Apri il menu principale
Battaglia di Rheinfelden
parte della fase francese della guerra dei trent'anni
Data28 febbraio e 3 marzo 1638
LuogoRheinfelden (Baden), Germania
EsitoVittoria della Sassonia
Schieramenti
Comandanti
Effettivi
12.00025.000
Perdite
1.9684.000
Voci di battaglie presenti su Wikipedia

La battaglia di Rheinfelden è stata un episodio della guerra dei Trent'anni e consistette in due scontri combattuti il 28 febbraio ed 3 marzo 1638 dalle forze di Bernardo di Sassonia-Weimar contro l'esercito del Sacro Romano Impero di Johann von Werth. Nel primo scontro Bernardo venne sconfitto ma riuscì ad avere la meglio nel secondo.

Indice

ContestoModifica

Dopo la sconfitta della Svezia nella battaglia di Nördlingen del 1634, le forze mercenarie di Bernardo di Sassonia-Weimar passarono al soldo del Regno di Francia e si stabilirono in Alsazia.

Nel febbraio 1638 Bernardo ricevette l'ordine di attaccare Rheinfelden dove si scontrò con le forze imperiali guidate dal conte Federico Savelli e da Johann von Werth che, attraversata la Foresta Nera, mossero a protezione della città.

La prima battagliaModifica

Savelli lanciò i propri uomini contro la retroguardia di Bernardo separandolo del resto delle proprie truppe Bernardo si ritirò dunque verso il villaggio di Laufenburg dove riorganizzò le proprie truppe.

La seconda battagliaModifica

Credendo che le forze di Bernardo fossero state definitivamente sconfitte, i comandanti imperiali non presero le necessarie precauzioni per proteggere le proprie posizioni. La controffensiva di Bernardo colse di sorpresa l'esercito imperiale e dopo tre cariche di artiglieria riuscì ad espugnare la città e a prendere prigionieri Savelli e von Werth.

ConseguenzeModifica

Dopo questo successo Bernardo proseguì la propria avanzata lungo il Reno verso Breisach.

BibliografiaModifica

  • Wedgewood, C.V. (1938), The Thirty Years War, Pimlico, ISBN 0-7126-5332-5
  • Wilson, Peter Hamish (2009), The Thirty Years War: Europe's Tragedy, Harvard University Press, ISBN 9780674036345