Apri il menu principale

Bernardo Corradi

opinionista, dirigente sportivo, allenatore di calcio ed ex calciatore italiano
Bernardo Corradi
Bernardo Corradi.jpg
Corradi ai tempi della Reggina nel 2008.
Nazionalità Italia Italia
Altezza 189 cm
Peso 87 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex attaccante)
Squadra Italia Italia U-16
Ritirato 2012 - giocatore
Carriera
Giovanili
Siena
600px vertical Black Green HEX-008736.svg Staggia
600px Rosso e Blu3-Flag.svg San Miniato
1991-1993 Rosia
1993-1994 Siena[1]
Squadre di club1
1993-1994 Siena0 (0)
1994-1996 Poggibonsi47 (9)
1996-1997 Ponsacco31 (6)
1997 Cagliari2 (0)
1997-1998 Montevarchi26 (5)
1998-1999 Fidelis Andria31 (7)
1999-2000 Cagliari20 (0)
2000 Inter0 (0)
2000-2002 Chievo68 (22)
2002 Inter0 (0)
2002-2004 Lazio64 (20)
2004-2005 Valencia21 (3)
2005-2006 Parma36 (10)
2006-2007 Manchester City25 (3)
2007-2008 Parma26 (5)
2008-2009 Reggina30 (10)
2009-2011 Udinese37 (1)
2012Montréal Impact11 (4)
Nazionale
2003-2004Italia Italia13 (2)
Carriera da allenatore
2017-2018Italia Italia U-17Assistente
2018-2019Italia Italia U-19Vice
2019-Italia Italia U-16
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Bernardo Corradi (Siena, 30 marzo 1976) è un opinionista, dirigente sportivo, allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo attaccante, CT della nazionale Under-16 italiana.

Indice

BiografiaModifica

È legato sentimentalmente dal 2006 alla showgirl Elena Santarelli, che ha sposato il 2 giugno 2014[2] e dalla quale ha avuto due figli: Giacomo, nato il 22 luglio 2009[3] e Greta Lucia, nata il 25 marzo 2016.

È stato, in coppia con Stefano De Martino, mentore nella seconda edizione di Selfie - Le cose cambiano, condotto da Simona Ventura.

Carriera

GiocatoreModifica

ClubModifica

Le prime esperienzeModifica

Inizia la carriera girovagando in diverse squadre di serie C esordendo in quella categoria con il Poggibonsi, squadra con cui mette a segno anche la prima rete in un campionato professionistico (Poggibonsi-Giulianova 2-1 della stagione 1994-95). Si mette in luce nella Fidelis Andria in serie B, per poi passare l'anno dopo al Cagliari: con i rossoblù fa il suo esordio in serie A il 30 agosto 1999, nella gara persa 2-1 contro la Lazio. Dopo un solo campionato in Sardegna[4], passa all'Inter con cui non riporta alcuna presenza.

ChievoModifica

Subito dopo l'arrivo a Milano, la società nerazzurra lo cede al Chievo. In gialloblu realizza 12 gol durante la prima stagione, contribuendo alla storica ascesa in A.[5] L'anno seguente mette invece a segno 10 reti, aiutando gli scaligeri - al debutto nella massima serie - a qualificarsi per la Coppa UEFA.[6]

Dopo il biennio a Verona, fece ritorno all'Inter: l'unica presenza in nerazzurro coincise con il debutto nelle coppe europee, giocando contro lo Sporting Lisbona nei preliminari di Champions League.[7] Viene poi ceduto alla Lazio.[8]

LazioModifica

In biancoceleste si afferma tra le migliori punte del panorama italiano, segnando 20 gol in due campionati.[9] Nei preliminari della Champions League 2003-04 si sblocca inoltre in campo europeo, segnando nel 3-1 al Benfica.[10]

L'unico trofeo conquistato nel periodo romano è la Coppa Italia 2003-04, nella cui finale di ritorno realizza un gol alla Juventus.[11]

Valencia ed esperienze successiveModifica

Nel 2004 si trasferisce al Valencia[12], per 9 milioni di euro.[13][14] Rimane in Spagna per un solo anno[15], tornando quindi in patria: viene infatti acquistato dal Parma[16], realizzando 10 gol in campionato.

Nell'estate 2006 rientra al Valencia, che lo cede al Manchester City il 20 luglio 2006 per circa 2 milioni di euro[17]. Oltremanica si fa notare, oltre che per la scarsa vena realizzativa, per un suo particolare festeggiamento in seguito alla doppietta rifilata ai londinesi del Fulham in cui impugna la bandierina del calcio d'angolo come una spada, poggiandola sulle spalle del compagno di squadra Joey Barton, autore in quel caso dell'assist vincente. A circa un'ora dalla chiusura dal mercato per la stagione 2007-2008 passa in prestito oneroso senza diritto di riscatto al Parma[18].

RegginaModifica

Il 29 luglio 2008 rescinde il contratto con i Citizens e il 1º agosto firma un annuale con la Reggina. Segna il suo primo goal in Serie A con la maglia amaranto alla prima partita del campionato 2008-2009, su rigore, contro il Chievo, sua ex-squadra. Il 30 maggio 2009 Corradi rescinde il contratto che lo legava al club calabrese trovandosi quindi svincolato[19], dopo una stagione condita da 10 reti (5 su calcio di rigore) in campionato.

UdineseModifica
 
Corradi con la maglia dell'Udinese nel 2009.

Il 3 luglio 2009 viene ufficializzato il suo ingaggio da parte dell'Udinese.[20] Realizza ad Udine in Coppa Italia il suo primo gol bianconero in Udinese-Lumezzane 2-0. Al termine della sua prima stagione ha totalizzato 19 presenze in campionato. La sua prima rete (dopo oltre un anno di astinenza) in maglia Friulana la sigla il 17 ottobre 2010 in occasione dell'incontro Brescia-Udinese 0-1. Il 27 ottobre realizza una doppietta contro il Padova in Coppa Italia. Qualche settimana dopo segna da rigore nella partita contro il Lecce di Coppa Italia poi vinta dall'Udinese per 2-1. Anche se ha fatto molte presenze e pochi goal è stato soggetto di molti assist grazie al suo fisico, quindi per queste sue prestazioni molto apprezzato dai sostenitori friulani. Il 30 giugno 2011 l'Udinese ed il giocatore non riescono a trovare un accordo per quanto riguarda il rinnovo del contratto per la stagione successiva, egli si è liberato quindi a parametro zero.

Il 27 dicembre inizia ad allenarsi con il Monza, squadra di Lega Pro Prima Divisione[21].

Montréal ImpactModifica

Il 29 febbraio 2012 è partito alla volta del Canada per un periodo di prova con i Montréal Impact,[22] squadra militante nella Major League Soccer statunitense, in vista di un eventuale ingaggio. Durante il suo periodo di prova con la squadra canadese ha giocato la sua prima partita nel match amichevole disputato contro gli svedesi del BK Häcken facendo il suo ingresso in campo ad inizio del secondo tempo; durante i 45' giocati si è messo in luce propiziando, grazie ad un suo assist di testa, la rete del definitivo 1-0 per i Montréal Impact[23] Il 14 marzo viene ufficializzato il suo ingaggio da parte della squadra canadese[24], qui trova il connazionale Matteo Ferrari, con il quale si era già allenato pochi mesi prima con il Monza e aveva sostenuto il provino.

Il 17 marzo fa il suo esordio nella Major League Soccer venendo mandato in campo al 77' nella partita giocata contro i Chicago Fire[25]. Realizza il suo primo gol con la squadra canadese nella partita giocata contro Dallas realizzando un calcio di rigore e dedicando poi la sua rete al suo ex compagno Piermario Morosini, scomparso il giorno prima[26]. Poche settimane dopo aver firmato un nuovo contratto annuale con la squadra canadese, l'attaccante ha subito un grave infortunio al legamento crociato del ginocchio sinistro[27]. In seguito all'infortunio Corradi ha dovuto fermarsi e non ha giocato più nessuna partita. Il 7 dicembre il Montreal Impact ha deciso di non rinnovare il contratto all'italiano, annunciando che non farà parte della squadra per la MLS 2013.[28]

NazionaleModifica

Nel febbraio 2003, Giovanni Trapattoni lo chiama per la prima volta in Nazionale.[29] Al debutto contro il Portogallo, realizza il gol decisivo.[30] Viene poi selezionato per l'Europeo 2004[31], scendendo in campo contro la Bulgaria.[32]

Dopo l'arrivo di Lippi in panchina, colleziona soltanto un'ultima presenza.[33]

Dopo il ritiroModifica

Dal 2015 è opinionista sportivo per i canali Mediaset.[34]

Il 4 agosto 2017 viene ufficializzata la nomina di Corradi come assistente di Carmine Nunziata sulla panchina della Nazionale italiana Under-17, sua prima esperienza fuori dal campo di gioco. L'anno seguente diventa il secondo di Federico Guidi nell'Under-19 dopodiché, nel 2019, passa al ruolo di commissario tecnico dell'Under 16.

Nel 2018 ha vissuto un'esperienza da vice commissario ad interim della Lega di Serie A a seguito del commissariamento della stessa da parte del presidente del CONI Giovanni Malagò.[35]

StatisticheModifica

Presenze e reti nei clubModifica

Statistiche.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1993-1994   Siena C1 0 0 - - - - - - 0 0
1994-1995   Poggibonsi C2 16 1 - - - - - - 16 1
1995-1996 D 31 8 - - - - - - 31 8
Totale Poggibonsi 47 9 - - - - - - 47 9
1996-1997   Ponsacco C1 31 6 - - - - - - 31 6
ago. 1997   Cagliari B 2 0 CI 3 0 - - - - 5 0
ago. 1997-1998   Montevarchi C1 26 5 - - - - - - 26 5
1998-1999   Fidelis Andria B 31 7 CI 2 1 - - - - 33 8
1999-2000   Cagliari A 20 0 CI 3 2 - - - - 23 2
Totale Cagliari 22 0 6 2 - - - - 28 2
ago. 2000   Inter A 0 0 CI 0 0 CU 0 0 - - 0 0
ago. 2000-2001   Chievo B 36 12 CI 3 1 - - - - 39 13
2001-2002 A 32 10 CI 3 0 - - - - 35 10
Totale ChievoVerona 68 22 6 1 - - - - 74 23
ago. 2002   Inter A 0 0 CI 0 0 UCL 1[36] 0 - - 1 0
Totale Inter 0 0 0 0 1 0 - - 1 0
ago. 2002-2003   Lazio A 32 10 CI 4 0 CU 0 0 - - 36 10
2003-2004 A 32 10 CI 6 1 UCL 8[37] 1[36] - - 46 12
Totale Lazio 64 20 10 1 8 1 - - 82 22
2004-2005   Valencia PD 20 3 CR 0 0 UCL+CU 6+2 1+0 SU 1 0 29 4
2005-2006   Parma A 36 10 CI 3 0 - - - - 39 10
2006-2007   Manchester City PL 25 3 FACup+CdL 0+0 0 - - - - 25 3
2007-2008   Parma A 26 5 CI 0 0 - - - - 26 5
Totale Parma 62 15 3 0 - - - - 65 15
2008-2009   Reggina A 30 10 CI 1 1 - - - - 31 11
2009-2010   Udinese A 19 0 CI 2 1 - - - - 21 1
2010-2011 A 18 1 CI 2 3 - - - - 20 4
Totale Udinese 37 1 4 4 - - - - 41 5
2012   Montréal Impact MLS 11 4 CC 2 0 - - - - - - 13 4
Totale carriera 474 105 34 11 17 2 1 0 526 118

Cronologia presenze e reti in nazionaleModifica

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Italia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
12-2-2003 Genova Italia   1 – 0   Portogallo Amichevole 1   72’
29-3-2003 Palermo Italia   2 – 0   Finlandia Qual. Euro 2004 -   82’
30-4-2003 Ginevra Svizzera   1 – 2   Italia Amichevole -
3-6-2003 Campobasso Italia   2 – 0   Irlanda del Nord Amichevole 1   46’
11-6-2003 Helsinki Finlandia   0 – 2   Italia Qual. Euro 2004 -   84’
20-8-2003 Stoccarda Germania   0 – 1   Italia Amichevole -   75’
10-9-2003 Belgrado Serbia e Montenegro   1 – 1   Italia Qual. Euro 2004 -   78’
18-2-2004 Palermo Italia   2 – 2   Rep. Ceca Amichevole -   46’
31-3-2004 Braga Portogallo   1 – 2   Italia Amichevole -   58’
28-4-2004 Genova Italia   1 – 1   Spagna Amichevole -   76’
30-5-2004 Tunisi Tunisia   0 – 4   Italia Amichevole -   62’
22-6-2004 Guimarães Italia   2 – 1   Bulgaria Euro 2004 - 1º turno -   53’
4-9-2004 Palermo Italia   2 – 1   Norvegia Qual. Mondiali 2006 -   59’
Totale Presenze 13 Reti 2

PalmarèsModifica

ClubModifica

Competizioni nazionaliModifica

Lazio: 2003-2004

Competizioni internazionaliModifica

Valencia: 2004

IndividualeModifica

2018

NoteModifica

  1. ^ Bernardo Corradi, Autobiografia di Bernardo Corradi.
  2. ^ Prima vacanza formato famiglia per Elena Santarelli e Bernardo Corradi Archiviato il 24 settembre 2011 in Internet Archive.
  3. ^ È nato Giacomo, figlio di Elena Santarelli e Bernardo Corradi
  4. ^ Alberto Cerruti, Paolo Forcolin e Sebastiano Vernazza, La Juve sbatte contro un muro, in La Gazzetta dello Sport, 31 gennaio 2000.
  5. ^ Andreas Quinci, Corradi, bomber da Serie A, in Il Tirreno, 6 gennaio 2001.
  6. ^ Massimo Vincenzi, Bella partita, grande Chievo l'Inter deve inchinarsi, su repubblica.it, 15 dicembre 2001.
  7. ^ L'Inter trova la Champions e dimentica Ronaldo, su repubblica.it, 27 agosto 2002.
  8. ^ Carlo Laudisa e Stefano Boldrini, Il sogno di Crespo «Far gol a Nesta», in La Gazzetta dello Sport, 1º settembre 2002.
  9. ^ Corrado Sannucci, Lazio-Modena, in la Repubblica, 25 novembre 2002, p. 41.
  10. ^ Lazio, 3 a 1 al Benfica, Europa più vicina, su corriere.it, 13 agosto 2003.
  11. ^ Il carattere della Lazio un pari che vale la coppa, su repubblica.it, 12 maggio 2004.
  12. ^ Fiore-Corradi al Valencia, è fatta, su gazzetta.it, 24 giugno 2004.
  13. ^ Corradi e Fiore al Valencia "Andiamo per salvare la Lazio", su repubblica.it, 1º luglio 2004.
  14. ^ Corradi attacca la Lazio, su gazzetta.it, 7 ottobre 2004.
  15. ^ Valencia, grazie Italia, su it.eurosport.com, 24 novembre 2004.
  16. ^ Figo-Inter, ci siamo. Parma sogna Corradi, su iltempo.it, 20 luglio 2005.
  17. ^ UFFICIALE: Corradi al Manchester City
  18. ^ UFFICIALE: Bernardo Corradi è del Parma
  19. ^ UFFICIALE: Corradi rescinde con la Reggina
  20. ^ Corradi in Bianconero, su udinese.it (archiviato dall'url originale il 6 luglio 2009).
  21. ^ Corradi-Monza: Prove d'intesa, su calciomercato.com.
  22. ^ Corradi raggiunge Ferrari in Canada, su calciomercato.it.
  23. ^ Impact beats BK Häcken 1-0. URL consultato il 12 marzo 2012 (archiviato dall'url originale il 29 ottobre 2013).
  24. ^ Ufficiale, Montreal Impact: Corradi ha firmato, su calcionews24.com.
  25. ^ Impact draws 1-1 with Chicago Fire.
  26. ^ Tragedia Morosini, Corradi gli dedica il primo gol in MLS, su tuttomercatoweb.com.
  27. ^ CRACK Corradi: ginocchio ko dopo il rinnovo del contratto col Montreal, su it.ibtimes.com. URL consultato il 21 maggio 2019 (archiviato dall'url originale il 26 dicembre 2013).
  28. ^ ESTERO - Corradi: ginocchio ko dopo il rinnovo del contratto Archiviato il 23 giugno 2012 in Internet Archive. Udineseblog.it
  29. ^ Trap si gusta Camoranesi, su it.eurosport.com, 11 febbraio 2003.
  30. ^ Rete di Corradi l'Italia torna alla vittoria, su repubblica.it, 12 febbraio 2003.
  31. ^ Fabio Licari, I meravigliosi problemi del Trap, in La Gazzetta dello Sport, 13 ottobre 2003.
  32. ^ Dario Olivero, Quanta fatica per niente Un Cassano da ricordare, su repubblica.it, 22 giugno 2004.
  33. ^ Toni entra e batte la Norvegia comincia bene l'Italia di Lippi, su repubblica.it, 4 settembre 2004.
  34. ^ Si allarga la famiglia di Premium Sport con 5 nuovi opinionisti per Serie A e Champions
  35. ^ Calcio, Fabbricini commissario straordinario della Figc, Malagò della Lega di A, su repubblica.it, 1º febbraio 2018.
  36. ^ a b Nel terzo turno preliminare.
  37. ^ 2 presenze nel terzo turno preliminare.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica