Benedizionale

Il Benedizionale (latino: De Benedictionibus) è un testo del Rituale romano della Chiesa Cattolica per le preghiere di benedizione alle persone, agli animali e alle cose. Esso venne riformato a norma dei decreti del Concilio Ecumenico Vaticano II e fu promulgato da papa Giovanni Paolo II[1][2].

Benedizionale o rituale delle benedizioni
Benedizionale, interno libro liturgico

Rituale delle benedizioniModifica

La progressiva attuazione della riforma liturgica stabilita dal Concilio Vaticano II con la costituzione Sacrosanctum Concilium, ha consentito di ultimare il Rituale romano con la pubblicazione del Benedizionale, traduzione italiana del libro liturgico latino De Benedictionibus[3]), rituale delle benedizioni. Rispetto all’edizione latina, il rituale in lingua italiana ha avuto degli opportuni adattamenti di competenza della Conferenza Episcopale Italiana (CEI). Il volume, di 1232 pagine, raccoglie i testi che i ministri devono usare per le benedizioni a persone, luoghi e oggetti.

Contenuti del RitualeModifica

 
Benedizionale, interno libro liturgico

IndiciModifica

Il Benedizionale, dopo una introduzione della CEI e le premesse, si articola in cinque grandi parti:

  • I - BENEDIZIONE DELLE PERSONE
  • II - BENEDIZIONI PER LE DIMORE E LE ATTIVITÀ DELL'UOMO
  • III - BENEDIZIONI DI LUOGHI ARREDI E SUPPELLETTILI
  • IV - BENEDIZIONI RIGUARDANTI LA DEVOZIONE POPOLARE
  • V - BENEDIZIONI PER DIVERSE CIRCOSTANZE

cui fanno seguito i titoli:

  • APPENDICE
  • LEZIONARIO
  • PREGHIERE E CANTI
  • PREGHIERE E CANTI - TESTI LATINI
  • BENEDIZIONI DELLE PERSONE IN FORMA BREVE

Parte primaModifica

Benedizione delle persone si suddivide in due sezioni:

  • le benedizioni per le persone e le attività al di fuori del nucleo familiare (capitoli 1-11);
  • le benedizioni per le comunità familiari (capitoli 12-19).

Parte secondaModifica

Benedizione per le dimore e le attività dell'uomo si suddivide in tre sezioni:

  • le benedizioni alle case, gli ambienti di vita e di lavoro (capitoli 20-28);
  • le benedizioni per gli impianti e gli strumenti tecnici (capitoli 29-33);
  • le benedizioni alla terra e ai raccolti (capitoli 34-37).

Parte terzaModifica

Benedizione di luoghi arredi e suppellettili (capitoli 38-54) riguarda i nuovi cimiteri, le tombe, gli arredi di una chiesa (tabernacolo, battistero, una via crucis, confessionale, cattedra vescovile, campane, calice, ecc.)

Parte quartaModifica

Benedizione riguardanti la devozione popolare (capitoli 55-60) offre le benedizioni degli elementi naturali (mare, laghi, fiumi, sorgenti, fuoco, ecc.); dei cibi, delle bevande o di altre cose (pane, vino, olio, sale, ecc.); degli oggetti di pietà (corone del rosario, scapolari, ecc.)

Parte quintaModifica

Benedizione per diverse circostanze (capitoli 61-72) contiene le benedizioni per i benefici ricevuti e per cose e situazioni varie.

AppendiceModifica

L’Appendice, articolata in tre divisioni, comprende altre benedizioni per occasioni particolari, per le quattro tempora, per le rogazioni, per ricorrenze civili, nell'anniversario della ordinazione sacerdotale, per l salvaguardia della salute in memoria della Vergine Maria o di un Santo, incoronazione di una immagine della Madonna.

LezionarioModifica

Il Lezionario propone 408 brani della Sacra Scrittura.

Preghiere e cantiModifica

Contengono alcune preghiere comuni: il Padre Nostro, l'Ave Maria, il Gloria al Padre, litanie ai Santi, inni di lode, ecc.

Testi latiniModifica

Propongono le preghiere comuni, i Salmi, i cantici evangelici Magnificat e Benedictus e la preghiera dei defunti.

Benedizioni delle persone in forma breveModifica

Presentano alcune formule di benedizione e l'Angelus nel testo italiano e latino.

NoteModifica

  1. ^ fu approvato dal pontefice Giovanni Paolo II che ne autorizzò la promulgazione avvenuta con decreto della Sacra Congregazione per il culto divino, il 31 maggio 1984
  2. ^ SACRA CONGREGAZIONE PER IL CULTO DIVINO, Decreto di promulgazione, Ordo Benedictionum (abbreviato: OB)[1]
  3. ^ Rituale Romanum ex decreto sacrosanti oecumenici concilii Vaticani II instauratum auctoritate Ioannis Pauli II promulgatum, Benedizionale, Città del Vaticano, Conferenza Episcopale Italiana (CEI) – Libreria Editrice Vaticana, 1992.

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cattolicesimo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cattolicesimo