di tutte le attività sportive in Europa nella primavera del 2020, la FIBA il 31 marzo decise di modificare in corso la formula istituendo una Final Eight con ogni turno in gara secca da disputare dal 30 settembre al 4 ottobre 2020.[1]

Quarti di finale Semifinali Finale
   Saragozza  87
   Canarias  81  
   Saragozza  75
     AEK Atene  99  
   ČEZ Nymburk  82
   AEK Atene  94  
   AEK Atene  74
     San Pablo Burgos  85
   Türk Telekom  82
   Digione  83  
   Digione  67 Finale 3º posto
     San Pablo Burgos  81  
   Hap. Gerusalemme  65    Saragozza  65
   San Pablo Burgos  92      Digione  70

FinaliModifica

Finale 3º/4º postoModifica
Atene
4 ottobre 2020, ore 17:00 UTC+3
Digione70 – 65
(21-19, 35-30, 57-44)
referto
SaragozzaO.A.K.A. Olympic Indoor Hall
Arbitri:   Aleksandar Glišić
  Saverio Lanzarini
  Mārtiņš Kozlovskis


Quintetto titolare Pt Rim Ass
G 3   Chase Simon 11 3 0
AG 9   Hans Vanwijn 11 9 1
AC 10   Jacques Alingue 4 7 1
P 11   David Holston 20 5 6
P 83   Axel Julien 6 1 6
Panchina:
G 2   Jaron Johnson 5 2 0
PG 5   Antoine Rojewski n.e.
P 6   Robin Ducoté n.e.
AG 21   Abdoulaye Loum 0 1 1
C 22   Alexandre Chassang 9 5 1
AP 24   Charles Galliou 4 2 1
Allenatore:
  Laurent Legname
JDA Dijon
Casademont Zaragoza
Digione Statistiche Saragozza
19/36 (43.5%) Tiro da 2 15/32 (46.9%)
8/26 (30.8%) Tiro da 3 6/28 (21.4%)
8/12 (66.7) Tiri liberi 17/21 (81.0%)
7 Rimbalzi offensivi 13
29 Rimbalzi difensivi 29
36 Rimbalzi totali 42
17 Assist 21
13 Palle perse 17
10 Palle rubate 15
2 Stoppate 1
22 Falli 17
Quintetto titolare Pt Rim Ass
AP 9   Nicolás Brussino 14 7 4
A 12   Robin Benzing 8 5 3
P 21   Rodrigo San Miguel 3 2 5
P 31   Dylan Ennis 15 4 0
C 32   Tryggvi Hlinason 0 0 0
Panchina:
A 7   Jonathan Barreiro 2 2 3
G 8   D.J. Seeley 2 2 3
C 10   Jaime Fernández n.e.
AG 15   Sagaba Konate 2 2 0
P 17   Josep Fermi n.e.
AC 33   Jason Thompson 16 8 3
P 44   Javier García 3 1 0
Allenatore:
  Diego Ocampo

FinaleModifica

Atene
4 ottobre 2020, ore 20:00 UTC+3
San Pablo Burgos85 – 74
(14-24, 49-36, 68-49)
referto
AEK AteneO.A.K.A. Olympic Indoor Hall
Arbitri:   Manuel Mazzoni
  Yohan Rosso
  Eddie Viator


Quintetto titolare Pt Rim Ass
C 1   Dejan Kravić 1 11 0
G 8   Vítor Benite 11 1 3
AG 14   Jasiel Rivero 2 4 0
AP 22   Xavi Rabaseda 5 0 1
P 32   Alex Renfroe 11 4 1
Panchina:
G 0   Kareem Queeley n.e.
GA 9   Álex Barrera n.e.
AP 11   Miquel Salvó 12 3 2
G 12   Thaddus McFadden 18 6 5
C 18   Jordan Sakho 2 3 1
P 20   Omar Cook 15 2 4
A 30   Ken Horton 8 3 0
Allenatore:
  Joan Peñarroya
Hereda San Pablo Burgos
AEK
San Pablo Burgos Statistiche AEK
14/26 (53.8%) Tiro da 2 18/37 (48.6%)
17/35 (48.6%) Tiro da 3 10/29 (34.5%)
6/11 (54.5%) Tiri liberi 8/11 (72.7%)
11 Rimbalzi offensivi 6
30 Rimbalzi difensivi 21
41 Rimbalzi totali 27
17 Assist 13
16 Palle perse 8
6 Palle rubate 9
1 Stoppate 1
17 Falli 18


Vincitrice Basketball Champions League 2019-2020
 

San Pablo Burgos
1º titolo
Quintetto titolare Pt Rim Ass
C 2   Yanick Moreira 5 7 0
G 5   Keith Langford 11 4 1
A 11   Vladimir Janković 1 1 2
AG 15   Linos Chrysikopoulos 8 2 0
P 20   Nikos Gkikas 5 2 5
Panchina:
P 4   Tyrese Rice 17 0 4
A 8   Jonas Mačiulis 6 3 0
PG 16   Nikos Zīsīs 4 0 0
AP 24   Matt Lojeski 9 0 0
GA 27   Nikos Rogkavopoulos 0 2 0
AC 42   Darion Atkins n.e.
C 44   Marcus Slaughter 8 2 1
Allenatore:
  Īlias Papatheodōrou

PremiModifica

MVP di giornataModifica

Gironi
Turno Giocatore Squadra VAL
1   Dyshawn Pierre   Dinamo Sassari
35
2   Adrian Banks   N.B. Brindisi
27
3   James Feldeine   Hap. Gerusalemme
27
4   Nicolas de Jong   Pau-Lacq-Orthez
30
5   Kyle Wiltjer   Türk Telekom
33
6   Adam Smith   PAOK Salonicco
28
7   Zoltán Perl   Falco Szombathely
26
8   Brandon Brown   Nižnij Novgorod
28
9   Howard Sant-Roos   AEK Atene
25
10   TaShawn Thomas   Hap. Gerusalemme
32
11   J'Covan Brown   Hap. Gerusalemme
31
12   Robin Benzing   Saragozza
30
13   TaShawn Thomas (2)   Hap. Gerusalemme
38
14   Earl Clark   San Pablo Burgos
28
Fase finale
Turno Giocatore Squadra VAL
Ottavi

Quintetti idealiModifica

Riconoscimenti individualiModifica

NoteModifica

  1. ^ a b Basketball Champions League to schedule a Final Eight in late September to conclude the 2019-20 season, su championsleague.basketball, 31 marzo 2020. URL consultato il 17 aprile 2020.
  2. ^ Basketball Champions League draw explained, Basketball Champions League, 1º luglio 2019.
  3. ^ a b c d Vengono assegnati 2 punti in caso di vittoria e 1 punto in caso di sconfitta.
  4. ^ (EN) Play-Offs pairings set in Basketball Champions League, su championsleague.basketball, 18 febbraio 2020. URL consultato il 18 febbraio 2020.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica