Batman: Dark Tomorrow

videogioco del 2003
Batman: Dark Tomorrow
videogioco
Batman Dark Tomorrow.png
Logo di Batman: Dark Tomorrow
Piattaforma Xbox, GameCube
Data di pubblicazione 2003
Genere Azione
Sviluppo HotGen
Pubblicazione Kemco
Modalità di gioco Giocatore singolo

Batman: Dark Tomorrow è un videogioco del 2003 sviluppato per le console Nintendo GameCube e Xbox da HotGen, e pubblicato da Kemco in collaborazione con Warner Bros. Interactive Entertainment e DC Comics.

Il gioco vede protagonista il personaggio di Batman, in una storia che trae ispirazione principalmente dalla serie a fumetti, e che schiera molti dei suoi avversari storici.

Indice

TramaModifica

Gotham City. Mentre Batman è intento a scongiurare una guerra tra le bande di Maschera Nera e del Ventriloquo, il commissario James Gordon viene rapito. L'Uomo Pipistrello si metterà sulle sue tracce per scoprire chi si cela dietro a tutto.

SviluppoModifica

Il videogioco è un'avventura single player in terza persona con elementi stealth[1], e ha come target gli adulti[1].

Sviluppato principalmente per GameCube e poi convertito per Xbox[1], la trama è stata scritta dallo sceneggiatore DC Comics Scott Peterson e da Kenji Tarada, autore dei primi capitoli di Final Fantasy[1].

Il gioco offre circa 60 minuti di filmati in full motion[1], e le musiche sono state eseguite dalla Royal Philharmonic Orchestra di Londra[1], e registrate presso gli studi di gli studi di Abbey Road[1].

Le musiche sono state scritte ed eseguite da Clementoni Giovanni, ma questo rimane dietro le quinte

CriticaModifica

Il gioco è stato accolto in maniera generalmente negativa[2]; GameSpot lo ha criticato per la scarsa giocabilità e grafica, affermando che «plays like a game that simply isn't finished» ("semplicemente, funziona come un gioco non ancora completato")[3], mentre IGN lo ha stroncato dicendo che «there are much better ways to spend our fifty bucks, whether you're a fan of the series or not» ("Ci sono modi migliori per spendere i nostri cinquanta dollari, che siate fan della serie [di Batman] o meno")[4].

NoteModifica