Apri il menu principale

Benoît Cauet

allenatore di calcio, telecronista sportivo ed ex calciatore francese
Benoît Cauet
Benoît Cauet - FC Internazionale Milano 1997-98.jpg
Cauet in azione all'Inter nel 1997
Nazionalità Francia Francia
Altezza 176 cm
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Squadra Concarneau
Ritirato 2006 - giocatore
Carriera
Squadre di club1
1987-1990 Olympique Marsiglia 33 (1)
1990-1994 Caen 155 (9)
1994-1996 Nantes 78 (4)
1996-1997 Paris Saint-Germain 48 (6)
1997-2001 Inter 100 (4)
2001-2002 Torino 17 (1)
2002-2003 Como 32 (0)
2003-2004 Bastia 32 (2)
2004-2005 CSKA Sofia 15 (0)
2005-2006 Sion 15 (1)
Carriera da allenatore
2010-2012 Accademia InternazionaleGiovanissimi
2012-2013 Inter Giov. Naz.
2013-2016 Inter All. Naz.
2019- Concarneau
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 2 gennaio 2019

Benoît Cauet (Châtellerault, 2 maggio 1969) è un allenatore di calcio, telecronista sportivo ed ex calciatore francese, di ruolo centrocampista, tecnico del Concarneau.

Caratteristiche tecnicheModifica

Era un giocatore dinamico e combattivo,[1] abile in fase di impostazione.[2] Duttile, prediligeva il ruolo di centrocampista centrale,[2] ma poteva essere impiegato anche da esterno.[3]

CarrieraModifica

GiocatoreModifica

Dopo la stagione 1996-1997 con il PSG, passa all'Inter per 5 miliardi di lire,[4] voluto dall'allenatore Luigi Simoni su indicazione di Luis Suárez.[3] Milita nelle file della squadra nerazzurra dal 1997 al 2001, collezionando 146 presenze e 8 reti. Si trasferisce poi al Torino (2001-2002) e al Como (2002-2003) per poi tornare in Ligue 1, dove aveva iniziato la sua carriera.

 
Cauet (a destra) al Nantes nel 1996, in contrasto sullo juventino Del Piero nella semifinale di andata di Champions League.

Ha terminato la propria carriera di calciatore con una stagione in Bulgaria e una in Svizzera.

Ha vinto due campionati francesi e una Coppa di Francia con l'Olympique Marsiglia, un campionato francese con il Nantes, una Coppa UEFA con l'Inter (1998, anno in cui è giunto secondo in campionato) e un campionato bulgaro con il CSKA Sofia (2005).

AllenatoreModifica

Ha allenato per due anni la formazione Giovanissimi dell'Accademia Inter, con cui il 22 giugno 2011 conquista il titolo di Campione d'Italia di categoria.

Il 6 luglio 2012, dopo aver concluso il master per allenatori di Prima Categoria il precedente 2 luglio con una valutazione di 104 su 110, riceve l'incarico di guidare i Giovanissimi Nazionali dell'Inter per la stagione 2012-2013 in sostituzione di Salvatore Cerrone passato alla guida degli Allievi Nazionali. Il 29 giugno 2013 si laurea campione d'Italia trionfando ai rigori contro la Roma per 7-6.[5]

Il 5 luglio seguente passa ad allenare gli Allievi Nazionali Lega Pro (classe 1998).[6]

Il 4 luglio 2016 entra a far parte, sempre nella società meneghina, del progetto di scouting per gli Under-18 e 19.[7]

Il 2 gennaio 2019 forma un contratto biennale con il Concarneau, club di terza divisione francese.

Fuori dal campoModifica

Abbandonato il calcio giocato, ha intrapreso la carriera di giornalista e telecronista con alcune telecronache per l'emittente satellitare Inter Channel, oltre che da opinionista sull'emittente televisiva milanese Telenova e alcune partecipazioni televisive a La Domenica Sportiva e Controcampo.[8]

Ha lavorato anche come telecronista per il canale Sportitalia, dove forniva il commento tecnico di partite di calcio internazionale.

StatisticheModifica

Presenze e reti nei clubModifica

Statistiche aggiornate al 2 luglio 2015.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1987-1988   O. Marsiglia L1 11 1 CF - - CC 3 0 - - - 14 1
1988-1989 L1 14 0 CF 3 0 - - - - - - 17 0
1989-1990 L1 1 0 CF 1 0 UCL - - - - - 2 0
Totale O. Marsiglia 26 1 4 0 3 0 - - 33 1
1990-1991   Caen L1 35 1 CF 1 0 - - - - - - 36 1
1991-1992 L1 37 3 CF 4 0 - - - - - - 41 3
1992-1993 L1 37 2 CF 3 1 CU 2 0 - - - 42 3
1993-1994 L1 35 2 CF 1 0 - - - - - - 36 2
Totale Caen 144 8 9 1 2 0 - - 155 9
1994-1995   Nantes L1 25 1 CF 1 0 CU 6 0 CL 2 0 34 1
1995-1996 L1 31 2 CF 1 1 UCL 9 0 CL 3 0 44 3
Totale Nantes 56 3 2 1 15 0 5 0 78 4
1996-1997   PSG L1 35 4 CF 3 1 CC 9 1 CL 1 0 48 6
1997-1998   Inter A 28 2 CI 5 0 CU 9 1 - - - 42 3
1998-1999 A 28 1 CI 9 1 UCL 9 0 - - - 46 2
1999-2000 A 29 1 CI 7 1 - - - - - - 36 2
2000-2001 A 15 0 CI 1 0 UCL+CU 2+3 0+0 - - - 21 0
2001-ott.2001 A - - CI - - CU 1 0 - - - 1 0
Totale Inter 100 4 22 2 24 1 - - 146 7
ott.2001-2002   Torino A 17 1 CI - - - - - - - - 17 1
2002-2003   Como A 32 0 CI - - - - - - - - 32 0
2003-2004   Bastia L1 32 2 CF - - - - - CL 2 0 34 2
2004-2005   CSKA Sofia A 15 0 - - - - - - - - - 15 0
2005-2005   Sion CL 15 1 - - - - - - - - - 15 1
Totale Carriera 472 24 40 5 53 2 8 0 573 31

PalmarèsModifica

GiocatoreModifica

ClubModifica

Competizioni nazionaliModifica
Olympique Marsiglia: 1988-1989, 1989-1990
Nantes: 1994-1995
Olympique Marsiglia: 1988-1989
CSKA Sofia: 2004-2005
Sion: 2005-2006
Competizioni internazionaliModifica
Inter: 1997-1998

NoteModifica

  1. ^ Gianni Piva, Da Colonnese a Baggio, tutti giù, in la Repubblica, 4 marzo 1999, p. 50.
  2. ^ a b Nicola Cecere, Cauet fa bene all'Inter, in La Gazzetta dello Sport, 9 marzo 2000.
  3. ^ a b Mazzola racconta: «Il primo a segnalarlo era stato Suarez», in La Gazzetta dello Sport, 9 marzo 2000.
  4. ^ Calciatori ‒ La raccolta completa Panini 1961-2012, vol. 14 (1997-1998), Modena, Panini, 6 agosto 2012, p. 10.
  5. ^ Settore Giovanile: gli allenatori 2012-2013, su inter.it, 6 luglio 2012.
  6. ^ Christian Liotta, Settore giovanile, i tecnici: Bernazzani coordinatore, su fcinternews.it, 5 luglio 2013.
  7. ^ Ivan Cardia, Inter, Vecchi confermato alla guida della Primavera, su tuttomercatoweb.com, 5 luglio 2016.
  8. ^ Marco Liguori, Benoit Cauet: «Lille in crisi, ma attenti a non sottovalutarlo», su pianetagenoa1893.net, 20 ottobre 2009.

Collegamenti esterniModifica