Apri il menu principale
Battaglia di Troia
Battenti del maschio angioino (copia), 10.JPG
La battaglia su un battente del Maschio Angioino di Napoli
Data19 agosto 1462
LuogoTroia
EsitoVittoria delle truppe aragonesi
Schieramenti
Arms of Ferdinando di Napoli.svg Truppe di Ferdinando I di NapoliArms of Rene dAnjou (3).svg Truppe al servizio di Giovanni d'Angiò
Comandanti
Voci di battaglie presenti su Wikipedia

La battaglia di Troia fu uno scontro che avvenne nell'agosto 1462 tra le truppe del re di Napoli Ferdinando I e quelle del duca di Lorena Giovanni d'Angiò.

Lo scontro militareModifica

La battaglia si svolse nei pressi di Troia di Puglia, nell'allora giustizierato di Capitanata, e si inserì nella disputa che oppose Angioini e Aragonesi per la successione al Regno di Napoli. Determinò la presa della cittadina, roccaforte degli Angioini e dei baroni ribelli, da parte delle truppe napoletane e milanesi.[1]

Conseguenze politicheModifica

La vittoria segnò un rafforzamento della monarchia sul baronaggio. Giovanni d'Angiò però continuò a reclamare i suoi diritti sino alla battaglia navale di Ischia del 7 luglio 1465.[2]

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica