Ben Wallace

cestista statunitense
Ben Wallace
Ben Wallace 4104263221 (cropped).jpg
Wallace con i Detroit Pistons
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 206 cm
Peso 109 kg
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Ruolo Ala-pivot
Termine carriera 2012
Hall of fame Naismith Hall of Fame (2021)
Carriera
Giovanili
Hayneville Central High School
1994-1996VUU Panthers
Squadre di club
1996Viola R. Calabria0 (0)[1]
1996-1997Washington Bullets34 (38)
1997-1999Wash. Wizards113 (482)
1999-2000Orlando Magic81 (390)
2000-2006Detroit Pistons470 (3717)
2006-2008Chicago Bulls127 (749)
2008-2009Cleveland Cavaliers78 (258)
2009-2012Detroit Pistons185 (620)
Nazionale
2002Stati Uniti Stati Uniti9
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Benjamin Cameron Wallace[2] (White Hall, 10 settembre 1974) è un ex cestista e dirigente sportivo statunitense professionista nella NBA.

Soprannominato "Big Ben", nel 2021 è stato inserito fra i membri del Naismith Memorial Basketball Hall of Fame[3]. La sua maglia numero 3 è stata ritirata dai Detroit Pistons.

Caratteristiche tecnicheModifica

Unico giocatore insieme a Dikembe Mutombo ad aver vinto per 4 volte il titolo di Defensive Player of the Year,[4] Wallace veniva impiegato principalmente come centro o ala grande; abile nella stoppata (3,5 a partita nella stagione 2001-2002) e nel recupero dei rimbalzi (15,4 di media nella stagione 2002-2003), è stato inoltre inserito per 5 volte nell'NBA All-Defensive Team.[5] In controtendenza rispetto alle notevoli abilità difensive, era invece piuttosto limitato nel gioco d'attacco[6] e denotava grosse difficoltà nei tiri liberi: la sua percentuale di realizzazione dalla lunetta (41,4%) è tra le peggiori nella storia della NBA, e la più bassa in assoluto tra i giocatori che hanno tentato almeno 1200 tiri.[5]

CarrieraModifica

CollegeModifica

Frequenta il college a Virginia Union nella seconda divisione NCAA, dove gli viene concessa una borsa di studio solo dopo l'interessamento di Charles Oakley, ex studente dell'ateneo che aveva conosciuto Wallace ad un campo estivo. Wallace termina il college con le media di 13 punti e 10 rimbalzi. Si dichiara pronto per il Draft NBA 1996 ma non viene scelto da nessuna squadra.

Reggio CalabriaModifica

Dopo il college, Wallace viene selezionato dalla Viola Reggio Calabria guidata da Gaetano Gebbia. A Reggio, Wallace disputa solo una partita di Coppa Italia (in casa della Faber Fabriano, il 29 agosto 1996), prima di essere tagliato. Al suo posto venne ingaggiato Mike Brown[1].

NBAModifica

IniziModifica

Dopo Reggio Calabria, Wallace firma comunque con una squadra NBA: i Washington Bullets, dove resta fino alla stagione 1998-99, nella quale dopo due anni abbastanza anonimi termina con 6 punti e 8 rimbalzi di media. Nell'estate 1999 viene girato agli Orlando Magic in cambio di Isaac Austin insieme a Jeff McInnis. Ad Orlando resta solo una stagione facendo vedere buone cose a rimbalzo e in difesa.

Detroit PistonsModifica

 
Wallace celebrato alla Casa Bianca dal presidente George W. Bush

In quello che sembrava uno scambio a tutto vantaggio degli Orlando Magic viene girato nell'estate del 2000 ai Detroit Pistons insieme a Chucky Atkins per Grant Hill. A Detroit trova la sua dimensione in una squadra senza tanti fronzoli che gioca duro. La sua prima stagione nei Pistons si chiude con soli 6 punti di media ma con 13 rimbalzi e più di 2 stoppate a partita. I progressi di Wallace sono costanti e presto il suo contributo si dimostra fondamentale per la squadra.

Nella stagione 2001-02 sotto coach Rick Carlisle arriva anche l'approdo ai play-off con l'eliminazione per mano dei Boston Celtics. L'arrivo di Chauncey Billups, Richard Hamilton e Tayshaun Prince permette alla squadra di arrivare nel 2003 alle finali della Eastern Conference dove viene però eliminata dai New Jersey Nets; Wallace nel frattempo si afferma come migliore difensore NBA. A metà della stagione 2003-04 arriva alla corte del nuovo coach dei Pistons, Larry Brown, anche Rasheed Wallace che va a formare con il suo omonimo una coppia di lunghi solida sotto canestro. Nei play-off i Detroit affrontano i Milwaukee Bucks, i Nets e gli Indiana Pacers, arrivando in finale contro i più quotati Los Angeles Lakers; in 5 partite Detroit vince il titolo.

 
Wallace in canotta Cavs

L'anno dopo i Pistons provano a ripetersi ma in finale incontrano i San Antonio Spurs. In una serie giocata soprattutto sulla difesa e sull'intensità, cedono agli Spurs in 7 partite. L'anno dopo i Pistons compilano il miglior record dell'NBA con la volontà di riportare il titolo a Detroit. Il nuovo coach Flip Saunders cambia il modo di giocare della squadra concentrandolo più sull'attacco. Nei play-off i Pistons dopo aver rischiato di essere estromessi al secondo turno dai Cleveland Cavaliers, vengono battuti in finale di Conference dai Miami Heat.

Chicago BullsModifica

I Detroit Pistons acquistano Nazr Mohammed e svincolano Big Ben, il quale firma un quadriennale con i Chicago Bulls per circa 60 milioni di dollari.

Cleveland CavaliersModifica

Dopo l'inizio di stagione, il 21 febbraio 2008 la dirigenza dei Bulls lo inserisce in una trade a tre squadre che lo porterà nelle file dei Cleveland Cavaliers insieme al compagno di squadra Joe Smith, Delonte West e Wally Szczerbiak.[7][8]

Nel giugno 2009 viene ceduto ai Phoenix Suns, insieme ad Aleksandar Pavlović, in cambio di Shaquille O'Neal, ma viene immediatamente lasciato libero.

Ritorno ai Detroit PistonsModifica

Dopo essere diventato free agent nell'estate 2009, viene ricontattato dai Pistons che si accordano con il giocatore con un contratto da 1,3 milioni di dollari, il minimo salariale per un giocatore veterano nell'NBA. Nel 2012 annuncia il ritiro al termine della stagione.

Post ritiroModifica

Dal 2018 entra come co-proprietario della squadra di G League dei Grand Rapids Drive affiliata ai Detroit Pistons, diventando presidente e restando in carica anche dopo la ricollocazione come squadra satellite dei Denver Nuggets, i Grand Rapids Gold.

StatisticheModifica

NBAModifica

Legenda
  PG Partite giocate   PT  Partite da titolare  MP  Minuti a partita
 TC%  Percentuale tiri dal campo a segno  3P%  Percentuale tiri da tre punti a segno  TL%  Percentuale tiri liberi a segno
 RP  Rimbalzi a partita  AP  Assist a partita  PRP  Palle rubate a partita
 SP  Stoppate a partita  PP  Punti a partita  Grassetto  Career high
Denota le stagioni in cui ha vinto il titolo
* Primo nella lega

Regular seasonModifica

Anno Squadra PG PT MP TC% 3P% TL% RP AP PRP SP PP
1996-1997 Washington Bullets 34 0 5,8 34,8 - 30,0 1,7 0,1 0,2 0,3 1,1
1997-1998 Wash. Wizards 67 16 16,8 51,8 - 35,7 4,8 0,3 0,9 1,1 3,1
1998-1999 Wash. Wizards 46 16 26,8 57,8 - 35,6 8,3 0,4 1,1 2,0 6,0
1999-2000 Orlando Magic 81 81 24,2 50,3 - 47,4 8,2 0,8 0,9 1,6 4,8
2000-2001 Detroit Pistons 80 79 34,5 49,0 25,0 33,6 13,2 1,5 1,3 2,3 6,4
2001-2002 Detroit Pistons 80 80 36,5 53,1 0,0 42,3 13,0* 1,4 1,7 3,5* 7,6
2002-2003 Detroit Pistons 73 73 39,4 48,1 16,7 45,0 15,4* 1,6 1,4 3,2 6,9
2003-2004 Detroit Pistons 81 81 37,7 42,1 12,5 49,0 12,4 1,7 1,8 3,0 9,5
2004-2005 Detroit Pistons 74 74 36,1 45,3 11,1 42,8 12,2 1,7 1,4 2,4 9,7
2005-2006 Detroit Pistons 82 82 35,2 51,0 0,0 41,6 11,3 1,9 1,8 2,2 7,3
2006-2007 Chicago Bulls 77 77 35,0 45,3 20,0 40,8 10,7 2,4 1,4 2,0 6,4
2007-2008 Chicago Bulls 50 50 32,5 37,3 0,0 42,4 8,8 1,8 1,4 1,6 5,1
2007-2008 Cleveland Cavaliers 22 22 26,3 45,7 - 43,2 7,4 0,6 0,9 1,7 4,2
2008-2009 Cleveland Cavaliers 56 53 23,5 44,5 - 42,2 6,5 0,8 0,9 1,3 2,9
2009-2010 Detroit Pistons 69 67 28,6 54,1 0,0 40,6 8,7 1,5 1,2 1,2 5,5
2010-2011 Detroit Pistons 54 49 22,9 45,0 50,0 33,3 6,5 1,3 1,0 1,0 2,9
2011-2012 Detroit Pistons 62 11 15,8 39,5 25,0 34,0 4,3 0,7 0,8 0,8 1,4
Carriera 1088 912 29,5 47,4 13,7 41,4 9,6 1,3 1,3 2,0 5,7
All-Star 4 2 21,5 40,0 0,0 0,0 7,0 0,5 2,0 1,2 3,0

Play-offModifica

Anno Squadra PG PT MP TC% 3P% TL% RP AP PRP SP PP
2002 Detroit Pistons 10 10 40,8 47,5 - 43,6 16,1 1,2 1,9 2,6 7,3
2003 Detroit Pistons 17 17 42,5 48,6 0,0 44,6 16,3 1,6 2,5 3,1 8,9
2004 Detroit Pistons 23 23 40,2 45,4 0,0 42,7 14,3 1,9 1,9 2,4 10,3
2005 Detroit Pistons 25 25 39,2 48,1 0,0 46,1 11,3 1,0 1,7 2,4 10,0
2006 Detroit Pistons 18 18 35,7 46,5 0,0 27,3 10,5 1,7 1,3 1,2 4,7
2007 Chicago Bulls 10 10 36,9 56,6 0,0 50,0 9,5 1,4 1,5 1,7 8,7
2008 Cleveland Cavaliers 13 13 23,4 51,5 - 35,0 6,5 1,2 0,6 1,1 3,2
2009 Cleveland Cavaliers 14 0 12,6 61,5 - 0,0 2,7 0,3 0,3 0,3 1,1
Carriera 130 116 34,8 48,2 0,0 41,8 11,2 1,3 1,5 1,9 7,2

Premi e riconoscimentiModifica

Detroit Pistons: 2004
2002, 2003, 2005, 2006
2001-02, 2002-03, 2003-04, 2004-05, 2005-06
Second Team: 2002-03, 2003-04, 2005-06
Third Team: 2001-02, 2004-05

NoteModifica

  1. ^ a b Ben Wallce giocò nella Viola, su reggioacanestro.com, 16 maggio 2019. URL consultato il 17 maggio 2021.
  2. ^ (BR) Ben Wallace :: Benjamin Cameron Wallace ::, su www.ogol.com.br. URL consultato il 18 giugno 2020.
  3. ^ (EN) Naismith Memorial Basketball Hall of Fame Class of 2021 Revealed Today at Newly Renovated Museum, su hoophall.com, 16 maggio 2021. URL consultato il 17 maggio 2021.
  4. ^ (EN) Ben Wallace Wins Fourth Defensive Player of the Year Award, su nba.com, 8 maggio 2006 (archiviato dall'url originale il 20 febbraio 2012).
  5. ^ a b (EN) AJ Neuharth-Keusch, Ranking the NBA's worst free throw shooters of all time, su eu.usatoday.com, 23 gennaio 2016. URL consultato il 19 giugno 2020.
  6. ^ (EN) The Specialists: Dennis Rodman, Ben Wallace, and a Call For Defense In The HOF, su bleacherreport.com, 9 febbraio 2011. URL consultato l'8 novembre 2015.
  7. ^ Big Ben a Cleveland, LeBron sogna, su it.eurosport.yahoo.com, Eurosport.
  8. ^ Cavs scatenati: arrivano anche Wallace e Smith, su gazzetta.it.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN180551490 · LCCN (ENno2011147730 · WorldCat Identities (ENlccn-no2011147730