Apri il menu principale
Battaglia di Campomorto
parte della guerra di Ferrara
Data21 agosto 1482
LuogoCampomorto, luogo paludoso sul litorale laziale tra Torre Astura e San Pietro in Formis.
EsitoVittoria delle truppe pontificie
Schieramenti
Comandanti
Perdite
SconosciuteSconosciute
Voci di battaglie presenti su Wikipedia

La battaglia di Campomorto venne combattuta il 21 agosto 1482 nel contesto della guerra di Ferrara.

Il duca di Calabria Alfonso (ovvero l'erede al trono del Regno di Napoli) aveva invaso lo Stato Pontificio col pretesto di giungere a Ferrara, e si era alleato con i Colonna contro papa Sisto IV. Ebbe così inizio il conflitto a cui si fa riferimento con il nome di guerra di Ferrara.

Il 18 agosto 1482, Roberto Malatesta, signore di Rimini e capitano dell'esercito pontificio, mosse da San Giovanni in Laterano dove era accampato verso i Colli Albani, per sconfiggere i napoletani con i loro alleati Colonna e Savelli.

In quel momento, Alfonso aveva occupato Terracina e si trovava a Lanuvio. Retrocedette verso Torre Astura e si accampò presso San Pietro in Formis, località che dalla battaglia prese nome di Campomorto[1], oggi Campoverde, frazione del comune di Aprilia. Il duca di Calabria schierò le sue truppe in prossimità di un torrione, sotto il quale pose il suo quartier generale.

I napoletani erano in minoranza (perciò si erano ben fortificati), inoltre il campo era circondato dalle paludi. Ciò nonostante, il 21 aprile 1482 la battaglia di Campomorto vide uscire vincitore il Malatesta con le milizie pontificie.

Il combattimento fu cruento; alla fine i napoletani vennero messi in fuga ed il duca Alfonso dovette la sua salvezza ad alcune compagnie di Turchi, che dopo la resa di Otranto erano passate al suo soldo.

In seguito il Malatesta morì di malaria contratta nelle Paludi Pontine. I napoletani, invece, ridotti a mal partito, accettarono un armistizio firmato il 28 novembre 1482[2].

NoteModifica

  1. ^ Secondo Stefano Infessura quella località aveva già il nome di Torre di Campomorto, v. Diarium Urbis Romae.
  2. ^ Della battaglia parlano Niccolò Machiavelli in Istorie Fiorentine (VIII, 35) e Francesco Guicciardini in Storie fiorentine dal 1378 al 1509 (VII).

BibliografiaModifica

Giovanni Papi, La Battaglia di Campomorto tra Roberto Malatesta il Magnifico e il Duca Alfonso di Calabria (21 agosto 1482) - La prima guerra italiana del Rinascimento, 2006.

Collegamenti esterniModifica