Apri il menu principale
Rilievo di una dea, forse di Bau, risalente al periodo neosumerico. Rinvenuto nell'antica città di Giršu è oggi conservato al Museo del Louvre di Parigi.

Bau o, forse più correttamente Baba (d ba-ba, d ba-ba6; successivamente d ba-bu), è una delle più antiche dee sumere il cui culto risulta pressoché esclusivo della città di Lagaš e del territorio da questa controllato. È sposa di Ningirsu (Signore di Giršu) o anche di Zababa. E-Tarsirsir è il tempio a lei dedicato a Giršu e E-urukuga quello di Lagaš. Risulta figlia del dio Cielo, An, e madre di due divinità maschili, Ig-alima e Šul-šagana, e di sette divinità minori femminili. In quanto dea della fertilità è "Signora dell'Abbondanza" (SAL.šág.ga).

Nel periodo paleobabilonese è identificata con la dea guaritrice Ninsinna e con la dea dell'amore Inanna.

BibliografiaModifica

  • Jeremy Black e Anthony Green, Gods, Demons and Symbols of Ancient Mesopotamia, Londra, The British Museum Press, 2004, p.39.
  • Gwendolyn Leick, A Dictionary of Ancient Near Eastern Mythology, Londra e NY, Routledge, 1998, p.23.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Mitologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Mitologia