Baucina

comune italiano

Baucina (Bbašina in siciliano[4]) è un comune italiano di 1 842 abitanti[1] della città metropolitana di Palermo in Sicilia.

Baucina
comune
Baucina – Stemma
Baucina – Bandiera
Baucina – Veduta
Baucina – Veduta
Localizzazione
StatoBandiera dell'Italia Italia
Regione Sicilia
Città metropolitana Palermo
Amministrazione
SindacoFortunato Basile (lista civica) dall'11-6-2018
Territorio
Coordinate37°56′N 13°32′E
Altitudine550 m s.l.m.
Superficie24,47 km²
Abitanti1 842[1] (30-11-2021)
Densità75,28 ab./km²
Comuni confinantiBolognetta, Caccamo, Casteldaccia, Ciminna, Ventimiglia di Sicilia, Villafrati
Altre informazioni
Cod. postale90020
Prefisso091
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT082008
Cod. catastaleA719
TargaPA
Cl. sismicazona 2 (sismicità media)[2]
Cl. climaticazona D, 1 577 GG[3]
Nome abitantibaucinesi
PatronoSan Marco, Santa Fortunata
Giorno festivo25 aprile, seconda domenica di settembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Baucina
Baucina
Baucina – Mappa
Baucina – Mappa
Posizione del comune di Baucina all'interno della città metropolitana di Palermo
Sito istituzionale

Geografia fisica

modifica

Territorio

modifica

Baucina dista dal capoluogo metropolitano 35 km circa. Il territorio comunale è facilmente raggiungibile da diverse direzioni stradali, tra le quali la statale Palermo - Agrigento (SS 121).[5]

La parte montuosa del territorio è parte integrante della Riserva Naturale Orientata di Pizzo Cane, Pizzo Trigna e Grotta Mazzamuto.

Simboli

modifica

Lo stemma e il gonfalone del comune di Baucina sono stati concessi con decreto del presidente della Repubblica dell'11 giugno 1997.[6]

«D'azzurro, al monte Falcone di rosso, fondato sulla pianura di verde e uscente dai fianchi, con la sommità propinqua al lembo superiore, caricato del leone di San Marco, alato e nimbato d'oro, con la testa in maestà, con l'estremità dell'ala sinistra attraversante sull'azzurro, esso leone fermo sulla pianura. Ornamenti esteriori da Comune.»

Il gonfalone è un drappo di giallo.

Monumenti e luoghi d'interesse

modifica

Architetture religiose

modifica
  • Chiesa Madre, Santa Rosalia risalente al 1764
  • Chiesa del collegio di Maria, 1745, nella quale è custodita dentro la preziosa urna contenente il sacro corpo di Santa Fortunata vergine e martire.
  • Chiesa Santa Croce, edificata nel 1870
  • Chiesa di Santa Rosalia
  • Chiesa dell'Immacolata Concezione nel 1749
  • Chiesa di San Marco
  • Chiesa del Calvario
  • Chiesa del Redentore
  • Chiesa dell'Amore misericordioso, comunemente detta del Purgatorio[7]

Architetture civili

modifica

Villa comunale

modifica

Villa Comunale: al suo interno si trova il Parco delle Rimembranze, realizzato agli inizi degli anni '20, ove è collocato il monumento bronzeo ai Caduti in Guerra, opera del 1925 dello scultore Vincenzo Piranio.[8]

Società

modifica

Evoluzione demografica

modifica

Abitanti censiti[9]

Cultura

modifica
  • Museo Archeologico, raccoglie testimonianze archeologici significativi presenti all’interno del territorio comunale, il museo è stato inaugurato nel 2013.[10]

Infrastrutture e trasporti

modifica

Il Comune è interessato dalle seguenti direttrici stradali:

Amministrazione

modifica

Di seguito è presentata una tabella relativa alle amministrazioni che si sono succedute in questo comune.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
27 dicembre 1986 30 ottobre 1989 Giuseppe Giaccone - Sindaco [11]
30 ottobre 1989 28 ottobre 1990 Damiano Magno Partito Socialista Democratico Italiano Sindaco [11]
5 novembre 1990 3 ottobre 1991 Pietro Fiumefreddo - Sindaco [11]
29 dicembre 1991 24 marzo 1995 Giuseppe Realmuto Partito Socialista Italiano Sindaco [11]
20 novembre 1995 29 novembre 1999 Pietro Salvatore Di Marco lista civica Sindaco [11]
29 novembre 1999 16 maggio 2002 Pietro Salvatore Di Marco lista civica Sindaco [11]
27 maggio 2003 17 giugno 2008 Rosario Bordonaro lista civica Sindaco [11]
17 giugno 2008 11 giugno 2013 Ciro Coniglio lista civica Sindaco [11]
11 giugno 2013 10 giugno 2018 Ciro Coniglio Sindaco [11]
  1. ^ a b Bilancio demografico mensile anno 2021 (dati provvisori), su demo.istat.it, ISTAT, 28 gennaio 2022. URL consultato il 22 febbraio 2022.
  2. ^ Classificazione sismica (XLS), su rischi.protezionecivile.gov.it.
  3. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2017).
  4. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Milano, Garzanti, 1996, p. 68, ISBN 88-11-30500-4.
  5. ^ comunebaucina, su 156.54.128.62. URL consultato il 4 ottobre 2017 (archiviato dall'url originale il 21 giugno 2021).
  6. ^ Baucina, decreto 1997-06-11 DPR, concessione di stemma e gonfalone, su dati.acs.beniculturali.it. URL consultato il 9 aprile 2022 (archiviato dall'url originale il 24 agosto 2023).
  7. ^ Monumenti, su virtualsicily.it. URL consultato il 1º ottobre 2017.
  8. ^ Brevi cenni su Baucina, su santafortunata.org.
  9. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  10. ^ museibaucina, su 156.54.128.62.
  11. ^ a b c d e f g h i http://amministratori.interno.it/

Altri progetti

modifica

Collegamenti esterni

modifica

Comune di Baucina, su ComuniItaliani.it. URL consultato il 28 febbraio 2015.

Controllo di autoritàVIAF (EN311733454 · GND (DE1062903358
  Portale Sicilia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Sicilia