Apri il menu principale
Battaglia di Norfolk
parte della Guerra del Golfo
AsadBabil-Dug-in.jpg
un carro armato iracheno Asad Babil durante la battaglia
Data27 febbraio 1991
LuogoIraq meridionale
EsitoVittoria della Coalizione e fine della guerra
Schieramenti
Comandanti
Perdite
6 morti (1 ucciso dal fuoco amico)
25 feriti
5 carri armati distrutti
2 mezzi corazzati distrutti
più 300 morti
937 prigionieri
100 carri armati distrutti
75 mezzi corazzati distrutti
80 pezzi d'artiglieria distrutti
Voci di battaglie presenti su Wikipedia

La battaglia di Norfolk è una battaglia tra carri combattuta il 27 febbraio 1991 tra l'esercito degli Stati Uniti d'America e la Guardia repubblicana irachena.

La battaglia cominciò 18 ore dopo la battaglia di Al Busayyah, cento chilometri più a ovest, e a diversi chilometri a est della battaglia di 73 Easting, conclusasi 2 ore prima. La battaglia di Norfolk prende il suo nome dall'Obiettivo Norfolk, un'area che comprende l'incrocio di importanti reti stradali e un deposito di rifornimenti difeso dai soldati iracheni.

Indice

UnitàModifica

Stati UnitiModifica

Guardia repubblicanaModifica

  • Divisione Tawakalna
  • 12ª Divisione Corazzata
  • 52ª Divisione Corazzata
  • 25ª Divisione Corazzata
  • 26ª Divisione di Fanteria
  • 31ª Divisione di Fanteria
  • 48ª Divisione di Fanteria

La brecciaModifica

Nella notte tra il 23 e il 24 febbraio 1991, secondo i piani dell'Operazione Desert Storm del generale Schwarzkopf, il VII Corpo penetrò in Iraq dall'Arabia Saudita attraversando l'est del paese. L'obiettivo del VII Corpo è di tagliare la ritirata degli iracheni dal Kuwait, distruggere cinque divisioni irachene e permettere in questo modo alle forze arabe e dei Marines di liberare il Kuwait da sud.

La 1ª Divisione di Fanteria americana aprì una breccia nelle difese irachene con i propri carri armati e i missili americani distrussero cinque corazzati nemici. In seguito la stessa divisione decimò la 26ª Divisione irachena e catturò circa cinquecento prigionieri. Un soldato americano morì nell'esplosione di una mina antiuomo.

La battagliaModifica

La battaglia di Norfolk, cominciata alle 12:30 del 27 febbraio, si può dire che sia quasi la continuazione della battaglia di 73 Easting, iniziata il giorno precedente. La 1ª Divisione di Fanteria e la 2ª Divisione Corazzata americane vennero posizionate nel 75 Easting, una zona a 2 chilometri più a est di 73 Easting dove si scontrarono con la Divisione Tawakalna irachena.

Nelle ore successive la 1ª Divisione (con il supporto degli elicotteri da guerra e di una brigata della 2ª Divisione Corazzata) attraversò l'Obiettivo Norfolk, distruggendo carri, mezzi corazzati e fanteria iracheni. Durante la battaglia i soldati americani si ritrovarono mischiati con i nemici e ciò fu la causa di un soldato americano ucciso dal fuoco amico.

Alla fine della battaglia la 1ª Divisione americana controllava tutti gli obiettivi e la Divisione Tawakalna era praticamente stata annientata.

BibliografiaModifica

  • Crusade: The Untold Story of the Persian Gulf War, di Rick Atkinson, Houghton Mifflin, 1993.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Guerra: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di guerra