Apri il menu principale

Bepi Vigna

fumettista, scrittore e regista italiano

Giuseppe Vigna, detto Bepi (Baunei, 24 luglio 1957[1]), è un fumettista, scrittore e regista italiano.

Indice

BiografiaModifica

Laureato in giurisprudenza con una tesi sulla pubblicità commerciale[1], ha esercitato per oltre un lustro la professione di avvocato. Appassionato di cinema e fumetti, nel 1982 ha fondato a Cagliari il gruppo Bande Desinée, del quale facevano parte anche Antonio Serra e Michele Medda. I tre hanno iniziato a scrivere insieme sceneggiature per Sergio Bonelli Editore e, nel 1989, hanno proposto una nuova serie: Nathan Never, pubblicata mensilmente a partire dal giugno del 1991. Qualche anno dopo hanno dato vita anche a Legs Weaver, una serie uscita in edicola fino al novembre 2005. Attualmente Nathan Never è uno dei fumetti più popolari in Italia, ed è pubblicato anche in molti paesi stranieri.

Nel 1990 L'Unione sarda ha pubblicato il libro Luoghi ed esseri fantastici della Sardegna, scritto a quattro mani con Giampiera Caprolu[1][2].

Nel 1993 Vigna ha fondato a Cagliari una Scuola di Fumetto, la prima in Sardegna, che opera nell'ambito del Centro Internazionale del Fumetto, da lui diretto. Oltre alle storie a fumetti ha pubblicato numerosi saggi sui comics, sul cinema e sulle tradizioni popolari, racconti e romanzi (L'estate dei dischi volanti, nel 1997, La pietra antica, nel 1999, Niccolai in Mondovisione, nel 2006,Si è fatto tardi, nel 2008). Sin da ragazzo sviluppa la passione per il giornalismo, collaborando come critico per numerose testate periodiche ed emittenti televisive sarde[3] e in pubblicità. Inarrestabile nel lavoro e nella sperimentazione, nel 2006 è direttore della rivista Backgroiùund (rivista sarda del fumetto e dell'illustrazione) e della rivista di cinema Teorema. È stato un pioniere dell'editoria a fumetti nel web, ha realizzato co-fondando la casa editrice per fumetti online Hybris Comics. In campo cinematografico ha diretto diversi cortometraggi e documentari, alcuni premiati in vari festival. È sposato con l'avvocato Olivia Olla, alla quale è ispirato il personaggio dell'avvocato Olivia Olling, che appare nelle avventure di Nathan Never.

OpereModifica

Pubblicazioni a fumettiModifica

  • 1982- 1987: brevi storie a fumetti realizzate in collaborazione con il disegnatore Pier Luigi Murgia apparse sul quotidiano La Nuova Sardegna e su periodici e riviste sarde (Trovotutto, Thelema, HorrorMetazine, Quadrifoglio);
  • dal 1986: soggetti e sceneggiature per Dylan Dog, Zagor, Nick Raider, Zona X della Sergio Bonelli Editore;
  • 1991: creazione (con Michele Medda e Antonio Serra) della serie Nathan Never pubblicata mensilmente dalla Sergio Bonelli Editore;
  • dal 1991 ad oggi: realizzazione di numerose sceneggiature di Nathan Never, sia per la serie mensile che per Almanacco della Fantascienza, Nathan Never Speciale, Agenzia Alfa, Nathan Never Gigante;
  • 1991: Nathan Never il Numero zero sceneggiatura e soggetto con Medda e Serra, disegni di Roberto De Angelis (ed. Alessandro Distribuzioni);
  • 1993-1995: Luna, Talia e Terra (tre storie a colori pubblicate a puntate sulla rivista Comic Art e poi raccolte in due volumi);
  • dal 1995 serie Legs Weaver pubblicata mensilmente dal 1995 al 2004. dalla Sergio Bonelli Editore: creazione della serie e varie sceneggiature e soggetti;
  • 1999: per la Disney Italia: soggetto e sceneggiatura per un'avventura di Topolino ambientata in Sardegna (Indiana Pipps e il mistero della memoria scomparsa);
  • dal 2001: Asteroide Argo (dieci volumi dal 2001 al 2010) per Sergio Bonelli Editore;
  • 2002: Moby Dick riduzione e sceneggiatura da Melville (disegni Graziano Origa, pubblicata a puntate sulla rivista Fumetti d'Italia);
  • 2004: La vita di Nedo Hermill (disegni di Otto Gabos), apparsa sulla rivista Orme n. 2;
  • 2005 Gli amanti di Alphaville (sceneggiatura incompiuta) disegni di Nicola Mari e altri, pubblicata sul sito Hybriscomics.com;
  • 2006: Bollicine (disegni di Stefania Costa) strisce umoristiche pubblicate sulla rivista Ciminiera (2004 –2005) e poi edite in volume da Edizioni Thaphros di Olbia[4];
  • 2007: Da vent'anni (disegni Otto Gabos), graphic novel realizzata in occasione del ventennale del festival Calagonone Jazz;
  • 2008: Archilandia (disegni di Stefania Costa), sceneggiatura a fumetti di 36 pagine realizzata in collaborazione con i ragazzi partecipanti al Laboratorio di Fumetto (ed. Taphros, 2008)
  • 2010: Luigi Motta (disegni di Davide Osenda), racconto pubblicato nel volume Los Olvidados, edito a cura della Pepsi Cola in occasione del festival letterario La Semana Negra (Gjion, Spagna),
  • 2012-2013: Storia della Sardegna a Fumetti (dieci episodi e cura della collana) Edizioni L'Unione Sarda;
  • 2012: Nausicaa l'altra Odissea (disegni di Andrea Serio), caronato 48 pagine, Vittorio Pavesio Editore;[5]
  • 2013: Pinelli e Calabresi, la storia sbagliata (disegni Mattia Surroz), gaphic novel 001 Edizioni[6],
  • 2013: Reuben il collezionista (disegni De Luca), edizioni Mad for Comics;
  • 2014: Linee di sangue (due episodi, disegni di Gildo Atzori e Daniele Serra), Centro Internazionale del Fumetto;
  • 2016: Dimonios, la leggenda della Brigata Sassari (disegni di Gildo Atzori), Grafiche Ghiani;
  • 2017: I custodi del golfo (disegni di Stefania Costa), Centro Internazionale del Fumetto.
  • 2017: L'uomo che sognava gli struzzi (illustrazioni di GioMo), Grafica 77

PubblicitàModifica

  • pubblicità televisiva per la Emmemlle Studio in qualità di scenografo, copywriter, cameraman, aiuto regista;
  • vari spot pubblicitari per Karel Produzioni Audiovisive, in qualità di regista e copywriter;
  • regie di cortometraggi pubblicitari per la SEPT Italia;

Opere audiovisiveModifica

  • Giorni d'estate, 1997 (R: Giacomo Gatti), sceneggiatura;
  • Nero d'Aprile, 1997 (R: Michele Salimbeni), produzione esecutiva e coll. alla sceneggiatura;
  • Roxy Bar, 1998, regia e sceneggiatura (premio del pubblico nella sezione “Cinema sardo”, Nuoro 2008);
  • Kyrie Eleison (Fillepreri), 1999, regia e sceneggiatura; premio del Pubblico alla Rassegna del Cinema Indipendente di Nuoro, agosto 2008;
  • Alla scoperta dell'Egitto, aprile 2001 (documentario sull'Egitto prodotto dai Tour Operators che operano in Medio Oriente);
  • La vita del portiere, 2001, regia e sceneggiatura (menzione speciale al festival “Cagliari in Corto” 2003);
  • Dal mare e dal cielo, 2003, regia e sceneggiatura (documentario sugli anni della guerra in un piccolo paese della Sardegna);
  • Gal Barbagia e Mandrolisai - Il sistema produttivo locale e i prodotti tipici, 2007, sceneggiatura e testi (documentario sulle attività produttive e artigianali nella Sardegna Centrale
  • Sa Regula, 2006 (R: Simone Contu) coll. alla sceneggiatura;
  • Con Hugo Pratt sulle rotte di Corto Maltese (speciale in quattro puntate realizzato per RaiSat, andato in onda sulla rete Rai Gulp nell'autunno 2007); LOL in onda sul canale satellitare Rai Gulp (2007-2008).
  • La loro Guerra, 2008, riprese, regia, sceneggiatura (documentario – intervista a due ex prigionieri di guerra); Progetto Sardegna per il Benin, 2009, regia, testi (documentario girato in Africa per la Rotary Foundation);
  • Treulababbu, 2009 (R: Simone Contu), soggetto e sceneggiatura;
  • Agricoltura e sviluppo a Tortolì, 2009, regia e testi (documentario commissionato dal Comune di Tortolì);
  • Atteros, 2010, regia e testi (documentario sull'immigrazione extracomunitaria in Italia, prodotto da Karel e realizzato in collaborazione con la Caritas);
  • La Zattera 2011 programma Radio per Radiorai Sardegna (coautore e coconduzione con Pier Francesco Loche);
  • Alta Ogliastra tra Storia e mito, 2014, documentario, regia e testi;
  • Nausicaa l'altra Odissea, 2017, film d'animazione, soggetto, sceneggiatura e regia, prod. Zena film.

Testi teatraliModifica

  • Intervista a Ziu Paddori (Compagnia Figli d'Arte Medas, rappresentato a Cagliari, Cento di Arte e Cultura Exma');
  • Niccolai in Mondovisione (monologo per l'attore Gian Luca Medas, rappresentato in varie località sarde);
  • Lezioni di Piano, riduzione teatrale dall'omonimo film di J. Champion (Compagnia Figli d'Arte Medas, rappresentato per la prima volta a Quartu Sant'Elena, Teatro via Ariosto, nell'ambito della rassegna Famiglie d'Arte 2003);
  • La vita di ziu Antoni (monologo per l'attrice Susanna Fende, adattamento del racconto omonimo rappresentato nell'ambito del “Festival di Asuni” 2004);
  • Sardi (monologo per l'attrice Susanna Fende, rappresentato in varie occasioni a Cagliari e in altre località della Sardegna, nel corso del 2004 e del 2005; Nel 2017 poi portato in scena da Fabrizio Passerotti, attore della compagnia teatrale I Girasogni, in una tournée di 18 date sparse per tutto il territorio nazionale);
  • Pierino e il Lupo, in collaborazione con Pier Francesco Loche (rielaborazione della fiaba di Prokofev, rappresentata al Teatro Civico di Cagliari, con P.F. Loche e l'orchestra del Conservatorio Statale Pier Luigi da Palestrina di Cagliari, 2005);
  • Il Paradiso (monologo per l'attrice Susanna Fenude, adattamento del racconto omonimo di B.Vigna, rappresentato nell'ambito del “Festival di Asuni” 2005);
  • Radio Lombardo Veneto International, messo in scena al Piccolo Teatro di Milano nel marzo 2006 (regia Fabrizio Parenti, prod. Outis);
  • Matrimoni, messo in scena al Super Studio Più di Milano dal 2 al 5 giugno 2007, (regia di Juan Diego Puerta López, prod. Outis);
  • Processo ad Angelo Uras (da Giuseppe Dessì, con G. Marilotti e G.L. Medas, collaborazione alla riduzione teatrale), rappresentato in varie piazze della Sardegna (Cagliari, Villacidro, Calasetta, Selargius, Talana) nell'estate del 2007 e al teatro di Ferrara nel marzo 2010 (Compagnia Figli d'Arte Medas);
  • L'uomo che sognava gli struzzi, rappresentato in varie piazze della Sardegna (Tortolì, Ilbono, Villagrande, Selargius, Mogoro, Santa Maria Navarrese), nell'estate nell'autunno del 2009;
  • Per prevenire… usiamo la testa, (testi e regia) spettacolo realizzato per l'INAIL Direzione regionale della Sardegna e rappresentato in varie scuole medie di Cagliari nel 2010.
  • Maria di Eltili (rappresentato in varie piazze italiane e a Sofia presso l'istituto italiano di cultura), Compagnia il Crogiuolo;
  • Storia della Sardegna dei sardi;
  • Il mistero del Santo Crocifisso (2018, prod. Il Crogiuolo);

RomanziModifica

  • La pietra antica (Condaghes, 1999)[7]
  • Niccolai in mondovisione (Zonza editori, 2008)[8]
  • L'estate dei dischi volanti (Condaghes, 1997/ Condaghes 2012)[9]
  • Si è fatto tardi (Aìsara 2008)
  • Un lento battello per la Cina (edizioni 1001notte 2018)

SaggiModifica

  • Comics in Ellas (Tàphros, 2008)[10]
  • Nuvole Balcaniche (Taphros, 2009)
  • Parole in nuvole. Da Pier Lambicchi a Tex e Nathan Never, storia del fumetto in Sardegna (Demos, 2003)[11]
  • Sardi. Guida ai migliori difetti e alle peggiori virtù (con G. Liori, Sonda 2004)[12]
  • il fumetto Franco-belga (Comic Art, 1997)
  • Fumetti nel Medio Oriente arabo (Tàphros, 2009)
  • Ebrew comics (Taphros, 2010)
  • Fumetti nel Maghreb (Taphros 2013)
  • Libro di storia recente. L'Italia della prima repubblica (CUEC, 2006)
  • Il popolo delle leggende. Dizionario delle creature e dei personaggi della tradizione popolare sarda (Condaghes, 2011)
  • La storia delle storie. Viaggio nei segreti della narrazione (Arkadia, 2013)[13]
  • Baunei e Santa Maria Navarrese. Storia di una Comunità (Taphros, 2013)
  • Il fumetto italiano dagli anni Trenta al boom economico (in R. Colonna (a cura di), Il fumetto italiano. Saggi e interviste, in Pagine Inattuali", Edizioni Arcoiris: Salerno, 2017, ISBN 978-88-99877-12-5.

NoteModifica

  1. ^ a b c A cura di Valentina Semprini e Paolo Guiducci, Nathan Never - Eroe del futuro, catalogo della mostra La fantascienza: Nathan Never e oltre, Rimini 23 luglio - 6 agosto 1999, pag 71
  2. ^ Scheda biografica di Bepi Vigna, da uBC Fumetti
  3. ^ I classici del fumetto N.23 - Nathan Never, La Repubblica
  4. ^ Bollicine, su www.libreriauniversitaria.it. URL consultato il 13 marzo 2017.
  5. ^ (IT) Bepi Vigna e Andrea Serio, Nausicaa. L'altra Odissea, Pavesio, 12 aprile 2012, ISBN 9788862330381. URL consultato il 13 marzo 2017.
  6. ^ (IT) Bepi Vigna e Mattia Surroz, Pinelli e Calabresi. La storia sbagliata, 001 Edizioni, ISBN 9788896573471. URL consultato il 13 marzo 2017.
  7. ^ La pietra antica, su www.libreriauniversitaria.it. URL consultato il 10 marzo 2017.
  8. ^ Niccolai in mondovisione, su www.libreriauniversitaria.it. URL consultato il 10 marzo 2017.
  9. ^ L' estate dei dischi volanti - Bepi Vigna - Libro - Condaghes - Il trenino verde | IBS, su www.ibs.it. URL consultato il 10 marzo 2017.
  10. ^ Bepi Vigna, Comics in Ellas, Taphros Editricealiano, ISBN 9788874320691. URL consultato il 10 marzo 2017.
  11. ^ Parole in nuvole, su www.libreriauniversitaria.it. URL consultato il 10 marzo 2017.
  12. ^ Bepi Vigna e Gianfranco Liori, Sardi. Guida ai migliori difetti e alle peggiori virtù, Sondaaliano, 15 novembre 2004, ISBN 9788871063874. URL consultato il 10 marzo 2017.
  13. ^ Bepi Vigna, La storia delle storie. Viaggio nei segreti della narrazione, Arkadiaaliano, ISBN 9788896412794. URL consultato il 10 marzo 2017.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN29300758 · ISNI (EN0000 0000 4869 548X · SBN IT\ICCU\RAVV\080272 · LCCN (ENno2007007354