Bea Miller

cantante statunitense
Bea Miller
Bea miller london betterquality.jpg
NazionalitàStati Uniti Stati Uniti
GenerePop
Pop rock
Dance pop
Periodo di attività musicale2013 – in attività
EtichettaHollywood Records, Olliebear, Create Music Records
Album pubblicati2 (+4 EP)
Sito ufficiale

Beatrice Annika "Bea" Miller (Brooklyn, 7 febbraio 1999) è una cantautrice e attrice statunitense. Si è classificata nona nella seconda edizione di X Factor USA. In un primo momento ha pubblicato musica tramite la Hollywood Records ma a partire dal 2019 pubblica attraverso una casa discografica indipendente che lei stessa ha fondato, la Olliebear, affiliata a Create Music Group.[1]

CarrieraModifica

L'11 aprile 2013, dopo essersi classificata nona nella seconda edizione di X Factor USA, Bea ha firmato ufficialmente con la Syco Music e la Hollywood Records, creando così la prima collaborazione tra le due case discografiche.

Young Blood EP, Demi World TourModifica

Il suo primo lavoro discografico è l'EP Young Blood che è entrato nella Billboard 200, alla posizione #64. Il singolo di debutto, contenente nell'omonimo EP, Young Blood, ha superato le 10 milioni di visualizzazioni sulla piattaforma Vevo e sempre nel 2014, ha aperto alcune date del Demi World Tour, il secondo tour promozionale dell'album della Lovato.

2015-16: Not an Apology, The Reflection Tour, Teen Choice AwardsModifica

Nella primavera del 2015 riceve il suo primo riconoscimento, il premio "That's My Jam" ai Radio Disney Music Awards.

Rilascia il 20 aprile 2015 il lead single del suo primo album, Fire N Gold. Il singolo raggiunge la 78ª posizione della Billboard Hot 100 e ottiene la certificazione d'oro negli Stati Uniti per le cinquecentomila copie vendute.

Il suo album di debutto, Not an Apology, è stato pubblicato il 24 luglio 2015. L'album debutta alla settima posizione della Billboard 200. Il brano include anche una canzone scritta da Demi Lovato e intitolata We're Taking Over.[2]

Partecipa ai Teen Choice Awards 2015, dove vince il suo primo TCA nella categoria Choice Next Big Thing e presenta la categoria Choice Tv Show: Drama insieme allo Youtuber Tyler Oakley, nella quale premia il cast di Pretty Little Liars.

Il 20 maggio esce il suo nuovo singolo Yes Girl, e in seguito apre il Revival Tour di Selena Gomez in compagnia dei DNCE e canta ad una delle tappe del Future Now Tour di Demi Lovato e Nick Jonas.

2017-18: AuroraModifica

Il 24 febbraio, ha rilasciato l'EP Chapter One: Blue, la prima delle tre anticipazioni del secondo album in studio della Miller. Anticipato dal singolo Song Like You, Chapter One: Blue contiene, oltre a quest'ultimo, altri due brani inediti, Burning Bridges, e I Can't Breathe. Questo sarà poi seguito da altri due extended play, Chapter Two: Red e Chapter Three: Yellow, anch'essi con un totale di tre canzoni ciascuno; Chapter Two: Red viene pubblicato il 2 giugno 2017 con le canzoni e il singolo ad accompagnarne l'uscita è Buy Me Diamonds, invece Chapter Three: Yellow viene distribuito in tutto il mondo a partire dal 6 ottobre dello stesso anno.

All'inizio di febbraio 2018 annuncia l'uscita del secondo album in studio, intitolato Aurora e pubblicato a livello globale il 23 febbraio dello stesso anno. L'album contiene tutte le canzoni dei precedenti tre extended play, insieme a cinque nuove tracce, per un totale di quattordici brani, di cui tredici sono stati co-scritti anche dalla Miller stessa.

A marzo 2018 partecipa ad un singolo collaborativo con il duo di disc jockey NOTD, I Wanna Know, che diventa una hit sul servizio di riproduzione musicale svedese Spotify, dove ha accumulato, in data 19 agosto 2018, oltre cento milioni di stream, e entra in classifica in svariati paesi tra cui l'Australia, la Svezia, la Norvegia, il Regno Unito e gli Stati Uniti.

2019-presente: nuova casa discograficaModifica

Nel 2019 Miller ha collaborato col rapper 6LACK per il singolo It's Not U It's Me,[3] per poi pubblicare il brano da solista Say Something.[4] Seguono la collaborazione con Jessie Reyes in Feels Like Home e con i produttori Snakehips in Never Gonna Like You.[4] In seguito a queste pubblicazioni, Bea Miller interrompe i rapporti lavorativi con la Hollywood Records e fonda la sua stessa casa discografica, la Olliebear, diventando di fatto un artista indipendente.[1] Il primo brano pubblicato in questa modalità è That Bitch, sempre nel 2019.[1]

DiscografiaModifica

Album in studioModifica

EPModifica

SingoliModifica

FilmografiaModifica

TournéeModifica

Artista principaleModifica

  • Nice To Meet U Tour (2019)
  • Sunsets In Outerspace Tour (2019)

Artista d'aperturaModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN311580484 · ISNI (EN0000 0004 4035 4372 · Europeana agent/base/144650 · LCCN (ENno2014145938 · WorldCat Identities (ENlccn-no2014145938
  1. ^ a b c (EN) r/popheads - Bea Miller Leaves Hollywood Records, su reddit. URL consultato il 2 settembre 2020.
  2. ^ (EN) Bea Miller, su Demi Lovato Wiki. URL consultato il 2 settembre 2020.
  3. ^ (EN) Bea Miller & 6LACK – ​​it's not u it's me. URL consultato il 2 settembre 2020.
  4. ^ a b Bea Miller, su Spotify. URL consultato il 2 settembre 2020.