Belvedere (architettura)

struttura architettonica

Il belvedere è una struttura architettonica, solitamente posta in posizione rialzata o panoramica, così chiamata per le sue aperture, come finestre o portici, verso l'esterno di modo da offrire una visuale gradevole al visitatore.

Belvedere nel parco del Castello di Glienicke, Berlino

CaratteristicheModifica

Il belvedere è una struttura costruita solitamente nella parte più alta di un edificio o di un luogo elevato, architettonicamente configurato al fine di mostrare il panorama circostante, il "bel vedere" appunto. La struttura, nei tempi moderni, può essere realizzata sotto varie forme, come una torretta, una cupola, un'altana o una terrazza.

Ad esempio, sul colle che si trova sopra il Palazzo Vaticano, Antonio del Pollaiolo costruì, per papa Innocenzo VIII, un piccolo padiglione chiamato il palazzetto del Belvedere (dove è collocato il Museo Pio-Clementino). Alcuni anni dopo, Donato Bramante collegò il Vaticano con il Belvedere, a seguito di una commissione di papa Giulio II; con questa modifica, venne creato il cosiddetto Cortile del Belvedere, dove era situata la statua di Apollo del Belvedere.

Il termine inquadra anche diversi palazzi e castelli situati in posizioni particolarmente suggestive, come il Belvedere di Vienna, progettato Johann Lucas von Hildebrandt, o il Belvedere sul Pfingstberg presso Potsdam.

Galleria d'immaginiModifica

BibliografiaModifica

  • Roth, Leland M.,Understanding Architecture: Its Elements History and Meaning, Oxford, UK: Westview Press, 1993, pp. 342-343.
  • Nikolaus Pevsner, John Fleming John, Hugh Honour, Dizionario di architettura, Torino, Eianudi, 1992.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

  Portale Architettura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di architettura